Cattedrale - Raymond Carver - copertina

Cattedrale

Raymond Carver

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Riccardo Duranti
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 7 ottobre 2014
Pagine: 226 p., Brossura
  • EAN: 9788806223786

60° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Racconti

Salvato in 390 liste dei desideri

€ 10,20

€ 12,00
(-15%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Cattedrale

Raymond Carver

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Cattedrale

Raymond Carver

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Cattedrale

Raymond Carver

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 12,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A volte anche una visita inattesa e poco gradita - quella di un amico cieco della moglie, per esempio - può smuovere emozioni dimenticate. E cosi, infatti, che il narratore del racconto che dà il titolo alla raccolta - forse il più celebre di Carver e uno dei più amati dall'autore - finisce per passare quasi senza rendersene conto dall'iniziale ostilità condita di gelosia al momento di una piccola rivelazione. È un personaggio carveriano a tutti gli effetti, l'anonimo protagonista del racconto: sottilmente alla deriva, privo di amici, inchiodato in un lavoro che detesta, con una moglie da cui forse si sente un po' trascurato. Eppure, è proprio la presenza ingombrante del cieco Robert a costringerlo a uscire dalla sua corazza e abbozzare un rapporto umano, una condivisione che gli permetterà di recuperare, forse, una parte di sé dimenticata. Carver ne segue l'impercettibile evoluzione con naturalezza, con uno stile maturo e consapevole dei propri mezzi, da lui stesso definito "più pieno e generoso". Se "Cattedrale" chiude la raccolta su una tenue nota positiva, nel resto del libro prevalgono i toni desolati, i fragili equilibri pronti a spezzarsi in conseguenza di eventi all'apparenza secondari: un nuovo trasloco in "La casa di Chef", l'atto mancato di una riconciliazione impossibile in "Lo scompartimento", l'inizio di una crisi senza apparenti vie d'uscita in "Vitamine", in cui nella deriva personale fa irruzione la violenza della storia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
13
4
14
3
5
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gabriele Della Torre

    01/09/2020 07:39:20

    Serie di racconti nel pieno stile dell'autore. Non mi hanno convinto.

  • User Icon

    Francesca

    25/08/2020 07:26:35

    Concordo in pieno con l'introduzione di Francesco Piccolo quando dice che per Carver quando accadono i fatti, non è interessante quando questi esplodono bensì cogliere il momento in cui si capisce che ci sarà qualcosa o quando in un tempo lontano si intuisce che molto tempo prima è successo qualcosa. Questo talento non è da tutti e non è per tutti. Meraviglioso.

  • User Icon

    FEDE

    17/05/2020 21:29:18

    Dodici racconti di Raymond Carver, definito uno dei padri del minimalismo. Storie molto lineari, narrate con stile essenziale, pochi personaggi e poche scene in cui ambientare l'azione. Storie di gente comune in piccoli centri della provincia americana, senza grandi prospettive, qualcuno quasi ai margini, molti sono alcoolisti, si beve sempre tanto in questi racconti, Carver stesso aveva di questi problemi. Piccoli eventi o grosse difficoltà da affrontare, i personaggi spesso si lasciano andare, non prendono decisioni, non si arrabbiano nemmeno più di tanto, l'esistenza per quella che è e si adeguano, vanno avanti perché non c'è altra scelta.

  • User Icon

    plex82

    17/05/2020 17:57:38

    Si tratta di una raccolta di racconti in cui l'autore esprime il suo minimalismo e la capacità di condensare il tutto in poche pagine. Uno spicca in assoluto a mio avviso ed è "Una cosa piccola ma buona", in cui i protagonisti sono un bambino, i suoi genitori, una torta ed un pasticciere, e la situazione che ne verrà fuori son sicuro che farà commuovere.

  • User Icon

    myo

    16/05/2020 12:53:52

    Mi aspettavo molto di più da questa raccolta di racconti, di cui spesso avevo sentito tessere le lodi. In realtà, anche se alcuni racconti mi hanno conquistata più di altri, in generale ho percepito una forte angoscia per tutti il libro, non credo attribuibile, come detto da molti, all'assenza di colpi di scena, bensì a una piattezza generale dei personaggi, privi di qualsiasi evoluzione.

  • User Icon

    Jacopo

    12/05/2020 08:41:46

    Carver è uno dei maestri nella narrazione di piccole storie. La cosa più sconvolgente è come non si soffermi su nulla, racconta ciò che è successo senza dare apparentemente importanza a nulla. Sembra quasi che sia il lettore a decidere ciò che è essenziale capire da ogni singola storia, che non ha mai un inizio ed una fine ben delineate ma vivono fluttuando, come fossero ricordi ai quali non riusciamo dare una precisa posizione temporale, sappiamo solo che ci sono ma non a cosa portano o posso portare.

  • User Icon

    Raffaele Astrua

    26/02/2020 11:42:12

    È come visitare il Santuario di Crea, un Sacro Monte che, per lunghi tratti, sembra non abbia nulla di nuovo da dire: e così, nella moderata fatica della salita, come in quella della lettura, a stento si trattiene un piccolo sbadiglio annoiato. Hanno un bel dire che è un prototipo, che è stato fatto prima di tanti altri, forse migliori; però se, contravvenendo alla Sacre Regole Della Lettura di Pennac, si arriva sciabattando all’ultimo racconto, così come quando si entra nell’ultima cappella del Santuario e si alzano gli occhi...uno spettacolo straordinario, una visione inaspettata si spalanca di fronte a noi, indimenticabile, irripetibile, assolutamente originale: leggete senza scoraggiarvi Cattedrale di Raymond Carver e sarete ampiamente ripagati della vostra costanza e fedeltà.

  • User Icon

    Simone

    02/12/2019 10:11:56

    Carver è un maestro di essenzialità. Racconti di vita quotidiana,senza fronzoli o artifici letterari lasciando alla creatività del lettore il riempire gli spazi vuoti. Usa solo quello che serve. E il lettore si trova li,osservatore non osservato della scena e di quello che accade. Lettura sempre consigliatissima

  • User Icon

    Davide V.

    25/10/2019 17:15:13

    Una raccolta di racconti che punta tutto sulla quotidianità della vita, su quanto alcune volte cerchiamo di andare avanti e spezzare la monotonia ma rimaniamo ancorati ai ricordi, al passato e allo schema di tutti i giorni. Ogni racconto ha un punto in cui la storia narrata raggiunge un punto critico/di svolta dove la storia prende una piega imprevedibile. Nella sua semplicità e linearità tiene alta l’attenzione del lettore, spingendolo, dopo aver finito un racconto, ad iniziarne subito un altro.

  • User Icon

    Alex Ethios

    24/09/2019 11:13:28

    Carver sa scrivere in maniera eccelsa anche se, purtroppo, difficilmente riesco a leggere un suo racconto dopo l'altro. Non che sia un problema suo, s'intende, ma il punto è che sono ancora troppo giovane per riempirmi di tutta questa quotidianità, seppur raccontata così bene. Ho abbandonato la fase Dumas, anche se lo leggo sempre volentieri, ma non sono ancora arrivato alla fase Carver. E, sinceramente, la mia paura più grande è svegliarmi tra 20 anni e ritrovarmi come uno dei suoi protagonisti, anche se su suolo Italico. Consigliato per 40+ anni. O a chi ha voglia di invecchiare prima del tempo. Per il resto, è uno scrittore magistrale,

  • User Icon

    Jane

    23/09/2019 14:33:30

    Una raccolta magnifica di un autore formidabile. Consiglio di tenere il volume sempre a portata di mano per poter, all'occorrenza, leggere e rileggere i suoi racconti.

  • User Icon

    SalvoChiLegge

    21/09/2019 19:10:41

    Accostarsi a questa raccolta di racconti, unanimemente lodata in tutte le salse, significa per tanti (me compreso) partire già con la presunzione di sapere cosa aspettarsi in termini di stile di scrittura, caratterizzazione dei personaggi, essenzialità nella ricerca di esclusione di tutto quello che non è fondamentale ai fini dei racconto. La verità è che, mentre lo leggi, è sì tutto vero quanto detto sopra ma resta il fatto che il suo stile lo senti pieno, completo, denso, dove tutte le parole sembrano veramente al loro giusto posto. Per non parlare della capacità di interiorizzazione dei personaggi principali e del senso di umanità generale. ‍ Per chi non conosce l'autore: spesso nei suoi racconti non troverete una trama che porta il lettore da un punto iniziale ad un altro finale. C. vi inchioda generalmente in un punto specifico della vita dei suoi protagonisti, giovani e vecchi americani, coppie, poveri, silenziosi che vivono una sorta di solitudine con il loro modesto desiderio di riscatto e di speranza in quel mondo provinciale che è l'altra faccia della medaglia dell'America delle grandi città, dei miti e dell'abbondanza, dove il frigorifero che si rompe, un orologio che sparisce, un orecchio tappato, raccontano con un realismo del tutto originale tutta la disperazione e il disagio di questa gente. Ogni cosa è necessaria. Ogni cosa ha il focus giusto. Un consiglio: leggeteli piano, non correte, altrimenti vi perderete tutta l'atmosfera. E se non li capite subito, pazienza. Rileggeteli o riprendeteli un'altra volta se ne avrete voglia.

  • User Icon

    Giovy

    21/09/2019 10:17:06

    Una serie di racconti originali e molto particolari descritti con la penna tagliente e originale di Carver. E' un libro che scorre in un attimo portandoci all'interno delle storie in maniera sublime. Si legge con molto piacere, per me era il primo libro di questo autore che sto scoprendosempre di più. Lo consiglio.

  • User Icon

    Celeste

    19/09/2019 15:47:14

    Questo è il libro che mi ha fatto scoprire Carver e decidere di voler leggere di lui quanto più potessi. I suoi racconti, non solo quelli presenti in questa raccolta, sono degli sprazzi di luce, dei fulmini che illuminano casualmente delle realtà misere e rassegnate, investendole di un significato enigmatico, che spesso non sono certa di aver colto; comunque sia, rimane vivida la sensazione che, almeno in me, questi racconti hanno suscitato: un sentimento di infastidita compassione per noi stessi, per quest'umanità messa a nudo nelle sue molteplici debolezze.

  • User Icon

    Maria Laura De Paolis

    27/08/2019 08:24:35

    Leggere Carver mi dà sempre un fastidioso senso di secchezza e di freddo. lo stile è perfetto ma lo percepirò sempre come irrimediabilmente estraneo.

  • User Icon

    Sara

    07/03/2019 19:45:17

    I racconti brevi non sono mai stati nelle mie corde. Ci ho provato con Carver, che a quanto pare è maestro in questo, ma non ha smosso nulla per farmi cambiare idea. Fluido nello stile grazie a una semplicità invidiabile, l'autore mi ha però annoiato nella prima parte di questo libro, arrivando a perdere la mia attenzione. Se l'è riguadagnata grazie alla seconda, che m'è parsa più viva e meglio congegnata, sebbene non abbia mai realmente stimolato la mia partecipazione alle sue storie. L'aspetto positivo di queste pagine è quello di parlare di gente comune con problemi comuni, gente reale in un mondo di carta.

  • User Icon

    Alessandro

    07/01/2019 19:47:39

    Letto subito dopo "Principianti"; si ritrovano le stesse atmosfere dell'opera precedentemente detta, col suo ritratto degli Stati Uniti più veri, quelli delle persone comuni. Una lettura obbligata per immergersi nella vita, attraverso le parole di uno straordinario scrittore.

  • User Icon

    Chiara

    16/10/2018 15:27:02

    Che sorpresa! Non pensavo potessero piacermi le raccolte di racconti e invece.. Questa poi, è davvero una meraviglia.

  • User Icon

    Giampiero

    22/09/2018 08:07:32

    Pur essendo Carver cresciuto «artisticamente negli anni sessanta/settanta nel pieno della «beat generation» le sue opere non sembrano influenzate da quell’utopia collettiva e rivoluzionaria, ma raccontano storie di una quotidianità precaria, non distante da quella dei nostri giorni. «Cattedrale» del 1983 è un insieme di racconti: dodici. Fu il primo libro di Carver ad essere pubblicato in Italia (prima edizione nell’84), ma ebbe un clamoroso insuccesso. Nei racconti l’attenzione è concentrata su eventi minimi, forse banali, ma che sono descritti con una tensione crescente, come se qualcosa di speciale dovesse succedere da un momento a l’altro. Poi in effetti non c’è nessun cambiamento nella vita dei personaggi di Carver (inteso come risoluzione di un conflitto interiore), ma qualcosa illumina la scena, generalmente un oggetto, una cosa che rivela e «risolve» la verità, la visione dell’umanità che si schiude alla fine del racconto.

  • User Icon

    Antonio

    17/09/2018 21:50:49

    Perché ci piacciono così tanto i racconti di Carver? Cosa accade in questi racconti da renderli così speciali ed irrinunciabili? Semplice: nei racconti di Carver non succede nulla. Carver opera l'inversione dello scrittore, così come inteso generalmente: tutti usano la vita per fare letteratura, invece Carver utilizza la letteratura per dar vita anche alle parti più inconsistenti del nostro essere. E mentre lo leggi c'è proprio la vita, così com'è. Perché c'è qualcosa che sfugge in questi racconti, qualcosa di impalpabile, ma estremamente presente e vivo. Qualcosa che, in qualche modo straordinario, ci fa sentire meno soli.

Vedi tutte le 34 recensioni cliente
  • Raymond Carver Cover

    Scrittore americano.Figlio di un operaio di segheria e di una cameriera, è nato a Clatskanie, nell'Oregon, il 25 maggio 1938 ed è morto nel 1988. È considerato uno dei maggiori scrittori americani di short stories del Novecento. Einaudi ha iniziato a ripubblicare le sue opere narrative nel 2009 con Principianti (ripubblicato in una nuova edizione nel 2010), la versione originale di Di cosa parliamo quando parliamo d'amore. Sempre nel 2009 ha pubblicato Vuoi star zitta, per favore? (ripubblicato negli ET Scrittori nel 2012), nel 2010 Se hai bisogno, chiama e Da dove sto chiamando e nel 2011 Cattedrale. Presso Einaudi Stile libero era uscito, nel 1997, Il mestiere di scrivere (ripubblicato in una nuova edizione nel 2008). Nel 2013 è uscito Carver Country... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali