Che pasticcio, Bridget Jones!

Bridge Jones: the Edge of Reason

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Bridge Jones: the Edge of Reason
Regia: Beeban Kidron
Paese: Gran Bretagna; Francia; Germania; Irlanda; Stati Uniti
Anno: 2004
Supporto: DVD
DVD € 9,99
Salvato in 23 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 5,08 €)

Un nuovo anno sta per iniziare per Bridget e con esso un diario nuovo di zecca. Ma c'è una cosa davvero nuova nella sua vita, un fidanzato. Infatti lei e Mark Darcy fanno coppia ormai da più di sei settimane e Bridget è completamente partita. Ma essendo un'insicura cronica teme che lui non sia davvero innamorato di lei, anche per via di quella assistente bruna con le gambe lunghissime che gli ronza sempre intorno. La stazione televisiva per la quale Bridget lavora assume la sua vecchia conoscenza Daniel Cleaver per condurre un programma di cultura e decide di mandarli in Thailandia insieme. Le cose nella testa di Bridget si complicano ancora di più.
3,6
di 5
Totale 20
5
8
4
5
3
2
2
1
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Rossella

    10/03/2019 22:45:46

    Consigliato da vedere con le amiche!

  • User Icon

    Angelo

    19/09/2018 09:28:18

    Sequel del famoso "Diario di Bridget Jones" ho trovato anche questo, come il precedente, molto divertente. Si tratta di un film comunque leggero ma lo rivedrei con piacere. Consigliato!

  • User Icon

    n.d.

    24/08/2018 16:03:33

    Divertentissimo da vederli tutti è troppo simpatico

  • User Icon

    Lizzie

    10/10/2008 09:30:02

    L'unico motivo per guardare questo film è Colin Firth! Potrebbe anche bastare, però, rispetto al primo, che era comunque brillante e ben ritmato, è una delusione.

  • User Icon

    Jenny

    06/01/2008 23:29:56

    Il primo non è per niente bello...questo sì,moltissimo!!!=) Da vedere!!=)

  • User Icon

    Lety

    13/12/2006 17:35:03

    discreto seguito del primo film anche se qui sembra si sia dimenticato il romanticismo e la brillante, comica/tagliente cinicità di Bridget prima versione, per puntare tutto sulla risata facile; caricata forse di una dose un po' troppo massiccia di goffaggine, RZ è comunque mitica nel dare vita anche all'aspetto più tenero e insicuro del suo personaggio; dolce e un po'legnoso è invece Colin Firth in un Mark Darcy da sogno, troppo perfetto per esser vero!!! :D ... insipido invece Hugh Grant che gioca forse meno bene e ambiguamente di prima il ruolo del latinlover; belli i contenuti speciali (specie l'intervista di Bridget a CF... da godersela davvero!) e le scene tagliate, che se fossero state aggiunte avrebbero magari negato qualche risatina, in favore di un sequel più brioso e spassoso! voto? 7

  • User Icon

    bliss84

    16/05/2006 14:39:12

    Mi ha letteralmente deluso! peccato! il primo invece...adorabile!

  • User Icon

    Angel

    21/09/2005 11:23:45

    Non mi importa delle critiche sul film, tanto ancora prima d'uscire si stavano già preparando cosa dire...Premetto che sono un superfan di Bridget e inizierei col dire che non lo si deve paragonare col primo perchè se avete avuto modo di vedere bene, è tutta un altra storia che continua da dove l'avevamo lasciata affrontando argomenti che sorgono naturalmente tra le coppie con toni drammatici e romantici, ma mai stupidi, regalandoci comunque una comicità che ben si sposa col personaggio di Bridget ed una musica trascinate!!Pertanto anche se il primo resta un mito, Il seguito è riuscito benissimo trattando infatti un capito nuovo del diario che non ha nulla a che fare col precedente ma che comunque funziona.Io ne sono soddisfatto (anche per la sempre superbrava Renèe) e so solo che sono uscito dal cinema soorridendo, e questo e già tanto...P.S.:son d'accordo comunque dell'errore della regista nel aver omesso alcune scene importanti ai fini della storia che si trovano sul dvd.

  • User Icon

    Sara88

    25/05/2005 18:18:50

    Bene, ma il primo era meglio

  • User Icon

    guendalina 87

    21/05/2005 19:49:29

    divertente e simpatico.... da vedere se ci si vuole divertire con una classica commedia made england!!!

  • User Icon

    Willy

    19/05/2005 15:42:00

    Amo Bridget Jones... ebbene si lo ammetto! Film Frizzante, allegro, vivace e per nulla affatto stupido e demenziale (come sostiene qualcuno)... non so ke film abbia visto?!?!? vabè Mitica Renee Zellweger ke ancora una volta fa notare al mondo intero del cinema di che pasta è fatta... molto bravo anche Colin Flirth... mediocre Hugh Grant (ha la stessa faccia in ogni film ke fa)! Molto meglio del primo! si alle "Ciccette sballonzolanti"! ^___*

  • User Icon

    ninetta

    15/05/2005 00:04:01

    il primo film lo ho trovato decisamente più divertente...ma anche questo non è da buttare via..un film proprio carino e poi le storie d' amore di briget sono sempre molto romantiche e bellissime le storie che ognuno di noi vorrebbe vivere..comunque questo è un film più romantico che divertente che si allontana molto dalla logica del primo film..comunque conviene provare..

  • User Icon

    mirco

    03/05/2005 17:02:52

    il primo e' stato un mito...questo una rovina completa.

  • User Icon

    giovi

    03/05/2005 09:34:00

    Veramente una delusione! Bridget da buffa diventa grottesca ed il film da comico a demenziale.PECCATO!

  • User Icon

    dragula

    02/05/2005 17:05:12

    onesto seguito, si mantiene sui livelli del predecessore

  • User Icon

    Dielle

    01/04/2005 23:52:43

    Se trovate il film non all'altezza del primo è tutta colpa di quella macellaia della regista... se prendete questo dvd e vedete cosa ha tagliato e soprattutto perchè lo ha fatto capirete perchè il film è mal riuscito. lei credeva di fare un film comico, non un film romantico: è riuscita a fare solo una schifezza di montaggi e luci mal posizionate! Consiglio il DVD per godere dell'intensissima e meravigliosa scena del battesimo (tagliata in post produzione dalla macellaia di cui sopra) e della divertente intervista di Brindget al suo attore preferito:Colin Firth (e chi ha letto i libri della Fielding sa di cosa parlo)!

  • User Icon

    silvia

    30/03/2005 18:07:38

    Non so sinceramente se supera il primo, ma in ogni caso molto divertente!

  • User Icon

    Jeffrey

    21/03/2005 16:56:32

    Sequel deludentissimo e telefonato, con gag da buffoni delle quali sinceramente non se ne può più. Evitabile!

  • User Icon

    Marilyn

    11/03/2005 13:56:25

    Ridere, sorridere, e poi applaudire. L'apisodio finale (forse?) di un'amore che ci ha appassionato e intenerito. E che abbiamo invidiato. Torna la nostra Bridget. Torna dolce e ironica e un pò pasticciona come sempre. Mitico Hugh Grant. Adorabile Colin Firth.

  • User Icon

    Alessandra

    10/03/2005 17:23:29

    Veramente divertente!!! Supera di gran lunga il primo film... Buona visione.

Vedi tutte le 20 recensioni cliente
  • Produzione: Universal Pictures, 2005
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 108 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Spagnolo; Portoghese
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale: scene tagliate; commenti tecnici: commento audio della regista; gioco interattivo: "Scopri chi è il tuo uomo ideale"; interviste: "Finalmente Bridget Jones intervista Colin Firth"
  • Hugh Grant Cover

    Propr. H. John Mungo G., attore inglese. Figlio di un tappezziere, dopo aver studiato a Oxford recita in una piccola compagnia teatrale. Al cinema, dopo numerose piccole parti, J. Ivory gli affida il ruolo di Clive in Maurice (1987), per cui riceve a Venezia il premio come migliore attore. Lavora con R. Polanski (Luna di fiele, 1992) e ancora con Ivory (Quel che resta del giorno, 1993), ma la vera notorietà arriva con la commedia di M. Newell Quattro matrimoni e un funerale (1994), che gli vale la candidatura all’Oscar. Un anno dopo fornisce una convincente caratterizzazione del giovane e timido gentleman di campagna nell’eccellente trascrizione di A. Lee di Ragione e sentimento, dal romanzo di J. Austen. Divenuto celebre come il «Cary Grant degli anni ’80» per i suoi modi eleganti e la faccia... Approfondisci
Note legali