Bruno Leoni. Dell'irrazionalità della legge per la spontaneità dell'ordinamento

Andrea Favaro

Edizione: 2
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 13 dicembre 2010
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 420 p.
  • EAN: 9788849520330
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Figura ante litteram dell'avvocato d'affari, ma pure architetto e musicista dilettante, volontario della A Force ed appassionato sostenitore della Mont Pélerin Society, Bruno Leoni si presenta nel panorama della filosofia del diritto con una originalità peculiare, quasi travolgente, di certo provocatoria. Anticonformista come pochi altri studiosi italiani del secolo scorso, anticipatore di elaborazioni giuridico-politiche solo oggi diffuse a livello mondiale, è stato paragonato ad una "eruzione continua di energia" arrestata solo dalla precoce morte tragica. Fu allievo di Gioele Solari e intuì fin da giovane come l'elemento irrazionale rischi di opprimere molta della produzione normativa. Vero ispiratore di varie teorie in ambito giuridico diffuse dal collega ed amico Hayek, propose le tesi del "diritto come pretesa" e della competizione tra le corti di giustizia, al fine di verificare la reale spontaneità dell'ordinamento giuridico chiamato innanzi tutto a riconoscere la libertà di ciascuno dei suoi membri.

€ 40,00

Venduto e spedito da IBS

40 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile