Il buio e il miele

Giovanni Arpino

Collana: I tascabili
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 14 marzo 2014
  • EAN: 9788868520236
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,56

€ 8,90

Risparmi € 1,34 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sandra

    18/09/2018 20:24:38

    Belli i film, sia la versione con Gassman che quella con Pacino. Ma il libro è meglio! Il fatto di conoscere la trama non mi ha levato nulla al piacere della lettura. Coinvolgente. Credibili i personaggi e ben scritto. Mi ha fatto venire voglia di leggere altro di Arpino. "L'ombra delle colline" sarà il prossimo.

  • User Icon

    angelo

    02/03/2017 13:23:35

    Ingredienti: un capitano-invalido, prepotente e scorbutico, uno studente-militare ad accompagnarlo, una settimana da Torino a Napoli passando per Firenze e Roma, un viaggio di formazione tra alcol, fumo e donne. Consigliato: a chi vuol seguire una traiettoria imprevedibile tra isolamento, depressione e liberazione, a chi vuol seguire un’ombra che guida e addestra la sua luce.

  • User Icon

    Gabriella Amstici

    22/06/2016 17:51:04

    Per sua stessa confessione Giovanni Arpino scrisse Un'anima persa nel gelido inverno di un periodo di "lunga afflizione" definito "scriteriato" sia umanamente che spiritualmente. Ma nella avvincente lettura lo si sente piuttosto impregnato di sprezzante giudizio verso l'ipocrisia di una colta e rispettabile borghesia che nasconde il suo decadimento morale fino alla perdita di dignità. La trama si snoda nell'attesa che accada qualcosa in un'angoscia che aumenta sempre di più nei cinque giorni del racconto. Arpino lo scrive coinvolgendo il lettore nelle paure del giovanissimo Tino ma con l'arguzia di un grande narratore che penetra nei più oscuri meandri di una psiche malata e scissa nei due personaggi-fratelli che esploderanno nella totale follia fino allora relegata nell'infima brutalità di una stanza segreta. Tra le falsità della soave zia Galla e dell'impicciona domestica Annetta, la complice presenza del vecchio amico Duca e di una ragazza che si prostituisce con il professore demente, le pagine finali sono di sconvolgente amarezza. Eppure rimane la voglia di rileggerla questa storia tremenda narrata con l'inconfondibile impronta del suo autore.

  • User Icon

    paolo

    14/09/2015 17:20:24

    A confronto il buio della cecita' solitaria ed il miele dell'amore:Chi la spuntera'?Da leggere.

  • User Icon

    gd

    04/02/2015 13:01:38

    Qualità di scrittura altissima. Non darei una riga di questo racconto per la somma dei due celebrati film che ne hanno ricavato.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione