Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Cetto c'è, senzadubbiamente (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Supporto: DVD
Salvato in 25 liste dei desideri

€ 6,99

Venduto e spedito da Vecosell

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 6,99 €)

Cetto la Qualunque ha lasciato la politica e l'Italia per trasferirsi felicemente in Germania, dove ha avviato una catena di ristoranti e pizzerie e ha trovato una bella moglie tedesca che gli ha dato una figlia. Ma quando la zia che l'ha cresciuto, sorella di sua madre, lo chiama al capezzale Cetto torna in Calabria, precisamente a Marina di Sopra, dove ora è sindaco suo figlio Melo. La zia ha un segreto da rivelargli: Cetto non è, come aveva sempre creduto, figlio di un venditore ambulante di candeggina, ma l'erede naturale del principe Luigi Buffo di Calabria. Dunque decide di trattenersi al Sud e godere dei privilegi del ruolo di sovrano "assolutista", con il sostegno di un aristocratico gattopardiano. Ma non "tutto tutto" è rose e fiori, e anche il rapporto di Cetto con moglie e figlio verranno messi in gioco.
3,53
di 5
Totale 32
5
9
4
8
3
7
2
7
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Nadia97

    26/05/2020 17:51:50

    Il film è una chiara satira politica, film di qualche anno fa ma mai attuale come ora. Il protagonista incarna tutti gli stereotipi possibili con l'obiettivo di far scattare grasse risate ma anche di far riflettere. Obiettivo portato a termine.

  • User Icon

    orsetta72

    17/05/2020 21:34:42

    Film non impegnativo, senza pretese, ma nello stesso tempo troppo divertente, e tratta e prende in giro la politica in modo gretto ma incisiva, da vedere con tutta la famiglia, consigliato

  • User Icon

    luke

    17/05/2020 19:51:42

    è un film comicissimo. perfetto da vedere in famiglia!

  • User Icon

    Alessandro

    17/05/2020 17:31:09

    Film divertente ma un po' demenziale. Non è ai livelli del primo film della saga però carino, parla di Cetto che scopre di avere origini reale e quindi vuole ricoprire il ruolo che gli spetta. Completamente diverso dal secondo film (in meglio naturalmente). Consiglio la visione per farvi due risate.

  • User Icon

    Mary

    17/05/2020 14:24:18

    Divertentissimo film da vedere in famiglia! Consigliato per una serata leggera

  • User Icon

    pepped

    17/05/2020 13:41:13

    Commedia divertente di Albanese che riprende il personaggio di Cetto La Qualunque ripercorrendo le sue origini. Da vedere per serate leggere

  • User Icon

    Pasquale

    17/05/2020 13:14:52

    Film leggero e ironico per trascorrere una bella serata all'insegna del divertimento. Consigliato

  • User Icon

    ursula

    17/05/2020 12:08:39

    si ride ma mi aspettavo di piu'

  • User Icon

    jol

    16/05/2020 20:33:41

    Senz’altro un film dissacrante, che ricalca un po’ l’orma del primo, solo puntando un po’ più in alto (in termini politici, per intenderci). Se vi piace il personaggio può anche essere divertente, nonostante la comicità abbastanza ritrita.

  • User Icon

    sal

    16/05/2020 16:41:08

    Innocuo, scontato, si ride solo a sprazzi

  • User Icon

    Alessandro N.

    16/05/2020 08:11:42

    Cetto c’è senzadubbiamente chiude la Trilogia du Pilu, seguendo Qualunquemente e Tutto tutto niente niente. Il film, tuttavia, risulta inferiore al primo inarrivabile capitolo e di poco superiore al secondo. In questo caso il protagonista - inventato da Antonio Albanese - viene scelto da un ellitè per ripristinare quello che fu il Regno delle Due Sicilie. Ci sono tutti i caratteristici che hanno accompagnato Cetto nei due precedenti capitoli, tra cui: il consigliere amico Pino, il figlio Melo e l’ex moglie Carmen (fattasi suora). Si tratta, in sostanza, di una serie di scenette comiche con l’immancabile colonna sonora du Pilu che sin dall’inizio ha caratterizzato la trilogia.

  • User Icon

    Luigi

    15/05/2020 20:01:36

    Antonio Albanese continua ad essere uno dei migliori comici del momento, una commedia divertente e mai banale.

  • User Icon

    serena

    15/05/2020 13:26:37

    Si ride ma non tantissimo per un Albanese che non va oltre il suo repertorio

  • User Icon

    filippa

    15/05/2020 09:13:27

    Da appassionata di Cetto, questo film non poteva non piacermi.Divertente

  • User Icon

    lulyna45

    14/05/2020 23:00:04

    Dire che Antonio Alanese è un genio della comicità è dire poco. Con la sua comicità in Cetto la qualunque si supera, la sua comicità gretta attira tutti grandi e piccoli. Ritorna nella sua Calabria al capezzale della zia che non sta bene, dove apprende di essere figlio di un Principe e non di un venditore ambulante, quindi rimane in Calabria per governare il suo regno, e da li si districa nei suoi vari casini con il figlio Melo e con i suoi amici che chiedono favori e posti di lavoro. Un film divertentissimo , da vedere, da ridere sin dal primo minuto.

  • User Icon

    pippo

    14/05/2020 16:59:31

    Commedia irresistibile del grande artista albanese che come sempre riesce a cogliere le sfumature più simpatiche di uno stereotipo. Si guarda bene non è troppo lungo adatto a trascorrere piacevolmente un po’ di tempo

  • User Icon

    Antonio

    14/05/2020 10:29:04

    Peccato perchè il film inizia bene ma poi si perde abbastanza verso la fine rimanendo aggrappato solo alla comicità di Albanese che tiene a galla il tutto. Carino

  • User Icon

    Sissi

    14/05/2020 08:54:31

    Mi aspettavo di meglio......carino

  • User Icon

    Andre

    13/05/2020 18:03:34

    Bello! Fa scassare dal ridere!

  • User Icon

    natale

    13/05/2020 14:46:25

    Film banale, mi aspettavo di meglio da Albanese, evidentemente ha esaurito il suo repertorio

Vedi tutte le 32 recensioni cliente

Trama

Cetto la Qualunque ha lasciato la politica e l'Italia per trasferirsi felicemente in Germania, dove ha avviato una catena di ristoranti e pizzerie e ha trovato una bella moglie tedesca che gli ha dato una figlia. Ma quando la zia che l'ha cresciuto, sorella di sua madre, lo chiama al capezzale Cetto torna in Calabria, precisamente a Marina di Sopra, dove ora è sindaco suo figlio Melo. La zia ha un segreto da rivelargli: Cetto non è, come aveva sempre creduto, figlio di un venditore ambulante di candeggina, ma l'erede naturale del principe Luigi Buffo di Calabria. Dunque decide di trattenersi al Sud e godere dei privilegi del ruolo di sovrano "assolutista", con il sostegno di un aristocratico gattopardiano. Ma non "tutto tutto" è rose e fiori, e anche il rapporto di Cetto con moglie e figlio verranno messi in gioco.

  • Produzione: Vision Distribution, 2020
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 88 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Antonio Albanese Cover

    Antonio Albanese ha pubblicato tra l'altro Diario di un anarchico foggiano (Baldini & Castoldi) e, presso Einaudi Stile libero, Giú al Nord (con Michele Serra ed Enzo Santin, 1999). Nel 2005 ha pubblicato per Stile libero Extra Cchiù pilu pe' tutti e nel 2006 ha pubblicato per Stile libero Dvd Personaggi. (Dal sito Einaudi) Approfondisci
Note legali