La casa ideale di Robert Louis Stevenson. Ediz. illustrata

Tullio Pericoli

Editore: Adelphi
Anno edizione: 2017
Pagine: 68 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788845932113
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Questo piccolo libro è forse il lavoro più personale, e anche più segreto, di Tullio Pericoli. E lo è al punto che, a tredici anni dalla sua prima edizione, Pericoli ha deciso di ridisegnarlo, avvicinandolo in modo ancora più preciso all'idea da cui era nato.

Allora, infatti, La casa ideale era stato presentato come un piccolo film tutto di carta su Robert Louis Stevenson, e sulla sua fantasia dello spazio in cui sarebbe possibile una vita perfetta. Bene, quel piccolo film oggi Pericoli lo ripresenta nella veste in cui si è reso a poco a poco conto di averlo sempre pensato: in un bianco e nero assoluto, cioè, dove le immagini si possono anche leggere, e le parole – a loro volta presentate come fotogrammi – si possono anche guardare. Da un punto qualsiasi fra quelle due pellicole parallele è ricominciato il sogno di Pericoli e Stevenson: e da un altro punto ancora può ricominciare, adesso, quello del lettore.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 12,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    06/12/2017 07:36:25

    La confessione del Maestro Pericoli a inizio libro indica già la misura dell'unicità e della bellezza del suo lavoro: "Io ho due schemi davanti quando leggo, quello delle parole e quello delle immagini". E' senz'altro un privilegio nel quale l'orizzonte interiore subito si allarga, la visione affiora attraverso un dettaglio oscuro e può intuire di colpo un giro di vento nei capelli, un viaggio dilatato dentro l'occhio, una sorpresa incredibile racchiusa nel mantello. Quella gioia rara di impersonare con la magia di una matita "il multiforme ingegno" di uno spirito raro, il carattere impresso alle sue pagine, i suoi spazi, le sue ombre, i suoi sogni. Stevenson è un universo. La lunghezza del suo viso, il suo sguardo triste e quasi emaciato, la postura alta ad indicare qualcosa di nobile e importante, ma è ciò che nascondono le sue febbri e il suo talento il vero sorprendente capolavoro di ogni sua riga: la smorfia sofferta di Jekill nella sua trasformazione, quei sottoscala sinistri che si lasciano alle spalle le fitte nebbie londinesi già inquietanti, o ancora mappe invitanti e sconosciute ed enigmi racchiusi in vite singolarissime, ragazzi aperti alla scoperta del mondo e prove immediatamente non semplici nel loro destino. Un mondo! Pericoli, come da una finestra, inizia a stendere sul foglio spunti e richiami aperti a mille curiosità: isole, vegetazioni, cieli e navi, incubi e agguati come uno stormo di fantasie stupende sgorgate da tempie non comuni, quella bravura simile a un'intesa segreta o a un laccio incantato che lega il racconto all'animo di colui che se ne immerge. Consiglio naturalmente di abbracciare i due mondi, leggere cioè Stevenson e poi immergersi negli angoli onirici dai quali Pericoli scruta lo scrittore. Ne uscirete migliori, divertiti, avvolti in una coltre di contentezza intraducibile, qualcosa come un ritorno a brividi d'infanzia, ad anni più distesi, a quegli echi salvifici dove, per qualche lungo momento, ritroviamo noi stessi.

Scrivi una recensione