Categorie

Born to run. Un gruppo di superatleti, una tribù nascosta e la corsa più estrema che il mondo abbia visto

Christopher McDougall

Traduttore: D. Ferrari
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 384 p., Brossura
  • EAN: 9788804628187
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    francesco v

    20/06/2015 07.32.30

    Tra i libri sulla corsa, il migliore. Un documentario romanzato, al limite tra mito e realtà. Apre un mondo sulle tecniche di corsa, sull'evoluzione dell'uomo, sul ruolo della corso nel mondo animale, sul ruolo meditativo e sociale del correre, sulla naturalità o artificiosità del gesto. Insomma, qui c'è tutto. E cosa da non sottovalutare, è scritto bene. Chapeau

  • User Icon

    maurizio crispi

    26/06/2014 11.02.17

    Nel panorama dei tantissimi libri sul running, comparsi negli ultimi anni nel mercato librario, Born to Run possiede delle qualità straordinarie ed è destinato, probabilmente, a divenire un "cult" per tutti gli amanti della corsa - e non solo. Cos'é, innanzitutto? Difficile da dire, perchè riesce ad essere tante cose contemporaneamente e su livelli che s'intersecano e s'intrecciano. E' la storia di un'avventura di viaggio, ma anche di un'esperienza personale attraverso il running, una rassegna dei più "pazzi" rappresentanti delle corse di lunga durata, un esempio notevole di "gonzo" journalism, depurato di tutti gli aspetti stupidi e demenziali alla maniera di Hunter S. Thompson. omaggio alle culture antiche dei popoli corridori e, quindi, per questo motivo, anche saggio di rilevanza antropologica in alcune sue parti. Si legge dall'inizio alla fine con estremo interesse, appassionandosi: è uno di quei libri che si è dispiaciuti d'aver portato a termine, perché si vorrebbe poter rimanere ancora a lungo in compagnia di quella storia che è, nello stesso tempo, una molteplicità di storie talmente caleidoscopiche che danno la vertigine. Quale'è l'elemento rivelante e rivelatore che Born to Run porta avanti? Attraverso le esperienze personali e anche con la giustapposizione d'una quantità di storie, di personaggi e di popoli diversi, la tesi fondamentale è che siamo "nati per correre" e non semplicemente per camminare e che la spinta al cambiamento radicale che portò l'uomo di Neanderthal all'estinzione e l'Homo sapiens a prevalere fu proprio la capacità di correre per lunghe distanze, che lo rese competitivo nella caccia alle prede nelle grandi pianure. Tutto ciò è raccontato non semplicemente sulla base di opinioni che, per quanto affascinanti, rimangono pur sempre opinioni, ma riportando all'attenzione del lettore inoppugnabili evidenze e testimonianze. E, in tutto questo, uno degli assi fondamentali è il viaggio alla scoperta del popolo corridore dei Tarahumara.

Scrivi una recensione