Categorie

Raymond Carver

Traduttore: R. Duranti
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 226 p. , Brossura
  • EAN: 9788806223786

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carol

    20/10/2016 19.20.58

    Scrittura magistrale, precisa, tagliente, perfetta nel descrivere i pensieri e le azioni, spesso meschini, dei personaggi. Alcuni racconti su tutti sono semplicemente perfetti: Con tanta di quell'acqua a due passi da casa, Vuoi star zitta per favore? e Cattedrale, che secondo me ha uno degli incipit più belli della narrativa moderna.

  • User Icon

    Alberto

    14/10/2016 21.58.30

    Semplicemente stupendo!!! Ho letto il libro anni fa ma e come lo avessi letto oggi!!!! Una piccola buona cosa!!

  • User Icon

    Kine

    05/09/2016 10.54.13

    ...... e poi nella tua vIta entra Carver

  • User Icon

    PROT

    05/05/2015 09.15.30

    Prima volta che leggo Carver, non mi è dispiaciuto,racconta la società americana dell'uomo comune nella sua epoca... in quasi tutti i racconti ho notato nei personaggi un senso di rassegnazione generale, e penso sia quello che l'autore ha voluto comunicare... stile narrativo molto asciutto ma efficace a mio parere

  • User Icon

    Roberto Di Egidio

    03/04/2015 20.22.13

    Come dice Francesco Piccolo nella prefazione: "nei racconti di Carver non accade nulla". Azzeccatissimo quindi il paragone con l'Hemingway di "Collune come elefanti bianchi". Carver indaga i pensieri e i sentimenti dei suoi personaggi quando qualcosa di forte, spesso di tragico, è già accaduto o deve ancora accadere. I dialoghi, anche quelli intimi, sono potenti ma i fatti non esplodono mai. L'atmosfera e sempre sospesa e manca una morale. Forse è questo che spiazza molti lettori. Lo stesso piazzamento che probabilmete accompagna la lettura dei racconti di Alice Munro. Con un po' di sensibilità e allenamento alla lettura, si sente comunque la mano di uno scrittore classe 1938. Non proprio freschissimo insomma. Sono contento che in fin dei conti Carver divida i lettori. Io diffido sempre di chi piace ai molti.

  • User Icon

    Luciano

    07/12/2014 17.27.00

    Una raccolta di racconti talmente banali, piatti, senza sugo, senza un'emozione, uno scatto, una sorpresa, una scintilla, che ho avuto la forza di leggerne solo tre.

  • User Icon

    vic

    13/11/2014 17.12.20

    nn amo i racconti,ma per carver ne vale la pena..nn tutti sullo stesso livello..ma rapporti umani e vita quotidiana sono descritti in maniera magistrale..da provare.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione