Brutti e cattivi (Blu-ray)

Regia: Cosimo Gomez
Paese: Italia; Francia; Belgio
Anno: 2017
Supporto: Blu-ray
Vietato ai minori di 14 anni
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,99

€ 13,99

Risparmi € 5,00 (36%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

"Brutti e cattivi" la commedia nerissima che fa a pezzi il concetto di politically correct

Brutti e cattivi non è un altro film sulla periferia della Capitale, la cui vitalità piace sempre di più al grande schermo. È ambientato a Roma, e i personaggi sono burini della peggior specie. Ma l’opera prima di Cosimo Gomez è una commedia nerissima che fa a pezzi il concetto di politically correct, partendo da un presupposto: chi l’ha detto che i disabili non possono essere spietati e avidi come qualunque altro essere umano?
Claudia Santamaria (con pelata inedita) è “il Papero”, un mendicante paraplegico capace di fare lo sgambetto ai bambini che non gli danno le monetine. Sara Serraiocco interpreta (letteralmente “con i piedi”) la moglie “Ballerina”, una donna nata senza braccia, che usa la sensualità come un’arma. E Marco D’Amore invece è un fattone rasta, soprannominato “il Merda” per la fiatella infernale.
A completare questa corte dei miracoli c’è Plissè (Simoncino Martucci), un nano rapper che può aprire ogni serratura. I quattro improbabili emarginati sono alle prese con una rapina che complicherà loro ancor più la vita. Sullo sfondo ci sono i Freaks di Tod Browning rispolverati da American Horror Story, e, ovviamente, l’omaggio a Brutti, sporchi e cattivi di Ettore Scola. Gomez si lancia in un progetto coraggioso, grazie anche a un cast credibilissimo nel confrontarsi con una fisicità sottratta o deformata. Cinema di genere senza filtro, che gioca con il kitsch e porta tutto all’eccesso per far ridere, all’insegna del cinismo più sfrenato. Peccato solo che la cattiveria non arrivi fino in fondo.

Recensione di Benedetta Bragadini


Una commedia nerissima e spregiudicata. Un'impresa coraggiosa che non può lasciare indifferenti

Trama
Periferia di Roma. Un mendicante paraplegico soprannominato il Papero, con la complicità di sua moglie, una bellissima donna senza braccia detta la Ballerina, del suo accompagnatore, un tossico rastaman detto il Merda e di un nano rapper il cui nome d'arte è Plissé, mette a segno una rapina nella banca dove il boss di un potente clan mafioso cinese nasconde i proventi delle sue attività illecite. Dopo il colpo però le cose si complicano.
Il cinema italiano è tendenzialmente piuttosto prudente. Anche quando decide di percorrere nuove strade lo fa con il freno a mano quasi mai del tutto sbloccato. Onore al merito quindi a Cosimo Gomez e ai suoi attori che si lanciano in un'impresa che sicuramente non può lasciare indifferenti.
Tanto per cominciare, caso più unico che raro, il titolo corrisponde esattamente allo sviluppo di una sceneggiatura che ha visto il soggetto aggiudicarsi il prestigioso premio Solinas. Perché i personaggi sono tutti negativi (con un'eccezione che è bene non svelare) e non hanno vie di Damasco su cui convertirsi. 

 
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2018
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 89 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS-HD Master Audio 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • AreaB
  • Contenuti: Trailer - Backstage