Categorie
Traduttore: E. Cappellini
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 200 p., Brossura
  • EAN: 9788804659563
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michael Moretta

    28/01/2015 10.49.38

    Il libro narra la storia di Charlotte Salomon, una pittrice di origine ebraica che muore nel 1943 ad Auschwitz all'età di 26 anni. La tragedia del nazismo fa da sfondo alla vita sfortunata di questa geniale ragazza.  La famiglia della madre di Charlotte è distrutta dai suicidi. Sua madre, sua zia, sua nonna ed altri parenti decidono di darsi la morte. La piccola cresce ignorando tutto questo e lo scoprirà solo all'età di 24 anni. Dal 1933 in poi la sua vita sarà tutto un fuggire ed un nascondersi. I suoi quadri li dipingerà in Francia, dove trova rifugio presso la villa di una ricca signora americana che accoglie profughi come lei. Lì trascorrerà forse i pochi anni felici della sua esistenza, riuscendo anche a sposarsi e ad essere incinta. Ma purtroppo, nel 1943, viene deportata ad Auschwitz dove sia lei che suo marito trovano presto la morte. La sua opera l'ha conservata il medico del villaggio francese dove visse Charlotte. I suoi genitori l'hanno poi conservata a loro volta ed infine donata al museo ebraico di Amsterdam.  Foenkinos vince meritatamente il Premio Renaudot 2014 per questo bellissimo e commovente libro. Un'indagine su di una persona in particolare, che si trasforma in racconto ed è scritto sotto forma di poesia. Ed un affresco orribile degli anni di follia nazista. Foenkinos vola alto, scrive benissimo e tocca il cuore dei lettori, pur parlando di un periodo storico che risveglia sentimento di rabbia. Un racconto meraviglioso che commuove nel profondo e fa riflettere.

Scrivi una recensione