Categorie

Tommaso Pincio

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2008
Pagine: 335 p. , Brossura
  • EAN: 9788806188634

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mirta

    07/01/2010 15.27.54

    All'inizio l'ho detestato, ma poi non sono più riuscita a togliermelo dalla testa. E' scritto molto bene, ma è come se lo scrittore volesse tirare fuori il peggio di sè per farsi odiare. Non è facile identificarsi col protagonista perché è un personaggio negativo, soprattutto razzista. Però devo ammettere che alla fine mi è piaciuto molto anche se non saprei dire bene il motivo. Forse proprio perché ci dice che il peggio dell'Italia di oggi è dentro ognuno di noi.

  • User Icon

    fabio

    24/10/2008 20.33.33

    Romanzo fuori del comune, ricco di spunti interessanti. Ha la struttura apparente di un giallo, ma è molte altre cose. Racconta la storia di un perdente, un uomo qualunque che assurge alla celebrità finendo in carcare per un un omicidio che non ha commesso ma del quale si sente però responsabile. Il tutto è riferito in prima persona dal protagonista. Lettura molto godibile, divertente e cupa al tempo stesso. Mi ha ricordato l'Ammaniti dei primi tempi, il migliore.

  • User Icon

    Velvet

    15/10/2008 22.09.01

    Non è scritto male. Ma mentre leggevo sentivo che non mi appasionavo alla storia.

  • User Icon

    Federico

    04/10/2008 07.51.56

    Tecnicamente non malaccio, ma nel complesso un libro del tutto ordinario, con evidenti segni di stanca. Pincio, che ha scritto cose ottime, poteva e doveva fare molto di più.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione