€ 4,88

€ 6,50

Risparmi € 1,62 (25%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Catozzo Vito

    26/03/2014 17:36:58

    Forse se Faletti non faceva l'antagonista (magari nel ruolo del commissario Catozzo) il film era meno grottesco. Potevano prendere anche Greggio e Beruschi però.

  • User Icon

    Ciro Andreotti

    07/07/2013 14:40:20

    A Roma vive Diego Santini innamorato della sua ragazza Asia, cameriera di un ristorante di periferia, e innamorato anche dell'idea improvvisa di cercare di andare a vivere assieme. Sempre a Roma abita un ex portantino divenuto negli anni un boss della mala locale e che a causa della sua vecchia professione viene denominato "Il Primario". Quando Diego, per una serie di circostanze fortuite, incontrerà il primario, per la sua vita, per quella di Asia e di chi li conosce ci sarà un cambio repentino di direzione. Un'opera prima quella di Martani, noto più che altro per le numerose sceneggiature dei film di Natale, velocemente accantonata come un esperimento non riuscito, ma che al contrario fa segnare il ritorno ad ambientazioni cupe per il mondo della celluloide di casa nostra. La figura bieca e sin troppo apparentemente calma di Faletti, che per una volta si dimentica di essere uno scrittore di grande successo, porta una ventata di terrore e sangue freddo nella vita sia di Diego, un buon Nicolas Vaporidis idolo delle teenager di casa nostra, che di Asia, una Carolina Crescentini che svolge il proprio compito né più né meno come da copione. È però tutta l'impalcatura della pellicola che si regge perfettamente attorno ad una sceneggiatura che sa di zolfo dalla prima all'ultima scena, che richiama nemmeno troppo velatamente le ambientazioni cupe di Tarantino e dei film di genere, pescando a ampie mani nella letteratura Pulp e alla fine riuscendo a ispirare anche un romanzo omonimo a Sandro Dazieri che in coppia con Martani ha ripreso in un secondo momento le ambientazioni periferiche della pellicola per restituirle a nuova vita. Un film che lascia lo spettatore incollato alla poltrona dall'inizio alla fine e al quale la figura di Ninetto Davoli, nel ruolo di un meccanico ricettatore, concede ancora di più l'idea di periferia e di terra di confine al quale di rado recentemente siamo stati abituati dal cinema di casa nostra.

  • User Icon

    Iansolo

    05/06/2013 08:57:30

    Bella la fotografia, azzeccata la colonna sonora ma pessima recitazione di gran parte degli attori, in primis di vaporidis che non mi pare proprio sto gran attore ( sarà bello?? mah ho dubboi anche su quello) e anche di Faletti. Pessimo anche il 'doppiaggio', anche qui non si possono sentire metà degli attori, in primis Faletti. Un'occasione sprecata.

  • User Icon

    tommaso

    30/08/2012 09:01:25

    bravi tutti! stavolta devo applaudire un film del mio e stavolta critico me stesso mai amato paese questo è ottimo cinema complimenti Italia

  • User Icon

    roberto cocchis

    22/07/2009 15:43:24

    Mah, me lo aspettavo meglio. Si salva davvero solo la camaleontica Crescentini; per il resto, Faletti cerca di recitare in modo così essenziale che, se a un certo punto sparisse, nessuno si accogerebbe della differenza (finché è vivo, il vero antagonista sembra il gorilla di colore); Vaporidis come duro è francamente ridicolo e la sequenza in cui ammazza il killer della madre (i soliti killer stereotipati, una volta si sarebbe detto killer da operetta) starebbe bene solo in Scary Movie. L'idea in origine era passabile ma le sole idee non bastano se non si è in grado di concretizzarle.

  • User Icon

    luca68

    24/11/2008 19:03:25

    Davvero bello, l'ho visto per puro caso già iniziato su Sky e sono rimasto incollato al televisore. Non ne sapevo nulla ed è stata una piacevolissima sorpresa. Molto crudo e triste, ricorda molto i film noir italiani degli anni settanta e mantiene una tensione costante fino al bellissimo finale. Bravi Vaporidis e la Crescentini, ottimo Faletti, che conferma la sua grande bravura nell'interpretare ruoli antipatici dopo essere stato un grande comico e un grande scrittore. Con le doti che ha, penso sarebbe anche un ottimo regista. Comunque questo film passato ai più inosservato merita ogni attenzione. Ce ne fossero di più di film italiani così.

  • User Icon

    Robix

    30/10/2008 08:46:24

    Sono stupita di leggere tanti commenti positivi, io invece l'ho trovato quasi ridicolo nell'eccesso di una trama forzata, di tutti quei morti, Faletti sembra ancora il professore del film 'notte prima degli esami' che cerca di fare il duro, una storia traballante che non ha proprio una sua 'necessità', regola principale di una sceneggiatura. Pessimo. Si salva solo Vaporidis, ma solo per quella faccia che si ritrova...

  • User Icon

    silvia

    20/10/2008 14:09:01

    Film da vedere e consigliare. Buona la fotografia, bravi gli attori. Faletti insuperabile nel ruolo del cattivo. Un finale inaspettato e sinceramente adatto al resto della storia. Complimenti a Vaporidis,non lo avrei mai giudicato così bravo, essendo abituata a vedergli vestire altri ruoli.

  • User Icon

    Nicola81

    05/07/2008 11:35:40

    Pur non essendo un vero e proprio noir (come da più parti strombazzato) è comunque un buon film di genere che, nell’attuale panorama del cinema italiano, spicca quantomeno per la sua originalità. L’esordiente Martani (autore, insieme a Luca Poldelmengo e Fausto Brizzi, anche della sceneggiatura) dirige con spigliatezza e un apprezzabile crescendo di tensione una storia ben orchestrata, sia pure con qualche coincidenza di troppo:d'accordo che il mondo è piccolo ma qui si esagera! Bello il finale amaro. Faletti ha la faccia giusta ma non sempre convince; meglio i due ragazzi (la Crescentini mostra un bel temperamento drammatico) e il cast di contorno.

  • User Icon

    Eraino

    27/04/2008 22:07:38

    Il film è veramente bello, duro e cruento. Carolina riesce a cavarsela e a dirla tutta mi è sembrata brava tanto quanto bella, per cui complimenti. Vaporidis prova a fare il duro ma ha troppo la faccia da "notte prima degli esami" e rientra perfettamente nel ruolo del personaggio... Faletti buona interpretazione anche se in alcuni punti mi sapeva un po' di recita... Finale splendido, ingenuamente non ero arrivato "all'effetto sorpresa"... CONSIGLIATO!

  • User Icon

    Nuno

    12/04/2008 03:58:31

    Un finale amaro per un film crudo e spietato ma eccezionale.gli attori sono splendidi...i dialoghi in alcuni punti sembrano perfetti con chicche come il significato di OK. la storia è piena di pathos e di energia ritmica che ti porta a soffrire e percepire il dolore del protagonista. faletti immenso, vaporidis buono ma non ha la faccia da duro

  • User Icon

    LAURA

    08/03/2008 18:13:28

    MOLTO INTERESSANTE. BRAVISSIMO COME SEMPRE VAPORIDIS E ANCHE LA CRESCENTINI, CHE STA MATURANDO MOLTO A LIVELLO ARTISTICO. FALETTI IL MITO...

  • User Icon

    FABIANO

    12/02/2008 09:29:13

    FREDDO E CRUDELE QUESTO FILM ARRIVERA' DIRETTO COME UN PUGNO NELLO STOMACO. SINCERAMENTE MI ASPETTAVO QUALCOSA DI PIU', PERO' RIMANGONO INDIMENTICABILI LE INTERPRETAZIONI DI FALETTI/VAPORIDIS/CRESCENTINI CHE INSIEME FANNO FUOCHI D'ARTIFICIO. BELLO IL FINALE CHE LASCIA PERO' L'AMARO IN BOCCA.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 01 - Home Entertainment
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 93 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Inglese
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; foto; interviste; trailers; commenti tecnici; dietro le quinte (making of); errori