Salvato in 13 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Caduta libera
19,95 € 21,00 €
;
LIBRO
Dettagli Mostra info
Caduta libera 200 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
19,95 € Spedizione gratuita
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
21,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Tara
11,60 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
11,34 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
19,95 € Spedizione gratuita
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
21,00 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Tara
11,60 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
11,34 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Caduta libera - Nicolai Lilin - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Caduta libera Nicolai Lilin
€ 21,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Nel settembre dell'anno 1999 la Federazione Russa annuncia ufficialmente l'inizio della seconda operazione antiterroristica nel territorio della Repubblica Federativa della Cecenia e nella zone confinanti con il Caucaso del Nord. Lilin racconta quello che hanno vissuto i giovani dell'esercito russo in quel periodo, durante il loro servizio militare obbligatorio; e quello che hanno vissuto i civili, mentre nella loro terra operavano due eserciti nemici. L'autore di "Educazione siberiana" narra in presa diretta la vera faccia della guerra, quella che non si vede nei film, nei documentari, e che si vede solo a tratti nei reportage giornalistici o nei racconti degli osservatori di pace e dei difensori dei diritti umani. Racconta tutto in modo tale da permettere a ogni lettore di vivere i momenti della guerra, di attraversarla a fianco dei soldati, di sentirne l'oscenità sulla propria pelle. Mostrandone soprattuto le contraddizioni. Un libro che vuole essere apolitico, neutrale; che racconta la guerra, la vita e la morte, le ingiustizie, gli orrori e gli atti di onestà così come apparivano nella vita di ogni giorno in Cecenia; che descrive le sensazioni, la perdita dell'equilibrio, i cambiamenti dell'essere umano che avvengono nel caos, oltre i limiti dell'etica e della morale. Non un saggio storico, ma un romanzo costruito su particolari veri, con vite vere. Nicolai Lilin è nato nel 1980 a Bender, in Transnistria. Nel 2003 si è trasferito in provincia di Cuneo e nel 2009 ha scritto il romanzo "Educazione siberiana".
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
2 aprile 2010
326 p., Rilegato
9788806200633

Valutazioni e recensioni

3,59/5
Recensioni: 4/5
(27)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(10)
4
(6)
3
(5)
2
(2)
1
(4)
And the Oscar goes to ….
Recensioni: 3/5

Per scorrere, scorre, ma, con tutto rispetto per il vissuto, 330 pagine di videogame spara spara diventano difficili da sopportare.

Leggi di più Leggi di meno
Luca
Recensioni: 5/5

É un libro di una durezza incredibile. L'autore racconta la guerra da protagonista attivo senza preoccuparsi di essere condiviso o capito. Uno spaccato di lucida, obiettiva e orribile realtà che, come accenna nel finale, la gente comune non può nemmeno immaginare. E non è un racconto di lontani tempi passati, di conflitti appartenenti ad un'altra epoca, è la narrazione di uno dei molti conflitti dell'era moderna, forse per questo ancora più spaventosi.

Leggi di più Leggi di meno
Francesco
Recensioni: 5/5

Secondo libro che leggo di Lilin. Leggermente più lento di Educazione siberiana ma nonostante questo credo che sia ben scritto ed articolato. Per quanto concerne il contenuto è un vero colpo allo stomaco. Diretto e crudo mette i brividi e fa comprendere ancora una volta che la guerra non è mai giusta nè la soluzione. Grande Lilin.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,59/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(10)
4
(6)
3
(5)
2
(2)
1
(4)

La recensione di IBS

- Ti hanno già detto dove ti mandano?
- Il Colonnello ha detto che mi mandano nei sabotatori… - Ho risposto con voce sfinita.
Lui ha fatto una pausa e poi ha chiesto con agitazione:
- I sabotatori? Cristo Santo, ma che gli hai fatto? Cos’hai combinato per meritarti questo?
- Ho ricevuto un’educazione siberiana.


Dopo aver pubblicato nel 2009 il romanzo rivelazione Educazione siberiana, Nicolai Lilin, giovane tatuatore nato a Bender, nella ex Unione Sovietica, ma italiano d’adozione, torna alla docufiction dando alle stampe un romanzo, se possibile, ancora più duro e intenso di quello precedente. Nel suo primo romanzo Lilin è il giovane protagonista di una storia di formazione che lo vede aggirarsi tra gang di adolescenti, riformatori minorili e famiglie criminali giunte dai quattro angoli della Russia in quella terra di nessuno che è la regione della Transnistria. Ma l’esperienza della strada, per quanto dura, non è niente rispetto a quello che lo aspetta al compimento dei diciotto anni: la leva obbligatoria nell’esercito della Federazione Russa.
Bastano pochi mesi di durissimo addestramento perché Nicolai Lilin, detto Kolima, venga catapultato all’improvviso e per due anni nel mezzo di un conflitto sanguinoso. In Cecenia, e nelle zone confinanti con il Caucaso del Nord, l’Armata Rossa sta conducendo la seconda operazione antiterroristica contro i gruppi indipendentisti e i loro alleati. Il nemico da abbattere è dunque l’esercito dei ribelli ceceni, appoggiati dai terroristi islamici addestrati in Afghanistan e finanziati dagli Stati Uniti e dall’Europa, ma per i soldati della Federazione Russa ogni bersaglio di quella guerra è semplicemente un “arabo”.
Ancora una volta Lilin si ritrova immerso in una comunità ristretta di individui pronti a dimenticare le regole tipiche della convivenza civile per rispondere ad un’unica esigenza primaria - la sopravvivenza - e ad un unico imperativo morale - la fratellanza tra sabotatori. I sabotatori sono un corpo speciale delle truppe d’assalto che viene impiegato nelle azioni militari a sostegno delle prime linee, dei parà e degli esploratori, per compiere interventi di disturbo nei confronti del nemico. Loro non portano le divise dell’esercito, non hanno lo stesso equipaggiamento e non seguono gli ordini gerarchici. Ogni azione richiede una dotazione di armi diverse, così come ogni situazione richiede l’utilizzo di tattiche particolari che l’ufficiale in comando, il Colonnello Nosov, veterano della guerra in Afghanistan, ha appreso sul campo di battaglia. I sabotatori hanno bisogno di muoversi in fretta e senza lasciare tracce, sono freddi, spietati e imprevedibili, per loro muoversi al buio e di notte è normale. All’interno del corpo dei sabotatori Kolima, il siberiano, è un cecchino. I suoi compagni, Mosca, Scarpa, Zenit e gli altri, gli hanno insegnato tutte le tecniche per non soccombere durante la battaglia, ma la precisione e la calma necessarie ad ogni cecchino, la freddezza che ti consente di abbattere il nemico guardandolo dritto negli occhi, l’ha imparata andando a caccia con suo nonno tra i boschi della Siberia.
Nel caos delle azioni portate a termine nelle zone interne degli Urali, sui costoni delle montagne a precipizio o negli edifici abbandonati di città fantasma, un gruppo di giovani soldati impara a conoscere la linea sottile che separa la vita dalla morte, l’uomo dalla bestia. Nella distruzione totale, nel delirio delle violenze e delle torture, Kolima smette di riconoscersi come essere umano e nello stesso tempo inizia a comprendere le ragioni che stanno alla base di un conflitto iniquo e inutile.
La scrittura è disturbante e crudele, un’esperienza toccante capace di testimoniare la regressione di un uomo nella spirale della distruzione e della follia. Una discesa negli inferi senza precedenti in Italia, dove la narrativa di guerra non era mai stata così spietata e spogliata da ogni ideologismo, disarmata al cospetto della tortura della memoria e del rimorso.

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Nicolai Lilin

1980, Bender, Transnistria (Repubblica Moldava di Pridniestrovie)

Nicolai Lilin è uno scrittore russo, di origine siberiana, nato nel 1980 a Bender, in Transnistria (stato indipendente riconosciuto oggi come Repubblica Moldava, ma all’epoca facente parte dell’Unione Sovietica). Scrive in lingua italiana. Lilin è il suo pseudonimo, scelto in omaggio alla madre dell’autore, Lilia. In russo infatti Lilin significa “di Lilia”. Il suo vero nome, così come riportato all’anagrafe italiana, è Nicolai Verjbitkii.Nel 2003 si è trasferito in provincia di Cuneo, dove ha fatto il tatuatore, avendo studiato per tanti anni i tatuaggi della tradizione criminale siberiana e imparato le tecniche e i codici complessi che li regolano. Dal 2010 vive e lavora a Milano.Presso Einaudi ha pubblicato i romanzi...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore