Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Chiodo fisso. Le indagini del commissario Bertè

  • User Icon
    12/05/2020 16:52:53

    Terza indagine per il commissario Berte', anche se non autorizzata. In vacanza a Milano, si ritrova suo malgrado invischiato nell'omiciodio di un amico d'infanzia. E' un libro dei ricordi: ricordi di gioventu', ma anche piu' recenti, dove si rende conto che Milano non e' come se la ricordava, la Patty non e' piu' importante come prima, mentre la Marzia inizia a mancargli. Mentre si occupa comunque del delitto per conto suo, scoprira' molte cose sui suoi vecchi amici e qualcuna anche su se stesso. Il racconto del commissario verte invece su un'ossessione artistica.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/11/2019 11:55:57

    L'ho letto volentieri, si tratta di una piacevole lettura d'evasione. Rispetto ai primi romanzi con Bertè sonomligliorati sia i personaggi che l'intreccio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2019 08:23:47

    che dire: un libro che si legge bene sotto l'ombrellone il che vuol dire che si legge bene e non è assolutamente impegnativo è il classico libro per l'estate

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/04/2017 09:38:17

    E' il primo libro di Martini che leggo. Classico thriller all'italiana, anche se è più un racconto che un romanzo. Leggibile sotto l'ombrellone.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/07/2016 11:01:02

    Terzo libro sul commissario Bertè. Il nostro torna a Milano per le vacanze natalizie: è la prima volta dopo l'allontanamento in Liguria. E subito si trova di fronte ad un omicidio: per coincidenza è un suo vecchio amico d'infanzia e la ricercata è un'altra del suo cerchio infantile, la più bella di tutte, già provata da una precoce vedovanza. Bertè, pur non essendo in servizio, indaga fra i suoi vecchi amici e, con un po' di fortuna, arriva al colpevole. Che è, come nei due precedenti, una persona particolare, lontana dallo stereotipo dell'assassino.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/05/2016 18:15:49

    Ho letto gli altri due romanzi e non potevo perdere questo! Purtroppo sto per finirlo....ma acquisterò senz'altro anche il prossimo..perchè Gigi Bertè..con le storie di vita e lavoro, con i suoi colleghi - collaboratori - amici ed ex; con i suoi amori ed i suoi ricordi....mi piace un sacco!!! Bravissimo

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/10/2015 11:41:54

    Complimenti Emilio Martini, mi piace molto come scrive, è autocritico, sensibile e spiritoso. Questo ritengo sia il migliore dei sui libri, forse mi piace anche perche dove abita il protagonista ci abito anch'io e vado allo stesso supermercato di Milano. Sono in attesa di una nuova pubblicazione..spero arrivi prestissimo...

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/09/2015 17:45:49

    Avventura milanese per Bertè che deve fare i conti con il proprio passato. Piacevole lettura sia come trama che come stile. Martini direi che sta creando un buon personaggio da tenere d'occhio.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/08/2014 20:49:12

    Originalissimo giallo-poliziesco, scritto bene con ritmo incalzante. Molto bello.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/01/2013 15:27:49

    il migliori dei 3!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/12/2012 17:48:14

    Bellissimo anche questo giallo della serie di Gigi Berté. Si divora letteralmente e si ride di gusto per la coscienza "bastarda" del commissario che non dà tregua. Il lato scrittore del protagonista rende il libro ancora più avvincente e il giallo nel giallo è particolarmente indovinato. Piacerà agli appassionati del genere e non.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/11/2012 18:24:20

    Credo che questo sia il migliore dei tre. Mi è piaciuto moltissimo sia il poliziesco, questa volta ambientato a Milano, sia la novella scritta dal commissario. Un bel crescendo. Il ricordo di gioventù è stato un ottimo pretesto per far conoscere meglio il personaggio, solo abbozzato nel primo. Cresce e migliora. Speriamo continui così.

    Leggi di più Riduci