Cinquanta sfumature di grigio

(Fifty Shades of Grey)

Titolo originale: Fifty Shades of Grey
Paese: Stati Uniti
Anno: 2014
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni

nella classifica Bestseller di IBS Film - Erotico

Disponibile anche in altri formati:

€ 9,29

€ 9,99

Risparmi € 0,70 (7%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione

Il magnate Mr. Grey ha ventisette anni, un immenso impero economico ai suoi piedi, uno charme irresistibile e dei gusti sessuali alquanto originali. La sua strada si incrocia con quella di Anastasia Steele, un'ingenua studentessa incaricata di intervistarlo: l'incontro cambierà per sempre le loro vite, in un vortice di passione che li porterà oltre ogni limite.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    fifth

    23/09/2018 17:08:22

    Deludente come film. Dopo aver lettoli libro da cui è tratto e che ha destato tanto scalpore, mi aspettavo molto di più. La regista ha voluto dare un taglio troppo romantico che non rispetta per niente lo spirito del libro. Il sadomaso è un’altra cosa!

  • User Icon

    Katia

    21/09/2018 13:22:44

    C'è poco da dire, i libri sono tutt'altra storia, leggere un libro e guardare un film sono 2 mondi diversi, il film ha perso molto, si, è carino ma nom come me lo aspettavo, avrei voluto vedere più scene menzionate nel libro, bravi gli attori, su quello nulla da dire!

  • User Icon

    Valentina

    20/09/2018 14:36:46

    Come tutti i film, non rispecchia quello che ci si aspetta dopo aver letto il libro. Comunque, da guardare lo stesso, non si merita sicuramente tutte le critiche ricevute. Io lo consiglio.

  • User Icon

    Francesca

    19/09/2018 21:09:16

    Il film non mi è piaciuto per niente. È una visione veloce e superficiale del libro.

  • User Icon

    Alessandra

    19/09/2018 05:41:09

    Ho amato questo film dal primo momento che l ho visto. Per me non c è solo erotismo, c è sensualità e amore. Visto un paio di volte, lo rivedrei sempre. Ottimi anche gli attori. Do 5 stelle. Da vedere e rivedere. Consiglio.

  • User Icon

    jessica

    18/09/2018 13:08:30

    film stupendo,stupenda storia d'amore,piena di momenti bui e ostacoli,ma comunque anche se la storia d'amore è predominata dalle scene di sesso rimane sempre ottimo come film.consigliata la visione

  • User Icon

    Laura

    18/09/2018 04:53:07

    Non capisco come mai la gente lo critica tanto... è un genere di film che sicuramente non può piacere a tutti ma stando al libro mi sarei anche aspettata di peggio invece sono stati anche molto delicati nel renderlo cinematografico, l'unica cosa è che non ho trovato giusto forse è che non fosse vietato si minori di 14 anni al cinema ma per il resto a me è piaciuto.

  • User Icon

    Mario

    16/03/2018 07:24:49

    Nonostante molti lo trovino scadente a me è piaciuto. Almeno l'amore a volte cambia le persone anche se non mai nella realtà.

  • User Icon

    Ernesto

    16/01/2016 15:03:12

    Qui il vero sadico non è il protagonista ma il regista, e devo riconoscere che con quell'epilogo ha raggiunto il suo scopo. Mi ha fatto stare malissimo!

  • User Icon

    Giuliano P.

    08/06/2015 14:56:14

    Mah! ...... Molto rumore per nulla .....

  • User Icon

    Mr Gaglia

    27/05/2015 14:20:27

    La trilogia di Erika Leonard è entrata di diritto in quella tipologia di romanzi che pochi dichiarano di aver letto, accampando i più svariati e "doverosi motivi". Tuttavia ha venduto più di 100 milioni di copie ed è stata tradotta in più di 50 lingue. Un successo editoriale di questo genere non poteva passare sotto silenzio e in materia si sono già spesi fiumi di parole. Era pertanto inevitabile che il cinema se ne accaparrasse i diritti contando sul fatto che i lettori desiderassero veder trasformati quei segni che chiamiamo scrittura in corpi in azione. Su questo piano sono destinati a rimanere delusi perché se c'è un elemento che manca in questo film è proprio la fisicità più o meno estrema; il sudore che sgorga dai pori di una pelle tormentata (dal piacere o dal dolore poco importa). Un regista che di sadismo se ne intende davvero, Lars Von Trier, aveva toccato ben altri livelli con Nymphomaniac. Qui invece si sta estremamente attenti alla 'confezione' tanto che non ci viene mostrato mai un organo sessuale. Il cinema preesistente viene poi saccheggiato a piene mani e senza infingimenti: la scelta delle cravatte di Christian è una copia conforme della scena di American Gigolò e così per altri piccole cose. Ogni volta che le richieste o le azioni di Christian sfiorano il ridicolo, dall'altra parte c'è una Dakota Johnson, consapevole della difficoltà del ruolo, ad anticipare lo spettatore con una risatina imbarazzata sostituendosi a lui. La colonna sonora fa il resto (con aggiunta di tanto di hit e con il 'sacrilegio' della presenza in sottofondo di "Im on fire" del Boss Springsteen): il successo al box office è comunque facilmente prevedibile. Se una volta si accorreva in libreria prima e in sala poi per apprendere che "Amare significa non dover mai dire mi spiace" oggi "Amare significa dover subire le frustrate" ma i tempi cambiano. Tornando al film piacerà solo ad un target specifico di teenager e chi non conosce il "vero" Bdsm.

  • User Icon

    chiara

    09/03/2015 11:35:29

    Il film più intenso, sensuale e scioccante che abbia mai visto finora..Non voglio preannunciare niente nè svelare sorprese, ma a me è piaciuto moltissimo e non vedo l'ora che esca il dvd!

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Dal romanzo best seller di E.L. James, il film che sicuramente sbancherà al box office

Trama
Anastasia Steele è una studentessa in Letteratura inglese prossima alla laurea. Per sostituire un'amica influenzata va ad intervistare Christian Grey, giovane e ricco amministratore delegato della Grey Enterprises Holdings Inc. e se ne innamora, ricambiata, a prima vista. Christian mette però in breve tempo le cose in chiaro: la sua è una personalità dominante e il rapporto dovrà sottostare a precisi patti. Anastasia deve accettare di essere oggetto di atti di sadismo.


Sono senza parole, capite? La versione cinematografica di Cinquanta Sfumature di Grigio è una tale noia. È erotico quanto una pubblicità su un catalogo di arredi per camere da letto. È vero, il libro ha attirato l’attenzione di 100 milioni di lettori in 52 lingue, ma il libro fa schifo. Lo so che ci sono tre libri (Cinquanta Sfumature di grigio, di nero e di rosso), ma sono arrivato a malapena alla fine del primo. La tortura letteraria non è il mio genere. Ma almeno E. L. James ha suggerito che dev’esserci qualcosa da imparare nella relazione tra una figura dominante e una sommessa (solo i dilettanti le chiamano “sadica” e “masochista”).
Quella che troviamo sul grande schermo, sotto la direzione di Sam Taylor-Johnson (Nowhere Man) e secondo la sceneggiatura alleggerita da Kelly Marcel, è la storia di una povera, vergine studentessa inglese, Anastasia Steele (Dakota Johnson). Trova l’uomo perfetto: Christian Grey (Jamie Dornan), un ragazzo di 27 anni, un bellissimo miliardario che ama la tecnologia e vuole di combattere la fame nel mondo. Christian ha un solo difetto: gli piace bendare Anastasia, legarla nella sua Stanza Rossa delle pene, attaccarle i polsi al muro e fustigarla. Che cosa dovrebbe fare una ragazza nella sua situazione? A sentire i chi ha letto il libro, la risposta è: riportare alla normalità quel ragazzo, conquistare i suoi genitori e aggiudicarsi il potere. Wow! Adesso chi è il carattere dominante? Invece di una cena e un cinema, Christian le offre un contratto che spiega esattamente come lui desideri abbracciare Ana in un gioco di bondage, con l’uso di sex toys estremi, butt plug e pinze genitali. Questa è una storia consensuale, e Ana si rifiuta il fisting e i rapporti anali. È un po’ come una trattativa. Christian addolcisce i negoziati regalandole bei vestiti, cambiando il suo laptop con uno nuovo, comprandole una macchina sportiva, e portandola in volo nel Northwest sul Pacifico col suo jet privato, portandola sul deltaplano e — ah, chi se ne frega! — regalandole le prime edizioni di Thomas Hardy. Cosa c’è di male fin qui?
È un remake di Twilight con gli spuntoni al posto dei denti da vampiro, non c’è nulla di male. Nessuno si sconvolge. Il regista Taylor-Johnson riprende tutto quello strofinare il muso e morsi sui capezzoli con l’attenzione e il buon gusto di una professoressa, seguendo le precise istruzioni senza lasciare che quei cattivi ragazzi gli sfuggano di mano. La tranquillizzante colonna sonora, che fa le fusa e ansima grazie a Beyoncé, Ellie Goulding e Sia, rende le poche scene di sesso qualcosa di simile a un video vintage di MTV — tutto patinato, ma non grintoso. Il film rimbomba di lividi, contusioni e fluidi corporei, come possiamo notare da una rapida occhiata mentre Christian schiaffeggia il sedere nudo di Ana col suo frustino fino a farlo arrossire.
Se mi state ancora seguendo (e non vi biasimo se non lo siete): questo genere di Cenerentola porno è ciò che sostituisce le sanguinose e oscure fantasie del libro. Mi dispiace, pervertiti: la scena tampone è andata! Incredibilmente, Johnson (The Social Network e 21 Jump Street), figlia di Melanie Griffith and Don Johnson (nessuna parentela con il regista), interpreta tutte questa stupidità meglio che può. Lei è un punto luminoso all’interno di un film che si occupa di sesso spogliandolo da tutto ciò che ha di più bello. Johnson conferisce al personaggio di Anastasia una buona dose d’intelligenza che il libro non ha mai lasciato trasparire.
Purtroppo con Dornan, un modello irlandese diventato attore (è abbastanza bravo a fare il cattivo nella serie inglese The Fall), Anastasia deve interagire con un muro. Polverizzato dal fuoco o dall’imbarazzo, Dornan sembra non avere idea di chi o cosa stia facendo.
Non biasimatelo: Christian non ha sfumature. Lui è un pupazzo Ken umano con un eccentrico set di accessori che non vanno usati. Non voglio spaventare le piccole donne di tutte le età e sessi che si metteranno in fila per this sanitized swill.
Qualcuno ha scritto che il film non è così sporcaccione come è stato pubblicizzato. Ne sembrano quasi sollevati. Io sono molto deluso. Disgustato! Il vero pubblico di questo film è composto da coloro che vogliono essere puniti — dalla noia. Voto 1/5

Recensione di Peter Trawers

  • Produzione: Universal Pictures, 2015
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 125 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Finlandese; Inglese; Norvegese; Portoghese; Spagnolo; Svedese
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; finale alternativo