Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Salvato in 389 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
La casa della moschea
15,72 € 18,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+160 punti Effe
-15% 18,50 € 15,72 €
Disp. in 5 gg lavorativi Disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,72 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
18,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
IL LIBRO di DALLAVALLE SRL
17,57 € + 3,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Diraco Store
17,64 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
17,57 € + 5,95 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
18,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
18,50 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
18,50 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
18,50 € + 8,50 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,72 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
18,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
IL LIBRO di DALLAVALLE SRL
17,57 € + 3,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Diraco Store
17,64 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
17,57 € + 5,95 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
18,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
18,50 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
18,50 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
18,50 € + 8,50 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
La casa della moschea - Kader Abdolah - copertina

Descrizione


«Era una grande casa. Lì, per secoli, famiglie dello stesso sangue avevano vissuto al servizio della moschea.»

«Ho scritto questo libro per l'Europa. Ho scostato il velo per mostrare l'Islam come modo di vivere... un Islam moderato, domestico, non quello radicale.» È tornando all'Iran delle sue radici che l'autore migrante di Scrittura cuneiforme si fa tramite tra culture, raccontando l'epopea di un'influente famiglia persiana i cui destini s'intrecciano alla storia del suo popolo, una saga che fa vivere dall'interno e capire le trasformazioni cruciali di un paese sempre al centro degli equilibri mondiali, negli anni che vanno dallo sbarco sulla Luna alla fine della guerra con l'Iraq, dal regime dello scià al post-Khomeini. Un romanzo che ha affascinato i lettori olandesi al punto da votarlo come secondo miglior libro mai scritto nella loro lingua, e con cui Abdolah segna la sua sofferta e complessa riconciliazione con il proprio passato. È Aga Jan il personaggio centrale, ricco mercante e capo del bazar di Senjan, nel cuore della Persia, patriarca della casa della moschea, dimora secolare dove regna l'armonia delle antiche tradizioni e, all'ombra dei minareti, si annodano amori, matrimoni, sogni, tresche e preghiere come i fili dei tappeti. Finché il vento della Storia irrompe nella casa e trascina con sé i figli della moschea, rendendoli protagonisti degli eventi più drammatici. Se il nipote Ghalghal diventerà addirittura braccio destro di Khomeini, nessuno si sottrae alle responsabilità del momento: chi lotterà contro l'oppressione, chi ne sarà strumento, chi farà esplodere i cinema e chi con la sua videocamera registrerà i fatti che faranno il giro del mondo. Solo il saggio e paziente Aga Jan rimane nell'occhio del ciclone, testimone del presente e custode del passato, fedele alle sue radici e a una religiosità che offre un'immagine dell'Islam ben diversa da quella trasmessa dai media occidentali, una fede profondamente umana.

COME COMINCIA
Alef Lam Mim. C'era una volta una casa, una casa antica, che si chiamava "la casa della moschea".
Era una grande casa, con trentacinque stanze. Lì, per secoli, famiglie dello stesso sangue avevano vissuto al servizio della moschea.
Ogni stanza aveva una funzione e un nome corrispondente a quella funzione, come la stanza della cupola, la stanza dell'oppio, la stanza dei racconti, la stanza dei tappeti, la stanza dei malati, la stanza delle nonne, la biblioteca e la stanza del corvo.
La casa sorgeva dietro la moschea, addossata al muro. In un angolo del cortile una scala di pietra portava al tetto piatto, dal quale si poteva raggiungere la moschea.
E al centro del cortile c'era una howz, una vasca esagonale dove gli abitanti della casa si lavavano le mani e il viso prima della preghiera.
Adesso la casa ospitava le famiglie di tre cugini: Aga Jan, il mercante a capo del bazar tradizionale della città, Alsaberi, l'imam della casa e guida della moschea, e Aga Shoja, il muezzin.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2008
28 agosto 2008
466 p., Brossura
9788870911633

Valutazioni e recensioni

4,65/5
Recensioni: 5/5
(31)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(23)
4
(5)
3
(3)
2
(0)
1
(0)
ilaria
Recensioni: 5/5
Capolavoro

Amavo già la scrittura di Abdolah ma questo libro, per stile e storia, è il mio preferito. Ambientato in Iran in un periodo che va dagli anni dello scià Reza Pahlavi alle rivoluzioni religiose, racconta di una famiglia moderata e influente che cerca di mantenere un equilibrio e una tranquillità in un paese in trasformazione e che non tollera più chi si schiera per la pace. Emergono tutte le contraddizioni di un popolo incomprensibile agli occhi occidentali, ma che tuttavia si può provare ad avvicinare conoscendone la storia, e questo libro mi è sembrato un ottimo punto di partenza per approfondire certi argomenti. L'umanità con cui Abdolah racconta i personaggi a mio parere è commovente.

Leggi di più Leggi di meno
Marita
Recensioni: 5/5
Consigliato

Tratta del periodo delicatissimo dalla fine del regno dello Scià Reza Pahalavi all'avvento del regime Khomeinista, quindi dell'integralismo islamico, visti con gli occhi e il cuore dal capo della casa della moschea e capo del bazar, Aga Jan. Il protagonista è una persona molto rispettata, tranquilla, molto colta, aperta ai cambiamenti, un islamico moderato che vede distruggere la poesia e l'amore della tradizione della casa. La conclusione apre ad un futuro di speranza. Libro stupendo.

Leggi di più Leggi di meno
Augusto
Recensioni: 4/5
Interessante

La casa della moschea è un libro molto interessante, direi pensato e costruito per il mondo occidentale (la prima metà del libro in pratica è una sorta di introduzione al mondo islamico). Consigliato

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,65/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(23)
4
(5)
3
(3)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica

Nel 2017, all’indomani della strage sul Ponte di Westminster, un quotidiano titolò: “L’Islam ci rifà la festa”. Per chi ignora quanto vario, contrastato e conflittuale sia il mondo musulmano e l’interpretazione di quella religione, per chi volesse finalmente scoprire quanto sia insulso (eufemismo…) generalizzare scambiando qualche manipolo di fondamentalisti per “l’Islam”, un consiglio di lettura: il romanzo – non recentissimo – dell’iraniano Kader Abdolah La casa della moschea (512 pagine, 18,50 euro) edito da Iperborea. O il meno impegnativo ascolto dell’audiolibro, ora nel catalogo-novità della Emons (durata 13h 51min, 15,90 euro in cd o 9,54 in download) che s’è affidata all’interpretazione dell’attore napoletano Lino Musella.

All’ombra della “casa” si consuma nella città di Senjan una saga familiare che attraversa il sanguinoso passaggio dell’Iran dal regime filoccidentale dello scià Reza Pahlavi a quello teocratico dell’ayatollah Ruhollah Khomeini. Di terrore in terrore. Il protagonista principale, il mercante di tappeti Aga Jan, vive intanto con devozione e sofferenza la sua fede mite nel Corano. Un testimone dello scontro tra moderati e integralisti che non appartiene soltanto a quella religione, peraltro segnata da una secolare faida tra sciiti e sunniti. Nella seconda metà del “secolo breve”, dunque, la Storia di una rivoluzione e di un Paese si compie pretendendo, ancora una volta, uno spaventoso tributo di vite umane. Quattro mura contengono un mondo intero: «Il dolore avvolgeva la casa come un chador nero – sono alcune righe del romanzo – Nessuno parlava, nessuno piangeva, nessuno rompeva il silenzio, ma c’era qualcuno che salmodiava incessantemente”.

Kader Abdolah è lo pseudonimo di Hossein Farahani, intellettuale persiano costretto all’esilio da rifugiato politico nei Paesi Bassi per la sua narrazione della ferocia del sistema. Scià o ayatollah, poco importa. La denuncia politica, comunque, rappresenta una missione collaterale per Abdolah che affida a La casa della moschea un altro scopo: «Ho scritto questo libro per l’Europa – spiega nella prefazione – Ho scostato il velo per mostrare l’Islam come modo di vivere. Un Islam moderato, domestico, non quello radicale». Nella postfazione al libro edito da Iperborea, invece, la traduttrice e docente universitaria Elisabetta Svaluto Moreolo sottolinea “l’urgenza di Abdolah di rendere testimonianza a sé stesso e allo spirito di Aga Jan, che vive in lui, della propria storia e di quella dell’Iran, così indissolubilmente legate”. «Scegliendo di narrare le vicende politiche e religiose del suo Paese – aggiunge la studiosa – riesce magistralmente nel suo obiettivo… in un’opera di grande respiro, un’autentica epopea individuale e corale. È il nitore dei ricordi e della scrittura che li traduce sapientemente in racconto a permettere al lettore di muoversi tra le mura di una casa in parte sospesa nel tempo, in parte calata nella storia».

Recensione di Gerardo Marrone

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Kader Abdolah

1954, Arak

Kader Abdolah è uno scrittore iranian. Ha pubblicato due libri nel suo paese prima di essere costretto all’esilio. Perseguitato prima dal regime dello Scià, successivamente dagli ayatollah, è arrivato in Olanda nel 1988 come rifugiato politico seguendo l’invito delle Nazioni Unite. Da allora ha scritto e pubblicato in nederlandese: la raccolta di racconti De adelaars (Le aquile, Aer Edizioni, 2002) si è aggiudicata il Premio Het Gouden Ezelsoor 1993 per l’opera d’esordio più venduta; fanno seguito una seconda raccolta, De meisjes en de partizanen (Le ragazze e i partigiani, 1995) e i romanzi, tutti pubblicati in Italia (o in corso di pubblicazione) da Iperborea. Con La casa della moschea ha vinto il Premio Grinzane Cavour nel 2009....

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore