DISPONIBILITA' IMMEDIATA

I bottoni di Napoleone. Come 17 molecole hanno cambiato la storia

Jay Burreson, Penny Le Couteur

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Libero Sosio
Editore: Longanesi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 9,8 MB
Pagine della versione a stampa: 408 p.
  • EAN: 9788830446229

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Scienze, geografia, ambiente - Argomenti d'interesse generale - Storia delle scienze

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Svolte epocali, dalle origini ai giorni nostri, appaiono indissolubilmente legate a precise formule chimiche.»
il Venerdì di Repubblica

«La storia di queste 17 molecole che hanno rivoluzionato la vita è più appassionante di un giallo.»
Quark

Che cosa ha dato e dà alla chimica la straordinaria facoltà di far nascere le civiltà e far cadere gli imperi? Il fatto che strutture chimiche, semplici e complesse, possano determinare con differenze minime l’intera varietà delle sostanze naturali. Quelle che hanno inciso sul corso della storia sono state moltissime: il pepe e le altre spezie (determinanti nelle scoperte geografiche e nella conservazione dei cibi fino all’avvento della refrigerazione), la seta (originaria della Cina, che diede un contributo allo sviluppo delle basi finanziarie del Rinascimento italiano), lo zucchero (che come il cotone alimentò la tratta degli schiavi e l’espansione economica che condusse alla Rivoluzione industriale), lo sviluppo delle armi da fuoco (che trasformò le tecniche della guerra), la gomma (che rivoluzionò il trasporto su strada) hanno esercitato la loro incredibile azione sul divenire della storia grazie a proprietà legate a piccoli gruppi di atomi presenti nelle loro molecole. E i bottoni di Napoleone (o meglio, dei suoi soldati) che c’entrano in tutto ciò? Perché l’esercito dell’imperatore fallì nella campagna di Russia del 1812? Secondo una teoria, perché i bottoni di stagno delle uniformi francesi si disintegrarono al gelo dell’inverno russo, impedendo agli uomini di combattere. Infine, lasciamo la parola a Roald Hoffmann, Premio Nobel per la chimica nel 1981: «Qualche atomo aggiunto qui, qualcuno sottratto là: ecco tutto ciò che fa la differenza tra le caratteristiche sessuali maschili e femminili, fra una molecola innocua e una letale. In che modo tutto questo funzioni, e come in realtà la cultura sia stata plasmata dalla chimica, è l’argomento di questo libro di grandissima leggibilità».
5
di 5
Totale 7
5
7
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefania Gualandi

    18/06/2017 13:09:08

    Cercando tra i testi scientifici un libro originale da regalare a mio fratello chimico, lo scorso Natale, mi sono imbattuta in questo che io ritengo essere un testo unico e di grandissimo interesse per tutte quelle persone sempre animate da curiosità e voglia di spaziare tra le varie discipline dello scibile umano. Mio fratello lo ha letto d'un fiato e lo ha gradito moltissimo soprattutto per la parte che riguarda i cambiamenti storici e sociali che la chimica ha determinato nel mondo reale, arricchendo il suo già notevole bagaglio di conoscenze in materia specifica. Per quanto mi riguarda, ho capito che era un libro anche per me per rinverdire ricordi di chimica abbastanza sbiaditi avendo intrapreso a mio tempo studi umanistici, per cui ne ho acquistata una seconda copia. Gli autori hanno reso fruibili gli argomenti scientifici in modo ammirevole e accattivanti le storie umane, gli aneddoti, le curiosità che ruotano attorno alle molecole prese in esame. L'ho letto e ho scoperto che è un libro così piacevole e interessante che sicuramente lo rileggerò! Non sapete nulla di chimica? Non importa. Lo troverete comunque avvincente.

  • User Icon

    marco

    25/10/2011 22:55:20

    senz'altro il libro che ha segnato di più la mia vita finora. un mix perfetto di storia, scienza e curiosità. permette di capire fino a che punto la chimica è entrata nella vita dell'uomo. ne ho tratto diversi spunti per ricerche sia alle scuole superiori che all'università e a tutt'oggi ogni volta che lo rileggo provo un enorme piacere. non posso che consigliarlo a tutti.

  • User Icon

    David Barsi

    13/01/2010 13:53:05

    Veramente un libro interessante, consigliato a tutte le persone che si avvicinano alla chimica e alla sua storia. Il libro è leggibilissimo anche da persone non addette ai lavori.

  • User Icon

    Carlo M.

    03/12/2009 08:31:43

    Si legge come un romanzo, perché la storia delle scoperte in chimica E' un romanzo (parlo, naturalmente, per chi ama la scienza). Da leggere e consigliare. La chimica é una disciplina bellissima, oltre che la base della vita, che molti trascurano dopo averla malamente frequentata alle scuole superiori. Io stesso l'ho riscoperta a 60 anni, il che dimostra che veramente non è mai troppo tardi per apprendere le cose importanti della vita...

  • User Icon

    Chiara

    09/12/2008 20:55:56

    Un testo straordiariamente ben scritto,chiaro e corretto. Molto molto interessante, fornisce a chi é curioso una occasione di rivisitare informazioni presenti nella memoria organizzandole in modo sitematico. Direi che chiunque ci troverà qualche cosa che lo stupirà, e forse farà la pace con una splendida disciplina che spesso a scuola viene insegnata proprio male: la chimica

  • User Icon

    maurizio .mau. codogno

    29/09/2008 11:55:11

    Una delle cause che sono state proposte per la disfatta dell'armata napoleonica in Russia dà la colpa ai bottoni delle divise, che erano di stagno. Alle basse temperature, lo stagno si polverizza letteralmente, e non è così facile fare una battaglia tenendosi su i pantaloni! L'aneddoto è probabilmente falso, ma dà comunque il titolo a questo libro dove i due autori, chimici organici, raccontano la storia di diciassette molecole che "hanno cambiato il mondo". Si spazia dall'aspirina agli oppiacei, dal sale all'indaco, dalla caffeina ai clorofluorocarburi. Di ciascuna di queste molecole viene fatta la storia, sia dal punto di vista tecnico - la maggior parte di queste molecole sono organiche, e quindi la loro sintesi non è sempre così facile - che da quello per così dire politico, con una serie di aneddoti come quello della cessione da parte degli olandesi dei diritti su Manhattan per mantenere il monopolio della noce moscata. In effetti bisogna dire che spesso gli autori esagerano un po nell'attribuire alle molecole presentate la possibile concausa degli sconvolgimenti mondiali: che il sapone abbia contribuito allo scoppiare della guerra civile inglese; però la lettura è davvero godibile, e permette anche di avere un'idea di cosa sia effettivamente la chimica, diversamente da quanto ad esempio insegnarono a me al liceo. Ottima traduzione, ma con Libero Sosio non mi sarei aspettato nulla di meno.

  • User Icon

    Luigi Longobardo

    21/12/2006 08:21:57

    In queste deliziose 400 pagine, dedicate all'impatto della Chimica Organica nella storia delle società umane, si può quasi accarezzare la dimensione molecolare sottesa al reale che ci circonda. E'una senzazione di inaudita bellezza, molto rara da provare fuori dai laboratori e che viene qui magnificamente offerta anche a chi non ha molta dimestichezza con la chimica, ma vuole comunque imparare il linguaggio delle molecole. E'un testo divulgativo scritto con grande abilità ed intelligenza. 17 capitoli da leccarsi i baffi. Imperdibile oltre che sul piano storico anche sul piano teorico, posizionando chiaramente la Chimica Organica alle base di tutte le moderne discipline che fanno riferimento al mondo molecolare.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
Note legali