copertina

Un caso speciale per la ghostwriter

Alice Basso

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Garzanti
Anno edizione: 2020
Formato: Tascabile
In commercio dal: maggio 2020
Pagine: 384 p., Brossura
  • EAN: 9788811812081
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 12,35

In uscita da: maggio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Per Vani le parole sono importanti. Nel modo in cui una persona le sceglie o le usa, Vani sa leggere abitudini, indole, manie. E sa imitarlo. Infatti Vani è una ghostwriter: riempie le pagine bianche di scrittori di ogni genere con storie, articoli, saggi che sembrino scaturiti dalla loro penna. Una capacità innata che le ha permesso di affermarsi nel mondo dell'editoria, non senza un debito di gratitudine nei confronti dell'uomo che, per primo, ha intuito la sua bravura: Enrico Fuschi, il suo capo. Non sempre i rapporti tra i due sono stati idilliaci, ma ora Vani, anche se non vorrebbe ammetterlo, è preoccupata per lui. Da quando si è lasciato sfuggire un progetto importantissimo non si è più fatto vivo: non risponde al telefono, non si presenta agli appuntamenti, nessuno sa dove sia. Enrico è sparito. Vani sa che può chiedere l'aiuto di una sola persona: il commissario Berganza. Dopo tante indagini condotte fianco a fianco, Vani deve ammettere di sentirsi sempre più legata all'uomo che l'ha scelta come collaboratrice della polizia per il suo intuito infallibile. Insieme si mettono sulle tracce di Enrico. Tracce che li porteranno fino a Londra, tra le pagine senza tempo di Lewis Carroll e Arthur Conan Doyle. Passo dopo passo, i due scoprono che Enrico nasconde segreti che mai avrebbero immaginato e, soprattutto, che ha bisogno del loro aiuto. E non solo lui. Vani ha di fronte a sé un ultimo caso da risolvere e fra le mani, dalle unghie rigorosamente smaltate di viola, le vite di tutte le persone cui ha imparato a volere bene.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,44
di 5
Totale 27
5
16
4
7
3
4
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alessia Scrivere mi piace

    30/12/2019 10:28:47

    Adoro tutta la saga, Alice ha creato dei personaggi indimenticabili. Amo Vani Sarca, e la porterò sempre nel mio cuore. Questo finale mi ha rubato il cuore, ho quasi pianto dalla gioia. E' un finale perfetto, che incastra tutti i pezzi al posto giusto.

  • User Icon

    Nicoletta

    20/11/2019 16:53:45

    L'arguzia e l'ironia che Alice Basso mette nelle sue storie è spettacolare. Riesce ad unire la delicatezza dei sentimenti con l'intelligenza a cui nulla sfugge quando segue un caso. Tra una giovane amica che l'ammira ed il compagno che vorrebbe creare un nuovo nido d'amore solo per loro, Vani saprà trovare il giusto equilibrio per non dover fare rinunce nella sua vita.

  • User Icon

    luca

    13/11/2019 20:26:06

    Veramente bello. La lettura è piacevolmente scorrevole quasi troppo, lo si finisce subito. Avvincente dove si riscopre l'altruismo per gli altri. Mi sono anche commosso debbo ammetterlo, lo consiglio, è il coronamento della saga Vani Sarca.

  • User Icon

    Moky

    24/09/2019 07:23:44

    Vani Sarca è eccezzionale. Vorrei tanto essere come lei. Adoro tutti i libri di Alice Basso.

  • User Icon

    Marghe

    23/09/2019 09:36:54

    Vani è sempre formidabile e unica. Consiglio di leggere dal primo all'ultimo i libri della Basso che sono spassosissimi .

  • User Icon

    Simone

    22/09/2019 18:27:09

    Il libro che chiude la serie sulla ghostwriter più cinica e ironica degli ultimi tempi presenta caratteristiche che lo pongono sulla scia dei precedenti: originale e divertente, tocca anche qualche corda emotiva scoperta che non guasta. Un'ottima conclusione per Alice Basso!

  • User Icon

    Andrea

    22/09/2019 03:58:43

    Ho letto tutta la serie. È molto piacevole, uno stile scanzonato. Forse i libri sono un pochino ripetitivi nella struttura ma per trascorrere qualche ora di relax sono perfetti.

  • User Icon

    Andrea

    21/09/2019 18:01:42

    Secondo me libro meno divertente dei precedenti. Questa volta ho fatto un po’ fatica ad arrivare in fondo, anche se l’autrice è sempre molto brava a creare situazioni particolari e a sfruttare a meraviglia i caratteri di Vani e degli altri soliti personaggi.

  • User Icon

    Annamaria

    21/09/2019 14:48:58

    Dal mio blog, La Tana di una Booklover: Con questa avventura, infatti, l'autrice ha preso tutti i motivi per cui i suoi lettori si sono innamorati di Vani e li ha rimessi insieme, facendoci capire che, proprio come la giovane Morgana, anche noi ci siamo un po' vanisarchizzati leggendo di lei. Ma Alice Basso ci fa anche un altro regalo, con questo finale: ha dato a Vani spessore e tridimensionalità come personaggio, facendo scoprire a lei per prima come e quanto sia cambiata la sua vita e quanto i suoi spigoli si siano smussati, soprattutto da quando ha il commissario Berganza al suo fianco come partner in crime. Ma in questo romanzo ad affiancare Vani in realtà ci sono tutti i personaggi che abbiamo incontrato strada facendo in questa serie: sua sorella Lara, quella faccia da schiaffi di Riccardo Randi, la cuoca Irma, la mini-Vani Morgana e la sua amica Laura a cui si aggiungono la fedele segretaria di Enrico, Antonia, e la stagista Olga. Un mix impensabile per Vani fino a qualche tempo prima, ma che si triva a lavorare sotto le sue direttive pur di risolvere il giallo della scomparsa di Fuschi. E così in questa avventura finale Alice Basso ci regala una storia senza crimini di messo ma con un bel rompicapo, in cui non mancano i momenti seri ma nemmeno il sarcasmo e l'ironia di Vani, una protagonista che non si può fare a meno di amare. Sperando che questo sia soltanto un arrivederci e non un addio, e che Vani torni sporadicamente protagonista di qualche storia, attendo già di conoscere il prossimo progetto di Alice Basso, che sono sicura ci saprà regalare altre delizie da leggere.

  • User Icon

    Cagliani Sabrina

    20/09/2019 20:23:54

    Adoro i libro di Alice Basso,i Vani Sarca è un personaggio memorabile...anche e soprattutto in questo nuovo episodio!

  • User Icon

    Monica

    20/09/2019 04:58:16

    Anche se ho trovato quest'ultimo libro meno convincente dei precedenti, l'ho letto volentieri e sono arrivata al termine con il dispiacere di abbandanora il personaggio di Vani!

  • User Icon

    Merito successo

    19/09/2019 15:02:56

    Questa autrice merita il successo che sta ottenendo: riesce a coinvolgere con gli stessi personaggi senza mai scadere nella banalità o nella ripetizione di battute e già sfruttate nella serie. Ironico e coinvolgente.

  • User Icon

    Vittoria

    19/09/2019 13:28:15

    "Un caso speciale per la ghostwriter" chiude questa saga stupenda. La fine perfetta. Ciao Vani, buona vita

  • User Icon

    dem.chiara

    23/08/2019 21:36:12

    Bello! Ben scritto e con intreccio simpatico

  • User Icon

    michelap.

    09/08/2019 06:54:30

    Le cose cambiano. Le storie finiscono. Altre storie iniziano. E' bello leggere un libro con un lieto fine, Buona Fortuna Vani.

  • User Icon

    sara

    21/07/2019 09:04:06

    Bellissimo. L ho letto in 2 giorni perché molto appassionante e avvincente. Finalmente ho rifatto pace con Vani, che nel libro precedente proprio non mi era più piaciuta e avevo dovuto mollare il libro a meta. Perfortuna in questo rimando ci sono molti rimandi alla storia precedente che vengono spiegati, in modo che si possa godere della storia attuale. Una bella conclusione per questa serie. Spero che Alìce continui a scrivere senza perdere mai questa sua fantastica penna, ironica e pungente. Consigliato.

  • User Icon

    Alberto

    15/07/2019 20:23:17

    Non pecco di immodestia se affermo che questa scrittrice l'ho scoperta io ... non sono Pippo Baudo (che a suo dire ha scoperto tutti i personaggi dello spettacolo), però quando lessi il primo della serie le feci da grancassa fra le mie conoscenze, facendola conoscere ed apprezzare da tutti. Con questo romanzo chiude la serie di Vani Sarca personaggio godibilissimo dalla lingua pungente, dalla mente viva, dai riflessi da cobra, sempre pronta a mettersi in gioco. Non saprei che dire se non leggetelo e sopratutto per chi non la conoscesse leggeteli dal primo, non ve ne pentirete. Aspetto - come sempre ho fatto - che pubblichi il prossimo e primo della nuova stagione.

  • User Icon

    Laura

    15/07/2019 17:12:30

    Torna Vani Sarca. La misantropa, cupa, refrattaria ai rapporti sociali, alle relazioni interpersonali, agli affetti, nel corso dei cinque romanzi di cui è composta la serie della ghostwriter torinese, è cambiata, si è addolcita in qualche modo. Ha trovato l’uomo giusto, che capisce i suoi momenti, è riflessivo e fascinoso, ha adottato la “sua” famiglia, persone, che anche senza legami di sangue, la fanno sentire bene e ha trovato la sua strada. Alice Basso ha creato un personaggio letterario meraviglioso, spigoloso, complicato, intellettuale che utilizza il sarcasmo e l’intelligenza come armi di distruzione, rendendo dichiaratamente omaggio a Pippi Calzelunghe e Lisbeth Salander. E lo ha fatto con una serie in cui le storie gialle sono solo delle scuse per parlare dei personaggi, della loro inevitabile e spesso necessaria evoluzione interiore. Ora, come ha detto la stessa autrice, è arrivato il momento di salutare Vani, lasciarla andare per la sua strada. Il suo percorso si è sviluppato compiutamente in questi cinque libri, nessun filone è rimasto in sospeso, tutto è chiarito, concluso. E' ora di lasciar vivere a Vani la sua nuova vita e aspettare nuove e diverse storie della sua autrice

  • User Icon

    laPaola

    12/07/2019 15:08:09

    Alice Basso mi piace tantissimo come scrittrice, la trovo geniale, le sue storie creano dipendenza. Ho amato molto i suoi libri, che ho anche recensito entusiasticamente su questo sito (nella pagina dedicata a "Non ditelo allo scrittore"). Però quest'ultimo non mi ha preso come gli altri. Sono piuttosto d'accordo con Ombretta, che lo ha commentato prima di me: libro piacevole da leggere, ma meno giallo e più introspettivo. Per carità, scritto sempre ultrabene, pieno di ironia e colpi di scena, ma più faticoso, meno avvincente. Sembra quasi che la scrittrice non voglia abbandonare il suo amato personaggio (questo purtroppo sarà l'ultimo volume della serie di avventure di Vani Sarca, ghostwriter) e così, a mio parere, la tira un po' in lungo - non per niente il libro è fisicamente più corposo degli altri - e la vicenda perde di mordente. Alla fine forse ha ragione lei quando fa concludere alla sua eroina: "Le cose cambiano. Le storie finiscono. Altre storie iniziano". E comunque, l'autrice ha già in cantiere nuovi libri, con altri personaggi, e io già non vedo l'ora che vengano pubblicati!

  • User Icon

    consuelo

    12/07/2019 07:24:15

    questo libro è stata la mia ultima lettura, si tratta dell’ultimo capitolo di Vani Sarca: “un caso speciale per la ghostwriter”. Consigliato? Assolutamente sì! Adoro lo stile frizzante e irriverente di Alice Basso, un’autrice che riesce a mescolare giallo, rosa e l’amore per la letteratura, creando così un mix perfetto! Ma vogliamo parlare di Vani? Eccentrica (nel vestire), asociale e tremendamente arguta. Come già detto questo è l’ultimo capitolo di una pentalogia, e ciò mi dispiace molto.. 😭 “Le cose cambiano. Le storie finiscono. Altre storie iniziano. E ci vuole coraggio per affrontare tutto questo. Questo grande romanzo di avventura che è la vita. Che lo vogliamo o meno. Ma è bellissimo.”

Vedi tutte le 27 recensioni cliente
  • Alice Basso Cover

    Alice Basso è nata a Milano nel 1979. Ha lavorato per diverse case editrici come redattrice, traduttrice e valutatrice di proposte editoriali. Nel tempo libero finge di avere ancora vent'anni, ama cantare e scrivere canzoni, suonare il sassofono e disegnare. Cucina male, guida ancora peggio e di sport nemmeno a parlarne. Con Garzanti ha pubblicato le avventure della ghostwriter Vani: L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome (2015), Scrivere è un mestiere pericoloso (2016), Non ditelo allo scrittore (2017), La scrittrice del mistero (2018), Un caso speciale per la ghostwriter (2019), più i racconti La ghostwriter di Babbo Natale (2017), Nascita di una ghostwriter (2018) e Un caso speciale per la Ghostwriter (2019). Approfondisci
Note legali