Il cimitero dei senza nome

Patricia D. Cornwell

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,09 MB
  • EAN: 9788852032875
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Facendo l'autopsia sul cadavere di una giovane donna assassinata, Kay Scarpetta si rende conto che il delitto è opera di Temple Gault, un assassino dall'astuzia diabolica che è sempre riuscito a sottrarsi alla giustizia. Questa volta però la coraggiosa anatomopatologa ha deciso di chiudere i conti, definitivamente.
3,91
di 5
Totale 11
5
5
4
3
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    LeonardoBanfiNM

    26/11/2007 10:48:58

    Ho letto ‘’La fabbrica dei corpi’’ dove si cita Temple Gault e cosi’ mosso dalla curiosita’ ho comprato il seguito, se cosi’ si puo’ definire: IL CIMITERO DEI SENZA NOME. Dal riassunto riportato sulla copertina, riporto l’ultima riga: E l’icubo ricomincia, piu’ agghiacciante e incalzante che mai. Leggendo questa frase ci si aspetta un Thriller e non una vera schifezza, peggiore anche di Postmortem. La trama e’ stupida e sviluppata in modo noioso, monotono e scritto male, con un linguaggio e una struttura che non invoglia alla lettura della pagina successiva, ma ad ogni riga si vorrebbe piantare li il libro.... Ma no! Caspita, con quello che costa, 8.80 euro. Lo devo finire! Magari e’ solo l’inizio che e’ lento poi, forse, ( la speranza e’ sempre l’ultima a morire) migliora. E invece no, peggiora. Il libro e’ pieno di descrizioni noiose e il modo di narrare i fatti e’ povero e sterile, e la trama principale, quella che dovrebbe essere sviluppata come un Trhiller, quella che tratta dell’assassino psicopatico, passa in secondo piano per lasciare spazio alla storia d’amore della dottoressa con lo psichiatra sposato, ai rapporti interpersonali con Marino e a quelli con la famiglia e la niopote, e i suoi problemi... ecc E’ un romanzo rosa e non un Trhiller! E' del tutto irreale, in ogni posizione di responsabilita’ c’e’ sempre un personaggio donna, super brava ed intelligente. OK mi sta bene, pero’ nella giusta misura, altrimenti poi la trama diventa irreale e ridicola. Inoltre Patricia, come al solito, conclude tutto velocemente in 30 pagine, come se si fosse stufata dei suoi personaggi e di scrivere di loro. Il libro venduto come brossura e’ troppo costoso per quello che contiene ed inoltre la stampa lascia a desiderare, ci sono continui errori di stampa, lettere mancanti o stampate a meta’ o male. Non lo consiglio, e’ veramente un brutto libro, in circolazione c’e’ di meglio. Il voto che assegno e’ 1 ma vale molto meno.

  • User Icon

    Ely

    22/03/2007 14:21:38

    Uno dei libri migliori dell'autrice, appassionante dalla prima all'ultima pagina ; mi ricordo che all'epoca non avendo mai preso in mano Un pc molti dettagli non li avevo capiti , riletto adesso con anni di esperienza informatica alle spalle ha acquistato ancora più valore . Ely

  • User Icon

    Eliseo

    19/03/2007 19:49:00

    Bellissimo! Come del resto tutti i romanzi della Cornwell che narrano le avventure di Kay Scarpetta. Il rapporto tra la protagonista e Benton si fa più intenso, la crescita interiore della nipote Lucy è delineata perfettamente. Incalzante il ritmo di questo racconto, pieno di colpi di scena. E finalmente assistiamo alla "fine" di Temple Gault, anche se la sua complice non ha finito di fare del male (in uno dei prossimi libri la ritroveremo, più psicopatica che mai!) OTTIMO!

  • User Icon

    Valeria

    24/01/2007 14:13:25

    Un libro davvero molto bello.. Ma del resto da una grande scrittice come la Cornwell c'è da aspettarselo.

  • User Icon

    tecnoedicola

    30/08/2006 12:57:39

    Che gran furbone Temple Gault eh?Si è anche trovato una degna compagna!ma che furbone furbone?Kay lo ha messo fuori gioco con il suo coraggio e la sua forza d'animo!Magari fossi Lucy e avessi anche io una zia così!e poi mi piace tanto il rapporto che hanno Kay e Marino,sempre a litigare ma nello stesso tempo ad essere protettivi l'uno con l'altra.Grande Patricia.

  • User Icon

    Alix89!!

    02/07/2006 21:00:11

    è veramente fantastico.....!!!!!!!crea una suspance incredibile!!!tra i migliori...assolutamtente consigliato...anke se forse potrebbe annoiare un po all'inizio..ma nn scoraggiatevi il finale è grandioso!!!

  • User Icon

    cia

    05/05/2006 12:41:25

    Il primo libro della Cornwell l'ho letto tanto tempo fa e questo è solo il secondo. Il libro è avvincente e pieno di suspance. La scena dello scontro finale, secondo me, poteva essere più approfondita...

  • User Icon

    Ilaria

    26/08/2004 22:13:19

    Senza dubbio uno dei migliori della Cornwell! Per chi ama il genere... da leggere!!!!

  • User Icon

    Ivana

    21/11/2002 19:10:45

    Stupendo!!!! Unico!!!!! Da leggere subito!!!!

  • User Icon

    Romano De Marco

    07/08/2002 13:26:16

    Prosegue la "telenovela" della Scarpetta e del suo clan, perseguitati dalla sfortuna e dai serial killer... secondo me si tratta di uno dei peggiori libri della Cornwell.. troppo legato nella continuity con il precedente e con troppa poca tensione (o suspance se preferite...) a me non è piaciuto.. Romano De Marco

  • User Icon

    dany

    12/07/2002 12:17:26

    bellissimo. ho letto questo libro più di tre anni fa, come i precedenti romanzi della Cornwell, e come negli altri casi ricordo alla perfezione la trama e mi sembra ogni tanto di rivivere alcuni passi principali dello svolgimento. è un romanzo carico di emozioni e sensazioni, che mette fine alla saga di Temple Gault in una maniera teatralmente naturale (sembra quasi un controsenso!) Unica pecca: la lettura non scorre molto, ed alcune volte si fa fatica ad andare avanti.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
  • Patricia D. Cornwell Cover

    Scrittrice statunitense, discende dall'autrice de La Capanna dello Zio Tom. È stata cronista di nera prima di diventare analista informatico presso l'ufficio di medicina legale della Virginia. È tra i fondatori dell'Istituto di scienze e medicina forense della Virginia e Senior Fellow dell'International Crime Scene Academy del John Jay College of Criminal Justice, nonché membro del McLean Hospital's National Council, dove è un sostenitrice della ricerca psichiatrica.Ha esordito nella narrativa nel 1990 con il romanzo Postmortem (in Italia nel 1995), l'unico romanzo ad aver vinto nello stesso anno i premi Edgar, Creasey, Anthony, Macavity e il Prix du Roman d'Aventure. Il successo, raggiunto a livello mondiale con Oggetti di reato (1993), è andato crescendo... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali