Il cavallo e il ragazzo. Le cronache di Narnia. Vol. 3

Clive S. Lewis

Traduttore: C. Belliti
Illustratore: P. Baynes
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
Pagine: 195 p., ill.
  • EAN: 9788804706274

Età di lettura: Da 11 anni

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48
Descrizione
Terra 1940 - Narnia 1014 "Come vorrei che potessi parlare, amico mio." Shasta non poteva immaginare che rivolgendosi così a un cavallo, ne avrebbe avuto risposta. Ma Bri ha il dono della parola perché viene da Narnia, terra felice da cui è stato rapito e a cui vuole tornare. La stessa terra che Shasta desidera esplorare da sempre. Comincia così un viaggio fitto di insidie, avventure e nuovi amici, che sarà per loro una prova di cuore, coraggio e saggezza. Età di lettura: da 11 anni.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 12,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    09/10/2017 21:32:28

    Il mio preferito della saga. Eccezionale, epico ed esotico. È l’unico totalmente incentro su Narnia, senza riferimenti al nostro mondo, per la precisione quando i quattro fratelli Pevensie sono adulti e la governano. Queste pagine però ci portano molto oltre i confini del Regno di Narnia, facendoci esplorare altre terre e realtà diverse del magnifico mondo creato da Lewis. In particolare l’assolata Calormer e la montuosa Archen. Un particolare elogio per la descrizione della battaglia, infinitamente superiore a quella della Battaglia di Beruna. Inoltre è stato esaltante vedere alcuni dei Pevensie nella veste di sovrani. L’unico punto sfavorevole di questo libro è l’evidente paragone tra Narnia e il mondo europeo da una parte e di Calormer e la civiltà mediorientale dalla’altra. In questo purtroppo si vedono chiaramente i pregiudizi sociali e militari che da sempre gli occidentali nutrono per quella parte del mondo. Beh... non è assolutamente vero che la loro unica forza militare stava nel numero e le loro società non era più schiaviste delle nostre, anzi spesso lo erano molto meno. Tuttavia questa mia ultima considerazione non va a discapito della valutazione. “Il cavallo e il ragazzo” rimane, a mio giudizio uno dei migliori della saga di Narnia.

Scrivi una recensione