Cara Ijeawele ovvero Quindici consigli per crescere una bambina femminista - Chimamanda Ngozi Adichie - copertina

Cara Ijeawele ovvero Quindici consigli per crescere una bambina femminista

Chimamanda Ngozi Adichie

Scrivi una recensione
Traduttore: A. Sirotti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 7 marzo 2017
Pagine: 96 p., Rilegato
  • EAN: 9788806234935
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 12,75

€ 15,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Adichie ha scritto un intenso pamphlet sotto forma di lettera, con uno sguardo confidenziale eppure politico.

«La maternità è un dono fantastico, ma evita di definirti solo in termini di maternità. Sii una persona completa.
In queste prime settimane da neo mamma sii gentile con te stessa. Chiedi aiuto. Pretendi aiuto. Non esistono le Superdonne.
Non dire mai a tua figlia che deve fare una cosa o che non la deve fare "perché sei una femmina". "Perché sei una femmina" non è mai una buona ragione. In nessun caso.»


Cosa significa essere femminista oggi? Per prima cosa reclamare la propria importanza, di individuo e di donna insieme; reclamare il diritto all'uguaglianza senza se e senza ma. E cosa significa essere una madre femminista? Non smettere di essere una donna, una professionista, una persona, e condividere alla pari la responsabilità con il proprio compagno. Mostrare a una figlia le trappole tese da chi la vuole ingabbiare per mezzo della violenza, fisica o psicologica, in un ruolo predefinito, e spiegarle che quel ruolo non ha nessun valore reale e che potrà scegliere di essere ciò che vorrà. Farle capire che la sua dignità non dipende dallo sguardo e dal giudizio degli altri e che la sua realizzazione non dipenderà dal compiacere quello sguardo. E significa soprattutto insegnarle che l'amore è la cosa più importante, ma che bisogna anche capire quando è il caso di battersi contro l'ingiustizia. Adichie ha scritto un intenso pamphlet sotto forma di lettera, con uno sguardo confidenziale eppure politico. La sua voce, che sa essere intima e allo stesso tempo universale, ha saputo dare vita a un manifesto necessario in un presente in cui dobbiamo imparare a vivere la differenza per poterci ancora dire umani.
4,5
di 5
Totale 10
5
5
4
5
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Paola

    08/03/2019 10:17:27

    Dovrebbe essere letto da chiunque, uomini e donne con o senza figli. Breve e intenso per stimolare riflessioni di un certo calibro.

  • User Icon

    federica

    21/02/2019 15:51:45

    E' piccolino e si legge in meno di un ora ma è potentissimo. Possono sembrare concetti semplici ma non lo sono affatto. Se tutti applicassimo questi 15 suggerimenti il mondo sarebbe più equo e non esisterebbe la mascolinità tossica.

  • User Icon

    Scorrevole e interessante

    28/12/2018 19:17:35

    Il tema del femminismo è trattato in modo molto pacato, chiaro e semplice. Il libro è molto scorrevole e leggero, si legge in fretta.

  • User Icon

    Francesca

    26/11/2018 10:57:52

    Acquistato quando sono diventata nonna di una bambina! Interessante la prima parte. La seconda contestualizzata in luoghi troppo diversi dai nostri quindi, poco attuabile.

  • User Icon

    Andrea

    21/09/2018 21:09:07

    Opera molto breve ma ricchissima di spunti di riflessioni. La Adiche dona, alla sua amica di infanzia da poco diventata mamma, quindici consigli per crescere la bimba in pieno stile femminista. Ad un primo impatto alcuni di questi consigli possono sembrare banali, ma dopo un'accurata riflessione, questi diventano un primo spunto per farsi strada nel migliore dei modi nella società ancora fortemente governata dagli uomini e dove la parità può sembrare un utopia ancora molto lontana. Il libro si legge in pochissimo tempo (in due ore o meno) essendo molto breve e scorrevole.

  • User Icon

    Federica

    20/09/2018 19:54:10

    Libro consigliatissimo. Ti insegna a riconoscere tutti quei piccoli errori che si fanno con una bambina anche senza rendersene conto.

  • User Icon

    Beb

    20/09/2018 19:35:52

    15 meravigliosi consigli, non solo per crescere una figlia femmista, ma per ognuno di noi. Per farci riflettere su questioni che noi diamo per scontate quando no, non dovremmo. Per superare gli stereotipi, specialmente quelli legati al genere. Per convincerci che siamo persone e che noi donne abbiamo lo stesso diritto degli uomini di fare quello che vogliamo. Super consigliato, a tutti.

  • User Icon

    Roberta

    17/09/2018 21:12:06

    Cara Ijeawele è una lettera che l’Adichie scrisse ad una sua amica (sotto richiesta della stessa) per darle dei consigli su come crescere una bambina femminista. Il libro è molto breve: attraverso 15 consigli, la Adichie passa dal quotidiano all’universale, e ogni consiglio è un pretesto per analizzare una questione. I consigli, come dice la scrittrice stessa, non sono semplici da mettere in atto, bisogna provarci, sforzarsi, a partire dal linguaggio che le stesse donne usano. Illuminante, per me, la differenza tra i vari tipi di femminismo.

  • User Icon

    Michela

    17/09/2017 10:52:19

    E' possibile ritrovarsi a fare un tifo da stadio per ogni capitolo di un libro? Decisamente sì. E mi è successo con questo libro della Adichie, di cui ho già letto Americanah e Dovremmo essere tutti femministi, e che quindi apprezzo già molto. Questo breve scritto della Adichie è preziosissimo, utilissimo, da far leggere a tutti i nuovi genitori che abbiano figli maschi o femmine. Una Bibbia da seguire nell'educazione dei figli, un libro che i professori dovrebbero IMPORRE ai propri alunni di leggere. Leggetelo tutti, indistintamente, in qualsiasi fascia d'età, è importante e necessario.

  • User Icon

    alex

    26/04/2017 07:28:19

    Poche pagine dense di preziosi suggerimenti educativi per crescere persone tolleranti, sensibili, con uno spiccato senso della giustizia e della comunità, in grado di sognare e di costruire un mondo che dia finalmente a tutti le stesse possibilità di realizzazione. Qui si va ben oltre il femminismo comunemente intenso, qui si parla di educazione alla civiltà ed è per questo che credo che tutti dovrebbero leggerlo: genitori, educatori di ogni livello e qualsiasi altra persona interessata al bene comune.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
Indice

Introduzione

I. Primo consiglio. Sii una persona completa

II. Secondo consiglio. Fatelo insieme

III. Terzo consiglio. Spiegale che l'idea di «ruoli di genere» è una grande sciocchezza

IV. Quarto consiglio. Guardati dai pericoli di quello che chiamo «Femminismo Light»

V. Quinto consiglio. Insegna a Chizalum a leggere

VI. Sesto consiglio. Insegnale a mettere in discussione la lingua

VII. Settimo consiglio. Non parlare mai del matrimonio come di un traguardo

VIII. Ottavo consiglio. Insegnale a bandire l'ansia di compiacere

IX. Nono consiglio. Da' a Chizalum un senso di identità

X. Decimo consiglio. Sii determinata nell'affrontare la questione del suo aspetto fisico

XI. Undicesimo consiglio. Insegnale a mettere in discussione l'uso della biologia a «giustificazione» delle norme sociali

XII. Dodicesimo consiglio. Parlale del sesso, e comincia presto

XIII. Tredicesimo consiglio. L'amore arriva, sta' in campana!

XIV. Quattordicesimo consiglio. Nel parlarle di oppressione, sta' attenta a non trasformare gli oppressi in santi

XV. Quindicesimo consiglio. Insegnale la differenza

  • Chimamanda Ngozi Adichie Cover

    Chimamanda Ngozi Adichie è nata ad Abba, in Nigeria, nel 1977 ed è cresciuta nella città universitaria di Nsukka. Là ha completato il primo ciclo di studi, poi proseguiti negli Stati Uniti.Già vincitrice di importanti premi con L'ibisco viola e Metà di un sole giallo (il Commonwealth Writers' Prize for Best First Book 2005, il primo, e l'Orange Broadband Prize 2007 e il Premio internazionale Nonino 2009, il secondo), entrambi pubblicati da Einaudi, con Americanah, il suo terzo romanzo, ha conquistato la critica aggiudicandosi il National Book Critics Circle Award 2013 e giungendo tra le finaliste del Baileys Women's Prize for Fiction 2014. Nel 2017 ha pubblicato, sempre per Einaudi, Cara Ijeawele, e nel 2009 una raccolta di racconti, The Thing Around... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali