Il Club delle Vecchie Signore e altri racconti

Georges Simenon

Traduttore: L. Carra
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
Pagine: 176 p., Brossura
  • EAN: 9788845932069

98° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Gialli - Gialli classici

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Si concludono, con questo volume, le avventure dei detective dell'Agenzia O, «una delle agenzie investigative più famose del mondo».

«Una vampata di caldo. E non è solo il caldo. Di punto in bianco Émile e Torrence sono entrati in un mondo così diverso che gli è salito il sangue alla testa. Il locale in cui si trovano è tutto tappezzato di morbide stoffe, ammobiliato unicamente, parrebbe, con divani profondi e soffici. Vi regna un profumo che ricorda quello dell’incenso, ma più tenue. »

«Sul divano di fronte alla porta è sdraiata una figura che si potrebbe scambiare per una statuina. È davvero una donna ? Non è piuttosto un’effigie di cera? »

«È proprio una donna, una giovane giapponese completamente nuda, che fuma una sigaretta orientale e il cui sguardo indifferente sfiora appena Torrence e il suo collega. Su un altro divano, con indosso una sfarzosa vestaglia, la ragazza bruna che i due uomini hanno ammirato poco prima si trastulla con un gatto siamese».


E Simenon, che ormai ci ha preso gusto, si diverte a metterli nelle situazioni più incongrue, a volte francamente comiche: indagando sul «Prigioniero di Lagny» (questo il titolo del primo racconto), per esempio, Émile e un impacciatissimo Torrence si trovano a interrogare un pittore più che sospetto alla presenza di una modella giapponese nuda e languidamente distesa su un divano, e di una stupenda ragazza bruna appena più vestita di lei; Émile, incaricato da una dama dell'alta società di scoprire perché mai un uomo si sia finto una donna pur di frequentare «Il club delle Vecchie Signore»,si fa prendere per il naso da un'adorabile avventuriera con la quale aveva intrecciato un flirt, anni prima, passeggiando per il cimitero di Eyup, a Istanbul; in un bistrot parigino Torrence viene arrestato dai suoi ex colleghi del Quai des Orfèvres che l'accusano di aver tentato di ricattare un famoso scultore... Dopo aver scritto quattordici racconti sulle sue imprese, Simenon metterà in soffitta l'Agenzia O - ma sarà valsa la pena conoscerli, i quattro protagonisti di queste inchieste poliziesche scanzonate e piene di humour.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 10,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    rosa

    22/09/2018 12:53:05

    L'ultimo libro sui racconti dell'Agenzia O , che Simenon pubblicò in rivista nel 1941. Questi deliziosi quattro racconti narrati con una certa ironia coinvolgono il lettore, pur avendo delle trame intriganti e personaggi abbastanza bizzarri. Molto intenso il racconto Il dottor Beccamorti che coinvolge il dottor Maupin soprannominato dottor Beccamorti, un misantropo dai capelli grigi e lo sguardo acuto, coinvolto in un omicidio, e messo alla stretta in un trascinante interrogatorio di fronte a un tenace Torrence insieme al commissario Lucas che abbiamo già conosciuto ne Il sorcio.

  • User Icon

    zanzara

    28/03/2018 16:46:34

    adoro Simenon, sono racconti minori ma non per questo meno piacevoli da leggere. è sempre un maestro.

  • User Icon

    STELLASOLITARIA

    08/01/2018 21:10:49

    Adoro Simenon e pur non essendo un Maigret è tuttavia avvincente. Ben scritto, lineare e coinvolgente. Tutti questi racconti mi sono piaciuti.

  • User Icon

    Claudio

    26/09/2017 17:33:41

    Le ultime avventure di quell'agenzia investigativa di cui il capo sembrerebbe Torrence, vecchio braccio destro di Maigret, ma in realtà il deus ex machina è questo Emile, capelli rossi, faccia da studente che riesce sempre a dipanare le matasse che il vecchio Torrence da solo non riuscirebbe a dipanare.

  • User Icon

    rosetta

    13/09/2017 10:02:09

    Torrence non è Maigret... purtroppo. Un bel giallo, naturalmente molto ben scritto, con le atmosfere francesci che tutti i lettori di Simenon amano e aspettano, ma Torrence non è Maigret...

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione