Il cadavere del lago. Le indagini del commissario Ventura - Danilo Pennone - ebook

Il cadavere del lago. Le indagini del commissario Ventura

Danilo Pennone

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 740,12 KB
Pagine della versione a stampa: 277 p.
  • EAN: 9788822727084
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Le indagini del Commissario Ventura

Mario Ventura, commissario sessantenne dai metodi duri, musicista mancato e con una certa dipendenza dall’alcol, è alle prese con un caso difficile: sulle rive del lago di Albano, in un giorno d’inverno freddo e piovoso, viene ritrovato il cadavere di un giovane seminarista irlandese, Eamon McCormac. Il corpo è seminudo e con evidenti segni di soffocamento. Si tratta di omicidio. Le indagini portano gli inquirenti a interessarsi al Seminario Apostolico d’Irlanda, a Castel Gandolfo, un’istituzione che accoglie futuri ecclesiastici di nazionalità irlandese. Non ci vuole molto per scoprire che la condotta di McCormac era tutt’altro che irreprensibile. Il seminarista frequentava infatti un giro di prostituzione. I sospetti cadono subito su un giovane che lavorava proprio nella zona in cui è stato rinvenuto il cadavere e una serie di indizi sembrano confermare la sua colpevolezza. Ma Ventura non intende chiudere il caso prima di essere venuto a capo del mistero che avvolge la vicenda. Perché la verità è molto più lontana di quanto potrebbe sembrare.

Un cadavere ritrovato vicino alla riva di un lago.
Un seminario in cui si muovono personaggi ambigui.
Una verità scomoda da riportare a galla.


Hanno scritto del suo precedente romanzo:
«Un thriller duro, a tinte forti.»
Thrillermagazine

«È un libro che emoziona dall’inizio alla fine. Da leggere almeno una volta nella vita.»


Danilo Pennone

è nato a Roma, dove vive e insegna. Ha esordito nella narrativa con il romanzo Confessioni di una mente criminale, pubblicato dalla Newton Compton, da cui è stato tratto l’omonimo spettacolo teatrale, per la regia di Marcello Cotugno, rappresentato al Todi Arte Festival 2009. Ha lavorato come assistente alla cattedra di Storia del cinema presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Il cadavere del lago è il suo nuovo romanzo.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,09
di 5
Totale 12
5
8
4
2
3
0
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giuseppe1940

    28/04/2020 15:12:43

    Giallo coinvolgente, anche se ciò che accade non sempre è convincente, con finale al di fuori della norma (per i gialli).

  • User Icon

    Pigi Napoca

    22/10/2019 13:36:46

    Un romanzo che coinvolge, secondo dettami non scontati, pur tenendo presente il retroterra dell'Hard boiled in una rivisitazione italiana, in cui i metodi eterodossi sono quelli di un commissario che a fatica rispetta regolamenti e pastoie burocratiche. L'atmosfera è crepuscolare, malinconica, ma non disperata. Ventura siamo noi, che ci avventuriamo nell'esistenza tra paure e speranze (quest'ultime spesso inconfessabili).

  • User Icon

    EuForia

    10/10/2019 06:49:05

    Un poliziesco scritto con uno stile chiaro e apprezzabile. Eccellente il protagonista, buoni anche i personaggi di contorno. Una sottotrama che accompagna piacevolmente l’indagine centrale di questa storia ben congegnata. Dopo aver seguito i fili di una trama bene ordita, l’immancabile colpo di scena. Cinque stelle. Consigliato.

  • User Icon

    EuForia

    10/10/2019 06:48:37

    Un poliziesco scritto con uno stile chiaro e apprezzabile. Eccellente il protagonista, buoni anche i personaggi di contorno. Una sottotrama che accompagna piacevolmente l’indagine centrale di questa storia ben congegnata. Dopo aver seguito i fili di una trama bene ordita, l’immancabile colpo di scena. Cinque stelle. Consigliato.

  • User Icon

    Fabio

    03/10/2019 13:52:19

    C’è molto della vita di ognuno nelle vicende personali del commissario Ventura, il protagonista de “il cadavere del lago” (e per questo cinque stelle). E ciò già presuppone un’impronta noir di questo thriller che mette al centro della storia un omicidio consumato sulle sponde del Lago di Albano. La vittima è un seminarista irlandese. Ben descritti la vita all’interno dell’istituto religioso e i comportamenti di alcuni prelati. Si ripetono alcuni motivi classici della letteratura di genere, ma sono ingredienti rassicuranti. Inaspettato il finale. Da leggere.

  • User Icon

    Fabio

    03/10/2019 06:48:10

    C’è molto della vita di ognuno nelle vicende personali del commissario Ventura, il protagonista de “il cadavere del lago” (e per questo cinque stelle). E ciò già presuppone un’impronta noir di questo thriller che mette al centro della storia un omicidio consumato sulle sponde del Lago di Albano. La vittima è un seminarista irlandese. Ben descritti la vita all’interno dell’istituto religioso e i comportamenti di alcuni prelati. Si ripetono alcuni motivi classici della letteratura di genere, ma sono ingredienti rassicuranti. Inaspettato il finale. Da leggere.

  • User Icon

    Repetita iuvant?

    22/09/2019 10:52:01

    Libro che ha poco e nulla di innovativo, sia come trama che come personaggi. Si ripetono i soliti cliché che ormai da decenni abbondano nel genere poliziesco/thriller, tra romanzi, serie TV e opere cinematografiche.

  • User Icon

    CarlaL

    18/04/2019 11:04:50

    È una storia dove l’elemento più importante non è solo risolvere un caso, ma ragionare sul male che si annida in ogni luogo, perfino il più insospettabile. Dove ci si dovrebbe sentire al sicuro e che invece diventa dimora di crudeltà, e chi ha il potere di fare qualcosa, preferisce girarsi dall’altra parte e far finta di nulla. Consigliato per chi ama il genere.

  • User Icon

    Susanna

    08/03/2019 10:01:50

    "Il cadavere del lago" è un thriller a tinte scure. Per il protagonista di Pennone, il commissario Ventura, l'oscurità è una cappa pesante in molte situazioni. Pennone avvince con la sua scrittura forte, decisa, comunicativa; affascina con una trama ricca di sorprese, di apparenze, di capovolgimenti; conquista con il suo personaggio principale, burbero, irriverente, tenace, testardo, che non si piega alla ragion di stato o alla ragion della croce, deciso a giungere alla verità anche in quest'indagine nonostante la pensione sia vicina, oltre le calunnie, facendo finta di non capire quei suggerimenti per una soluzione rapida che sembrano minacce.

  • User Icon

    Marcello

    04/03/2019 20:33:26

    Il romanzo è in una certa misura anche una sorta di studio psicologico del personaggio principale. Il taglio cinematografico con cui sembra concepita la storia, evidente già nella prima scena di setup, ha il compito di dare alcuni indizi per iniziare a inquadrare il protagonista. Ho trovato felice l’idea di ambientare la storia in un periodo vicino alle dimissioni di papa Ratzinger (2013), culmine di una stagione piuttosto difficile e controversa per la Chiesa, da tempo sotto tiro per via di diversi scandali (uno per tutti: quelli legati agli abusi sessuali ai danni di minori, che spesso hanno chiamato in causa il ruolo dell’allora cardinale Ratzinger). Al di là delle numerose concessioni ai tropoi del genere, l’idea è quella di creare e rappresentare sulla scena una personalità dai molti chiaroscuri e dalle molte contraddizioni. Non è un romanzo per chi è in cerca di storielle consolatorie. Lo definirei con un solo aggettivo: coraggioso.

  • User Icon

    Michela

    04/03/2019 09:12:33

    Bellissimoooo!!!

  • User Icon

    zocca giuliano

    03/03/2019 14:02:00

    Non fosse un tale compendio di omofobia e commenti sessisti potrebbe anche essere un buon libro. Sarebbe potuto essere anche meglio se, poi si fossero evitati i soliti stereotipi e luoghi comuni quali: il poliziotto che si innamora della bellona di turno; i troppi elementi di disturbo dalla pioggia incessante al terremoto, ai manifestanti sempre cattivi; il poliziotto dai modi poco canonici, ma in fondo buono anche se fondamentalmente fascistoide; la giudice, in quanto donna antipatica e asservita al sistema; la giustizia più tollerante nei confronti dei congiunti delle forze dell'ordine; il finale che non soddisfa nessuno. E' solo un romanzo irritante.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali