Recensioni La casa delle voci

  • User Icon
    16/01/2020 09:50:52

    Donato Carrisi non si smentisce ogni libro a mio parere è un piccolo capolavoro, sia per l'argomento trattato sia per la scrittura scorrevole e appassionante. Letto il tre giorni.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    KSM
    15/01/2020 17:25:51

    Primo libro che leggo di Carrisi, non ho molto da dire se non che l'ho divorato in un giorno! Ho apprezzato molto la sua scrittura, sicuramente leggerò anche gli altri suoi romanzi!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/01/2020 15:01:38

    Trama inverosimile, banale e campata per aria. Tante le incongruenze che ci sono in questo testo, sull’epilogo sorvoliamo direttamente. Mi dispiace ma è un no netto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/01/2020 11:28:11

    Emozionante! Un thriller psicologico di alto livello. Quando ti sembra di aver capito la svolta della trama, ecco che resti spiazzato da nuovi elementi. È il primo libro che ho letto di Carrisi, mi ha presa completamente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/01/2020 18:05:42

    Il “maestro delle ombre” compisce ancora! A mio parere le letture di Carrisi sono per pochi. Non perché solo pochi possano apprezzare a pieno la scrittura da maestro di Donato, ma perché i tanti hanno paura di ciò che egli scrive. “Viaggiare” nella propria psiche ad alcuni intimorisce e purtroppo o per fortuna questo scrittore sa bene come scardinare la nostra mente. Le “Voci” risuonano e alcuni preferiscono ascoltarle, altri non farci caso e ignorarle, altri ancora ne negano l’esistenza.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/01/2020 15:07:05

    Carrisi non delude mai ... letto in due giorni

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/01/2020 09:08:00

    mi piace come scrive Carrisi. pero' non mi e' piaciuta la trama, inverosimile , banale , a tratti noiosa, con un finale " messo li......". peccato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/01/2020 07:15:10

    Bella storia, scritto bene, a me è piaciuto molto. Bravo Carrisi!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/01/2020 21:38:33

    una conferma assoluta. con un gusto particolare dovuto all'area di paranormale

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/01/2020 07:23:55

    Stupendo! Avvincente fino alla fine. Affronta un tema molto delicato come quello dei cosidetti manicomi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/01/2020 19:58:33

    Senza dubbio il libro è scritto molto bene, capitoli brevi con finale ad effetto per invogliare a voltare pagina, prosa semplice e accattivante... ma la storia è proprio inverosimile e surreale, il finale affrettato. Ho avuto la sensazione fastidiosa di uno scrittore obbligato a produrre e alla ricerca di qualche idea per stupire il lettore, solo che il tutto risulta forzato. Peccato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/01/2020 12:59:11

    Bellissimo! Non so se si può definire thriller o noir o altro, ma è sorprendente. Storia architettata benissimo, sorprese continue e personaggi perfetti. Davvero bello!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/01/2020 12:48:30

    Ho letto praticamente tutto Carrisi e, mi spiace dirlo, ma quando esce dai due cicli (Mila Vasquez e Marcus/Sandra) ottiene sempre lo stesso risultato. Un po' come era successo per La Ragazza Nelle Nebbia, anche qui Carrisi imbastisce una storia con una trama avvincente e intrigante (ho letto il libro in un giorno), con una scrittura scorrevole e lineare, salvo bruciarsi clamorosamente sul finale. Un finale frettoloso, che lascia senza risposta le mille domande che ci si pone leggendo ed è talmente banale che, di fatto, rende inutilmente machiavellica una trama che, lo ribadisco, fino a quel momento mi ha tenuta col fiato sospeso. I fuochi d'artificio che mi aspettavo si sono rivelati petardi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/01/2020 16:23:13

    La capacità narrativa e di creare suspance di Carrisi resta indiscutibile; non è mai stata intaccata dal tempo, fin dal suo primo grande successo. Tra alti e bassi, ricerca di protagonisti seriali più o meno riusciti, trame articolate, ricerca del colpo di scena a tutti i costi, l'autore italiano si è sempre difeso. E anche in questo libro la lettura non è mai pesante, grazie alla prosa leggera e frizzante, con capitoli veloci e spesso chiusi con frasi o momenti ad effetto. Peccato che le tematiche e gli argomenti trattati, assieme alle metodologie con cui vengono usati e mixati, sono ormai abusati nei tempi attuali, da altri autori e da Carrisi ancor di più. Lo psicologo coinvolto, i giochi mentali, le verità sepolte, l'ipnosi sono argomenti che ormai coinvolgono poco, stupiscono ancora meno e, purtroppo l'autore li riesuma quasi sempre negli ultimi romanzi ed iniziano ad essere stancanti. A dispetto di un'ottima idea che regge tutto il racconto, Carrisi inciampa nel ripetitivo narrativo e in certi punti il racconto risulta più stucchevole che perturbante. Alcuni colpi di scena sono sicuramente riuscitissimi, ma alcuni, si scopre, sono solo fini a se stessi, tanto da risultare inesplicabili. Come alcuni elementi finali che sono lasciati alla deduzione del lettore, se non al paranormale. Insomma, il romanzo di Carrisi non è inseribile tra i migliori, ma avvince, resta una lettura piacevole, a patto che non ci si aspetti la novità assoluta, come fu IL SUGGERITORE; forse l'autore è diventato schiavo delle strutture contemporanee, ma resta un vanto italiano del thriller e una delle voci del nostro panorama che resta comunque a buoni livelli. Consigliato a chi non è stanco del thriller psicologico e cerca un romanzo senza pretese di innovazioni narrative e strutturali, pur apprezzando l'impianto generale ben gestito; sconsigliato a chi vuole un racconto "nuovo" e si aspetta un thriller a tinte inedite, nostalgico dei primi successi di Carrisi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/01/2020 12:25:32

    Fantastico, oltremodo avvincente. Non si riesce a smettere di leggerlo. Solitamente l'ennesima pubblicazione di un autore difficilmente è all'altezza dei primi libri ma questa è di più. Ogni pagina è un colpo di scena. Lo consiglio davvero.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/01/2020 11:42:48

    La storia narrata è accativante e le pagine scorrono con facilità. Libro a tratti ipnotico. Il lettore che si approccia a questo racconto pensando di trovare Marcus o Mila ne resterà però deluso. Con questo libro Carrisi si è allontanato dallo schema narrativo che lo ha reso famoso, anche se vi sono alcuni echi provenienti dai suoi precedenti racconti, soprattutto da "L'uomo del labirinto" e da "La donna dei fiori di carta". È stato definito uno psico-thriller, ma l'etichetta - come sempre - non gli si attaglia alla perfezione, in quanto per larghi tratti non segue gli stereotipi del genere. Da leggere senza pregiudizi - positivi e negativi- di sorta. Consigliato

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/01/2020 11:11:46

    È un libro stupendo e non mi ha delusa. Ho letto praticamente tutto di Carrisi e questa volta l'ho trovato più introspettivo. Merita davvero!!!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/01/2020 12:53:24

    Non delude come gli altri libri di Carrisi. Lettura magnetica, ti cattura fino alla fine, l'autore in questo è bravo. Trama intricata che non ti lascia andare un attimo. Molto appassionante. Consigliatissimo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/12/2019 16:02:31

    Di Carrisi ho letto di meglio. Non è un thriller, non si può definire tale, ma un'altra storia di psicologia e ipnosi. E direi che tra ipnosi e suggestione Carrisi ne ha già scritto a sufficienza... sarebbe ora di cambiare sfondo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/12/2019 14:54:05

    Buon libro, lettura molto scorrevole, invita a leggerlo sino alla fine.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/12/2019 09:01:24
  • User Icon
    30/12/2019 13:25:16

    Il caro Donato Carrisi che scriveva libri carichi di adrenalina non so dove sia finito. Questo libro è una profonda delusione. Se vi piacciono gli psico- thriller investite questi soldi diversamente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/12/2019 19:25:22

    Bello davvero, una storia che prende dall'inizio, ho letto praticamente tutti i libri di Carri si e anche questa ultima opera non mi ha delusa

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/12/2019 18:32:55

    Si legge tutto d'un fiato. È tutto psicologico... ma... mah! Mi è mancato il Thriller e, seppur avvincente, non è all'altezza di tutti gli altri. Spero stia già lavorando al prossimo della serie con Mila Vasquez!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/12/2019 14:21:25

    Meraviglioso!! Dalla prima all’ultima pagina!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/12/2019 09:04:33

    Bocciato, l'autore ha perso l'originalità propria dei primi romanzi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/12/2019 11:43:29

    Ancora una storia di ipnotismo e manipolazioni!!!! Carrisi è abilissimo nello scrivere questi libri ma per me dovrebbe cambiare. La trama di questo libro, secondo me, è piena di lacune, e di particolari che non vengono spiegati, in alcuni momenti anche assurdi, come quello della crema di nocciola, e nel complesso contenuto povero e, conoscendo lo scrittore, finale molto intuibile.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/12/2019 09:27:05

    Pessimo, ingarbugliato, davvero povero dal punto di vista letterario. Storia banale e senza senso, che punta tutto sul colpo di scena a effetto per tenere il lettore incollato alle vicende narrate. La faccenda delle voci e delle ipnosi poi, è divenuta una noiosissima costante nei romanzi di Carrisi, che, spiace dirlo, ha smarrito l’originalità di un tempo. Bocciato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/12/2019 16:42:46

    CAPOLAVORO ASSOLUTO. Carrisi si rinnova: una trama nuova, un'atmosfera gotica e piena di tensione, personaggi inquietanti e realistici.. questa nuova piega presa dall'autore è davvero irresistibile, il libro ti travolge, Pietro Gerber ti resta nel cuore. 10 e lode!!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/12/2019 15:51:48

    Spiace. Spiace molto, ma questo romanzo non è assolutamente al livello di nessuno degli altri. In primo luogo non è un thriller, ma la descrizione (complicatissima e faticosissima da seguire) di un percorso di ritrovamento del proprio passato che si rivelerà assurdo da parte del protagonista (antipaticissimo). In secondo luogo, questa storia degli ipnotizzatori ha stufato. Assegno un voto "nella media" perché sono affezionato a Carrisi, uno dei miei autori preferiti e spero nella riscossa. Forse deve prendersi un periodo di pausa

    Leggi di più Riduci