Categorie

€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    michele

    27/08/2013 22.34.04

    La rappresentazione di una società distopica, maldestramente governata da una burocrazia onnipresente con l'impiego di una tecnologia sgangherata e retrofuturistica, in un trionfo di fantasia e in un rincorrersi di citazioni sul filo della parodia, secondo lo stile dei Monty Python: 1984 in letteratura; Metropolis, Casablanca e La corazzata Potëmkin nel cinema, per menzionare le pellicole più celebri, ma un vero cinefilo saprà trovarne numerose altre (una delle scene finali, in cui De Niro viene sopraffatto dai fogli di carta che volano in aria dopo l'esplosione provocata nel Ministero dell'Informazione, mi ha ricordato Gli uccelli di Hitchcock). Terry Gilliam ha fatto confluire tutte queste fonti d'ispirazione un'opera molto originale, dove le atmosfere cupe sono stemperate dal gusto per lo sberleffo, utilizzando il linguaggio probabilmente più appropriato per illustrare e irridere le storture di una politica con l'ossessione del controllo. Strepitosa e divertente la prima parte, ho trovato la seconda un po' dispersiva e fracassona, ma il finale è davvero azzeccato: sognante, ma per nulla consolatorio.

  • User Icon

    ROBERTO'61

    27/09/2012 16.24.02

    "Brazil" merita di diritto di entrare nei film più belli di sempre. La storia è ispirata in parte dal romanzo di Orwell "1984" (il film è uscito proprio nel 1984 forse non per caso), è ambientato in una società immaginaria (in nessuna scena del film ci viene detto in che anno si svolge) dove tutto è regolato da uno strano sistema computerizzato. Il film si apre con un errore banale fatto da questo sistema dove il nome di Harry Tuttle viene scambiato con quello di un innocente Harry Buttle (che verrà arrestato e ucciso). Sam (Johnathan Pryce) è un impiegato che lavora in questo archivio ma si capisce da subito che non accetta questo sistema di controllo; nel frattempo la vita quotidiana della città viene sconvolta da attentati che lasciano però la popolazione indifferente mentre la radio diffonde il buon umore sulle note della canzone "Brazil" (da qui il titolo). Nell'impossibile e silenziosa lotta di Sam contro il potere c'è un idraulico: Harry Tuttle (Robert De Niro), mentre vediamo spesso Sam che sogna di volare nel cielo con una ragazza alata. Il film è un capolavoro, spesso percorso da un senso di angoscia, ma è impossibile non rimanere incollati e va visto almeno due volte per capirlo bene; il suo scopo è quello di denunciare il potere, un potere che se esercitato in maniera folle riesce a rendere le persone ormai incapaci di pensare e di ragionare, indifferenti anche alla morte come vediamo nelle scene degli attentati al ristorante dove tutti continuano come nulla fosse successo...

  • User Icon

    Pier

    18/05/2009 19.12.41

    Quando era uscito mi era piaciuto parecchio. A distanza di oltre 24 anni rivedendolo mi ha un po deluso. E' troppo lontano dallo spettatore, ci sono cose belle e interessanti, ma manca di sostanza e il finale è un pò troppo scontato, soprattutto per chi legge fantascienza. Altri film di Terry Gilliam sono più azzeccati. Comunque è da vedere per gli appassionati del genere.

  • User Icon

    OskarSchell

    01/12/2008 10.41.49

    Trovo anch'io, come espresso in precedenza, che le atmosfere oniriche di questo film si avvicinino per molti versi a quelle ben più angoscianti di "1984" di Orwell. Buona visione!

  • User Icon

    sabrina

    02/10/2007 12.08.29

    bellissimo, atmosfera surreale, sempre molto attuale. Così ho scoperto Terry Gilliam.

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    01/09/2007 19.09.43

    amo alla follia "1984" di ORWELL e questo è probabilmente il film che + si avvicina a questo capolavoro della letteratura...chi è sano di mente in un mondo come questo descritto impazzirebbe...il brutto è che piano piano ci si sta avvicinando sempre di +...grande regia di Gilliam e molto bravo Pryce...

  • User Icon

    Luca Ballati

    07/07/2007 21.58.04

    Ecco il futuro: bruttissimo, mà non il film che è un capolavoro

  • User Icon

    INUTERO

    20/06/2007 09.57.43

    Tra i miei 10 film preferiti di sempre in compagnia di Bergman, Tarkovsky, Antonioni e Jarmusch.

  • User Icon

    Andrea

    16/02/2007 09.59.28

    Semplicemente geniale, capolavoro assoluto ispirato a "1984" di Orwell. Per mettere 1/5 o 2/5 bisogna non conoscere Orwell, Kafka e tutto il filone della letteratura distopica. La parodia della burocrazia è divertentissima e Jonathan Pryce è autore di una prestazione eccellente. Verso la fine c'è una spassosa citazione de "La corazzata Potemkin"

  • User Icon

    Marco Scardella

    05/12/2006 21.42.21

    Tratto dal romanzo "1984" di George Orwell,il vero capolavoro di Terry Gilliam, visionario, allucinato e misterioso. De Niro rende memorabile una piccola apparizione.

  • User Icon

    ROBERTO '61

    05/09/2006 11.59.56

    Irresistibilmente fantasmagorico!!! Monthy Phitom 4ever.......

  • User Icon

    E

    23/05/2006 11.53.38

    Splendido. Il mio film preferito. Allucinante, grottesco, divertente, tragico, romantico, il capolavoro di Terry Gilliam.

  • User Icon

    Gerardo Cervone

    06/03/2006 11.49.25

    Capolavoro: così deve essere il cinema. Da far vedere a scuola. Chiunque ha una intelligenza critica e fantasia godrà.

  • User Icon

    Arthur Browsloski

    18/02/2006 20.23.53

    L'ironia di Gilliam non ha limiti in questa super-fanta-orwelliana pellicola,che ci regala immagini indimenticabili e surreali.Il personaggio di Pryce è troppo buonista e patetico,ma lui se la cava benone.Stupendo Hoskins e finale coi botti.

  • User Icon

    Gaia

    31/10/2005 14.46.14

    Una pellicola meravigliosa, un vero gioiellino. Ciò che inquieta è che sempre più ci stiamo avvicinando alla società dispotica descritta nel film... Dove la democrazia esiste per pura formalità, e tutto è controllato dal Ministero dell'Informazione... (Mi riferisco, ovviamente, agli ultimi quattro-cinque anni.)

  • User Icon

    Massimo

    18/06/2005 03.53.21

    Incontenibile visione onirica e incubo delirante. Non posso non commuovermi quando il mediocre impiegatuccio Sam Lowry sogna di volare tra le braccia della sua amata ma i grattacieli, che spuntano come funghi dal terreno, gli impediscono di raggiungerla!

  • User Icon

    andrea75

    10/03/2005 21.20.59

    Ma che razza di film e'!!!.Sicuramente va capito ma sicuramente non e' il mio genere.A tratti demenziale e inconcludente.Ho comprato il DVD solo perche' colleziono i film di de niro.

  • User Icon

    corsy

    18/01/2005 12.37.24

    bRAZIL:sogno e incubo. Un viaggio in una società "perfetta" ,che crea l'illusione della libertà mediante l’oppressione del singolo individuo ,raccontato attraverso lo sguardo sempre piu turbato di un uomo che di giorno lavora come burocrate,ma che di notte,nei suoi sogni,trova la sua evasione volando in soccorso di una fanciulla in pericolo. bRAZIL risulta intriso di un humour nero capace di far sorridere,ma spiazzante è il romanticismo che traspira dalla storia d’amore ,che per lungo tempo resta solo irreale e platonica, e dai valori rivoluzionari che vivono nei personaggi, in netto contrasto con una realtà parallela non lontana nel tempo,ma semplicemente alternativa alla nostra:un mondo che si è sviluppato in un senso anziché in un altro,un'immagine agghiacciante di un universo alternativo controllato dai potenti, creatori di una società illusista e burocraticamente oppressiva succube di una tecnologia satura ed eccessiva, solo dichiaratamente perfetta. Un opera fantascientifica dei contrasti,capolavoro assoluto e visionario diretto da un Gilliam prematuramente all’apice della creatività, in grado di realizzare un pellicola delirante intrisa di colori, nella quale la forza dell'immagine a volte distoglie e "distrae" lo spettatore da una trama in crescendo e ricca di sfumature piu o meno decifrabili. Un film unico e di classe che lascia di stucco e se possibile diverte,il tutto in poco piu di due ore che arrivano (purtroppo) presto a finire, abbandonando lo spettatore in trance davanti ai titoli di coda, che scorrono davanti ai suoi occhi lasciandolo a canticchiare e a riflettere su quanto visto, scatenando una incredibile voglia di premere REW e riassaporare il tutto dall'inizio.

  • User Icon

    Strangelove'90

    15/01/2005 21.27.28

    Essendo questo il mio film preferito cercherò di essere breve (potrei parlarne per settimane!): il film è magnifico, visionario, denso di immagini favolose (i sogni che vedono Sam, il protagonista, come un cavaliere alato), e stupendamente interpretato (su tutti il meraviglioso idraulico sovversivo di De Niro). Sicuramente difficile da capire, ma dopotuto le cose belle non sono mai semplici!

  • User Icon

    maurizio

    21/04/2004 21.34.45

    Un classico con una storia eccellente e un'ambientazione suggestiva. Ottimi i camei di De Niro e Hoskins. Molto buona la musica.

Vedi tutte le 24 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2003
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Note: Montaggio europeo: differisce per alcuni particolari dal Director's Cut definitivo di Terry Gilliam.
  • Durata: 143 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Surround 2.0 - stereo);Francese (Dolby Surround 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Surround 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Francese; Inglese; Olandese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; dietro le quinte (making of)