Cittadino dello Spazio

(This Island Earth)

Titolo originale: This Island Earth
Paese: Stati Uniti
Anno: 1955
Supporto: DVD

€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele Bettini

    13/09/2016 02:38:25

    Dal titolo di questo film ho tratto il mio indirizzo e-mail. È quindi doveroso un mio commento. Realizzato con mezzi relativamente scarsi, ma con sufficiente spettacolarità, fu nel 1955 la prima Space Opera nella storia del cinema. Se proprio vogliamo trovare qualcosa anteriormente, dobbiamo tornare molto indietro nel tempo, con <i>Le Voyage dans la Lune</i> (1903) di George Méliès, che era soprattutto un cartone animato di soli 14'. Poi vennero <i>Terrore nello Spazio</i> (1956) di Mario Bava (che a me non è mai piaciuto, benché debbo riconoscere che avrebbe dato spunto, molti anni dopo, a tutta la serie di <i>Alien</i>), <i>Il Pianeta Proibito</i> (1958) e <i>Il Mostro dell'Astronave</i> (1958). <i>SOS Naufrago nello Spazio</i> e <i>Il Pianeta Fantasma</i> sarebbero arrivati poco dopo, fino al celebratissimo, a mio avviso eccessivamente, <i>2001 Odissea nello Spazio</i>, del 1968. Sorprendente la somiglianza dello scienziato Exeter (Jeff Morrow) con Antonino Zichichi. Molte trovate, alcune delle quali ispirate da altri generi letterari e da teorie scientifiche sulle quali si sta ancora lavorando, sono passate alla storia. Il clima è palesemente maccartista. L'idea del neutrino, chiave delle più grandi scoperte, ancora di là da venire, oltre 50 anni dopo ha ancora il suo fascino. L'Interocitor, realizzato con materiali più pesanti dei nostri PC, anticipava l'era dei telecomandi e della Chat Line. Tra gli esordi sullo schermo: la celebre figura del mutante, tutta forza bruta e nessuna umanità, come del resto tutti coloro che sono condizionati da una vita fatta solo d'incessante lavoro. Fu una delle realizzazioni che non invecchiano mai. Un po' sempliciotti i viaggi di andata e ritorno per e da il Pianeta Metaluna, ma dalle limitate possibilità temporali che offre lo schermo, non si può pretendere che eroi e personaggi vari non debbano saltare i pasti e il sonno.

  • User Icon

    Riccardo Esposito

    15/05/2016 14:43:16

    La migliore Space Opera (insieme a Il pianeta proibito) degli anni '50, "sense of wonder" allo stato puro, un perfetto film da drive-in (ma nella sua versione a colori, non certo in quella in bianco e nero che circolò per un certo periodo). Il mutante di Metaluna (per quanto ridicolissimo) è ormai entrato nella leggenda e l'Exeter di Jeff Morrow (doppiato da Bruno Persa), anche se tradisce il cattivissimo originale del libro di Raymond F. Jones, è uno dei personaggi più riusciti e memorabili del cinema di fantascienza dei Fifties. Cult movie.

Scrivi una recensione
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Sinister Film, 2016
  • Distribuzione: CG Entertainment
  • Durata: 87 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers