Cartoline dalla fine del mondo. La nuova indagine di Enrico Radeschi

Paolo Roversi

Editore: Marsilio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,69 MB
  • Pagine della versione a stampa: 266 p.
    • EAN: 9788831709897
    pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

    Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

    Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
    Disponibile anche in altri formati:

    € 3,99

    Venduto e spedito da IBS

    4 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Descrizione
    Milano. Durante un esclusivo party all'interno del palazzo dell’Arengario, sede del museo del Novecento, uno degli invitati viene misteriosamente ucciso sotto il quadro Il quarto stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo. Il vicequestore Loris Sebastiani, incaricato delle indagini, capisce subito che in quel delitto qualcosa non torna e che avrà bisogno di aiuto per catturare il misterioso e geniale hacker che si fa chiamare Mamba Nero e tiene in pugno la polizia. Solo una persona può fare al caso suo: il giornalista e hacker Enrico Radeschi. È tempo che rientri in servizio, ovunque si nasconda. Così, dopo otto anni trascorsi da fuggitivo in giro per il mondo, Radeschi viene richiamato a Milano per seguire il complicato caso. Una vera e propria partita a scacchi con Mamba Nero, i cui delitti sempre più efferati sembrano direttamente ispirati da Leonardo da Vinci.

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Luisa

      28/05/2018 17:38:22

      Romanzo bellissimo, non conoscevo questo autore, scrive molto bene e la trama ti tiene incollato fino all'ultima pagina!!! Ora mi prenderò tutti gli altri romanzi che ha scritto!!! Grande Roversi!!!!

    • User Icon

      Giuseppe1940

      20/04/2018 13:19:30

      Bello, incalzante, avventuroso, angoscioso,...Assassino insospettabile fino alle ultime pagine, per il lettore. ma scoperto con osservazione attenta e ragionamento logico dal protagonista.

    • User Icon

      Iole

      11/04/2018 10:28:05

      Roversi anche questa volta ci tiene incollati al libro fino all'ultima pagina....per poi ricominciare!

    • User Icon

      RossaMina

      27/03/2018 11:07:33

      Dopo aver apprezzato "La confraternita delle ossa" sono andata a leggere a ritroso gli altri episodi di Radeschi: "Bluetango" non mi ha appassionato, in "La mano del diavolo" ho ritrovato invece la verve, "Niente baci alla francese" mi sono divertita a leggerlo con le canzoni indicate in sottofondo, in "L'uomo della pianura" troppe pagine dedicate alla storia parallela e assolutamente non mi è piaciuta la fine. In quest'ultima fatica troppe troppe volte citato il toscanello di Sebastiani, peccato per i pochissimi riferimenti alla terra natale, ma in complesso mi è piaciuto molto. Però... basta con ‘ste canne: Radeschi sei cresciuto!!!!

    • User Icon

      Mujerenlejendo

      26/03/2018 16:07:26

      Paolo ha un'abilità incontestabile: racchiude nello svolgersi delle imprese del nerd Enrico Radeschi le sue passioni, le sue competenze. In una Milano sospesa tra storia e tecnologia, tra fionde leonardesche ed avvenieriristici droni, il giovane Radeschi cerca di seguire le volubili tracce di un Mamba Nero, non dimenticando la sua passione per la birra e la buona cucina, la tecnologia e la storia dell'arte. Scritto, come sempre in modo scorrevole, Roversi ti incuriosisce e ti tiene stretto alla storia, offrendoti però anche la possibilità sia di immedesimarti nelle ricerche, di approfondire certi dettagli, sia di provare ad aiutare i protagonisti per arrivare alla soluzione del caso. Consiglio: provare a leggere il libro a Milano cercando luoghi, pietanze, birre, ed opere d'arte che vengono citate

    • User Icon

      Michele Di Marco

      19/01/2018 19:07:41

      Una copertina bellissima, con sfumature di nebbia da cui emerge la silhouette del redivivo Radeschi in sella al suo mitico Giallone. La sede di un’affermatissima impresa dell’high tech, guidata da un genio senza scrupoli. Un serial killer spietato e abilissimo nella creazione di enigmi. Un’indagine serrata che mischia metodi tradizionali e sofisticatissime tecniche anti hacking, fino all’incursione nei meandri del Deep Web, dove tutto si paga in bitcoin. Un Danese che in realtà è cipriota, o forse greco, e in ogni caso ha tanti amici russi. Un cane grande anzianotto, l’amatissimo Buk, e Rimbaud, il suo nuovo piccolo amico. Una cugina un po’ facilina e una giornalista sensuale e molto professionale. Tanti, ma tanti sigari nervosamente smozzicati dal vicequestore Sebastiani. Qualche scazzottata, e un duello all’ultimo sangue ad altissimo tasso alcoolico. Un serpente africano noto per il suo letale veleno. Una spedizione di archeologia animata dalle grazie delle volontarie. Qualche famiglia disastrata, con annessi rancori, espressi e latenti. Il giusto numero di equivoci per depistare gli inquirenti, e anche i. Leonardo da Vinci, i suoi capolavori e le tante tracce che ha lasciato a Milano, facendo la felicità di chi, come Paolo Roversi, ama indagarne la storia più profonda (e non solo quella della mala)… …. e tanta, ma tanta altra roba, in ordine sparso, che scoprirete leggendo: sono gli ingredienti sapientemente cucinati dall’autore (o dal Radeschi cuoco provetto?) per ottenere questo giallo tradizionale – delitti perfetti, tipo “camera chiusa” – ma modernissimo, persino con qualche spiegazione per dummies di termini informatici e ritrovati tecnologici. Un romanzo che parte tranquillo, per riallacciare i fili con la storia del protagonista, poi procede in crescendo secondo l’evoluzione dei crimini e delle indagini, infine conquista al punto da non poterlo lasciare finché non si è finito di divorarlo. E, per fortuna, contiene già la promessa di una futura avventura.

    • User Icon

      Alessia

      19/01/2018 11:04:51

      Bella e originale la trama, concitato il ritmo e mai banale nei passaggi, e con un filo di ironia che non guasta mai, questo thriller è anche un inno d'amore che Roversi scrive alla sua città: Milano è sullo sfondo, ma è contemporaneamente protagonista e filo conduttore di tutte le avventure di Enrico Radeschi. Ancora un ottimo giallo, da bersi alla calata come farebbe Radeschi con una birra artigianale sui Navigli, o da gustare a poco a poco, come un buon Chianti del nostro Sebastiani!

    • User Icon

      Paola

      19/01/2018 06:31:26

      Finalmente è tornato Radeschi! letto tutto d'un fiato! Come tutti i grandi scrittori (Carrisi, Browm ecc) anche Paolo Roversi tratta il tema del lato oscuro del web e dei famosi bitcoin. Questo libro ha molti lati positivi: - la trama tratta di qualcosa di attuale e quotidiano. - riprende alcuni tratti caratteristici - c'è anche dell'ironia (non guasta mai!) - c'è la sfida (che ti porta a rimanere attaccato al libro fino all'ultima frase). Che dire: il libro è molto bello e lo consiglio vivamente!

    • User Icon

      Rosanna

      18/01/2018 08:18:03

      “Ho bisogno di sparire.”......”Da questa cosa non si torna indietro. Ne sei consapevole?”.......”Si.” ...Paolo Roversi ci regala un nuovo caso per il giornalista investigativo/hacker Enrico Radeschi che scuote la curiosità del lettore fin dalla prima riga. Un libro dall’ impatto iniziale forte e deciso ma che a poco a poco lascia spazio alle vicende che coinvolgono volti nuovi e personaggi del passato, Buk compreso, mantenendosi sempre avvincente e scorrevole. Affascinante anche il binomio tra il mondo cibernetico e il genio di Leonardo da Vinci, filo conduttore di tutta la vicenda, che darà filo da torcere al vicequestore Loris Sebastiani...o meglio...sigaro da masticare..

    • User Icon

      Bea

      17/01/2018 15:51:22

      Questa volta Radeschi, il giornalista di nera col pallino delle tecnologie e dell'indagine, deve sparire per sopravvivere. Ma non può durare. Una nuova inchiesta avventurosa lo richiama alla realtà del suo mondo milanese. In poco più di 250 pagine si svolge tutta l'azione, tra i musei milanesi e le viuzze ben descritte. Un linguaggio appropriato ma non banale contraddistingue questo nuovo noir, ricco di suspense e di colpi di scena. I personaggi sono più o meno gli stessi dei precedenti romanzo, sempre ben delineati e descritti, ora accompagnati da nuove entrate che spero possano essere confermate. Come Darla, una cronista in gamba anche se meno aggressiva di Radeschi. Una lettura accattivante ed affascinante che non ti molla e ti lascia senza fiato fino all'ultima pagina. Un ottimo lavoro compiuto da Roversi.

    • User Icon

      Alessandro

      10/01/2018 12:00:53

      Libro ben scritto, scorrevole. con una giusta tensione di sottofondo, incalzante, che tiene ben incollati alle pagine e alla storia. Tornano diversi personaggi del passato del protagonista..e anche qualcuno di nuovo. Un libro che si legge velocemente, senza fatica, e logico nei suoi passaggi "gialli". Radeschi è definitivamente tornato!

    Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione