Catastrofi. Dal terremoto di Lisbona allo tsunami del sudest asiatico: 250 anni di lotta tra l'uomo e la natura

Mario Tozzi

Editore: Rizzoli
Edizione: 2
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 8 giugno 2005
Pagine: 267 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788817007375
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Descrizione
Dal terremoto di Lisbona del 1755, fino allo tsunami che ha devastato le coste dell'Oceano Indiano nel dicembre 2004, ci troviamo a rispolverare pericolose leggende e miti più o meno rassicuranti (dall'"ira di Zeus" allo "schiaffo di Poseidon") per trovare una giustificazione a quella che ci sembra violenza distruttiva e invece è soltanto la dimostrazione che la Terra è un pianeta attivo. Mario Tozzi, geologo e ricercatore, oltre che noto conduttore televisivo di Gaia, ci guida nei suoi viaggi sui luoghi delle catastrofi del passato e del presente alla scoperta delle ragioni profonde dei movimenti del "pianeta che vive", attraverso la ricostruzione dei grandi disastri della storia naturale.

€ 9,18

€ 17,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristina

    25/01/2006 08:26:10

    Un libro che suscita amore nei confronti del pianeta! Che fa nascere una consapevolezza ambientale come nessun altro libro ha mai fatto. Tozzi è già bravo come condutttore ma come scrittore è ancora meglio.

  • User Icon

    sara

    25/06/2005 11:50:05

    un testo che si fa leggere e dimostra come si può scrivere di tematiche che troppo spesso vengono solo affrontate nei servizi televisivi. A par mio è un'ottima idea regalo per chi ha interessi scientifici e gradisce essere informato sull'attuale stato di salute del nostro pianeta.

Scrivi una recensione

Lo tsunami abbattutosi sulle coste del sud-est asiatico nel dicembre 2004 è solo l'episodio più recente di una serie di catastrofi che dalla notte dei tempi affliggono la Terra. Scosse sismiche di inaudita violenza, valanghe di lava e ceneri ardenti, frane e smottamenti sono l'espressione di un pianeta in continua attività di cui questo libro ci svela i molti segreti.
Dopo Gaia. Viaggio nel cuore d'Italia, in cui racconta gli enigmi che si nascondono nel sottosuolo della nostra penisola, Marco Tozzi, geologo, ricercatore del Cnr e noto divulgatore televisivo, ci conduce in un viaggio alla scoperta delle cause e delle dinamiche dei movimenti della crosta terrestre. Come si scatena un terremoto? Perché i vulcani eruttano? Come avvengono le catastrofi climatiche? Per capirlo è necessario recuperare la memoria di fenomeni analoghi avvenuti nel passato. Queste pagine ricostruiscono i grandi disastri della storia naturale: dalla megaeruzione di Toba, avvenuta 74.000 anni fa, allo tsunami causato dal vulcano Krakatoa nel 1883, dal terremoto di Lisbona del 1755 a quello di Città del Messico del 1985. Senza dimenticare le grandi tragedie tutte italiane: i terremoti che annientarono la Calabria nel XVII secolo, i sismi di Messina e Avezzano all'inizio del Novecento e i più recenti in Irpinia, ad Assisi e San Giuliano di Puglia, le eruzioni dello Stromboli e dell'Etna, le alluvioni del Po, la frana del Vajont. Con rigore e scientificità, ma anche con linguaggio comprensibile al vasto pubblico, l'autore spiega fenomeni misteriosi, affascinanti e pericolosissimi ma soprattutto dimostra come le tragedie siano causate, non tanto da una natura "distruttiva" di onde o vulcani, quanto dall'incapacità dell'uomo di convivere in armonia con il pianeta. Perché l'uomo continua a insediarsi sulle coste a rischio o sulle pendici dei vulcani ancora attivi? Perché costruisce nei siti meno adatti, danneggiando il territorio e trovandosi di fronte a improvvise emergenze che non è preparato ad affrontare?
Mario Tozzi ci ricorda che la conoscenza della storia naturale e un rapporto più rispettoso e responsabile nei confronti della "madre Terra" sono passi fondamentali e necessari che potranno aiutarci a far sì che i fenomeni geologici non si trasformino in calamità.