Categorie
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 166 p., Brossura
  • EAN: 9788806219888
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    archipic

    08/09/2016 14.40.37

    Tre racconti brevi sul mondo della coca; il primo, di Carlotto, molto blando e lento, senza alcun ritmo e spunti di interesse; voto 2. Il secondo, di Carofiglio, ottimo come tutti i suoi scritti; spunto narrativo intrigante e scrittura bella fluida e leggera. Voto 5. Il terzo, di De Cataldo, interessante nel suo svolgimento, pecca un poco nel ritmo, ma alcuni passaggi sono buoni; voto 3. Complessivamente un 3 per un volume che non colpisce più di tanto.

  • User Icon

    archipic

    08/09/2016 14.39.34

    Tre racconti brevi sul mondo della coca; il primo, di Carlotto, molto blando e lento, senza alcun ritmo e spunti di interesse; voto 2. Il secondo, di Carofiglio, ottimo come tutti i suoi scritti; spunto narrativo intrigante e scrittura bella fluida e leggera. Voto 5. Il terzo, di De Cataldo, interessante nel suo svolgimento, pecca un poco nel ritmo, ma alcuni passaggi sono buoni; voto 3. Complessivamente un 3 per un volume che non colpisce più di tanto.

  • User Icon

    juangomez

    22/11/2015 09.55.24

    Premetto che Carlotto e De Cataldo li conoscevo solo di nome, di Carofiglio invece ho letto praticamente tutto compresi i saggi. Andando per ordine, il racconto di Carlotto non mi è piaciuto granché, la storia, i personaggi e i dialoghi li ho trovati un po' inconsistenti. La storia di Carofiglio invece mi è piaciuta molto, lui riesce sempre a dar vita a personaggi singolari e nello stesso tempo credibili. Per dirla con la frase di un suo romanzo "scrive come scriverei io se fossi capace di scrivere". De Cataldo infine è stata una gradevole scoperta. Il suo stile asciutto e incisivo mi è piaciuto e anche la storia ha un buon ritmo.

  • User Icon

    Gianni

    23/05/2014 10.56.44

    Mi associo alla folla e condivido con loro la pubblicazione del libro a puro fine marketing. Le storie paiono deboli, a tratti surreali, un copia ed incolla insomma di un già visto un pò di qua e un pò di là e sullo sfondo una piaga sociale enorme, quale la cocaina. Sono delle storielle giusto per passar mezz'oretta su un treno o aspettando nel letto che il sonno arrivi, sinceramente il volume finirà nel dimenticatoio.

  • User Icon

    Makaio

    13/04/2014 22.15.29

    Tre racconti buoni. Operazione di marketing, ma la sostanza c'è, in parte. Carofiglio vince, la dottoressa Sara spicca su tutti. Carlotto parte alla grande, ma si perde in un finale rocambolesco ed improbabile. De Cataldo, senza infamia e senza lode, sembra il Don Winslow del Salento....ma è solo il mio punto di vista.

  • User Icon

    migliettaser

    22/08/2013 22.45.29

    Tre ottimi autori per un pessimo libro. Difficile scegliere il meno peggio dei tre. Si sono limitati a fare un compitino per vendere della carta stampata approfittando del nome. Questo è almeno la mia opinione e , giusto o sbagliato che sia, per onestà si racconta quel che si prova.

  • User Icon

    Monia

    04/07/2013 14.53.12

    Il titolo potrebbe indurre a tematiche scontate, in realtà la vera sorpresa, è nello scoprire che Cocaina è semplicemente in minimo comun denominatore per dare il la' a tre bravi e attuali scrittori italiani che meriterebbero maggior fama. Tre stili diversi, conoscevo molto bene Carofiglio, un po' meno gli altri due, ma a mio parere meritano un pari grado per stile e coinvolgimento.

  • User Icon

    Nadia Poggi

    29/04/2013 12.13.21

    Non condivido i pareri negativi. 3 racconti con personaggi "insoliti". Sono racconti con un unico filo conduttore: la cocaina, che sta entrando ovunque e che arriva a corrompere chiunque.

  • User Icon

    Simona

    19/04/2013 19.12.42

    Un libro scritto a tavolino dal marketing. Sono stata attirata dai tre autori, che non avevo mai letto. Devo dire che ci sono cascata in pieno.

  • User Icon

    alessio

    12/03/2013 14.58.29

    Non si può negare che si legga volentieri e velocemente. Condivido che la storia migliore sia quella di Carofiglio. Sullo sfondo un fenomeno più diffuso di quello che si pensi. E comunque personalmente sono contento di non farne uso! Le emozioni mi piacciono al naturale, senza esaltatore di sapidità dell'anima.

  • User Icon

    furio

    10/03/2013 20.09.26

    Carlotto al di sotto delle aspettative, Carofiglio senza nerbo, De Cataldo in automatico. Pura operazione commerciale. Peccato, sono tre bravi scrittori e spesso sanno raccontare la realtà con sguardo lucido e partecipe. Stavolta no. Stavolta sono bolle di sapone.

  • User Icon

    Chris

    10/03/2013 18.38.07

    buon libro. tema attuale inquietante ben sviscerato con 3 punti di vista diversi che guardano al problema cocaina e sulle sue conseguenze criminali e sociali.

  • User Icon

    marcello

    09/03/2013 17.00.32

    Tre storie decisamente piacevoli crude il giusto,realistiche ma sempre con una nota romantica e spesso disincantata. Esperienza ripetibile

  • User Icon

    elisabetta

    08/03/2013 22.00.09

    Se devo essere sincera pensavo meglio. L'unico che si salva e' quello di Carofiglio...

  • User Icon

    stefano

    27/02/2013 18.12.59

    Sinceramente pensavo meglio...salvo solo il racconto di Carofiglio, la piu' noiosa quella di De Cataldo.

  • User Icon

    Alessandra

    22/02/2013 17.01.56

    Carofiglio: scandaloso... oppure ha scritto un racconto per prenderci in giro? trama banale e a tratti ridicola. Carlotto: racconto carino Decataldo: poteva fare di meglio ma il migliore. Mi aspettavo molto ma molto meglio, peccato averlo comprato perche si poteva benissimo prender in biblioteca.... o non prender affatto

  • User Icon

    Andrea

    20/02/2013 14.58.51

    Niente di che, tre storielle messe insieme probabilmente con il solo intento di vendere. Si salva solo De Cataldo che realizza la storia migliore, poi Carlotto e a lunga distanza Carofiglio che scrive una storia senza capo nè coda. In generale, libro trascurabile.

  • User Icon

    sergio colombo

    17/02/2013 08.14.18

    Da tre intuizioni tre raccontini abbastanza modesti, due scritti da (ex ?) magistrati. Sul tema della 'ndrangheta & cocaina come infiltrante distruttivo della società proibizionista m'è parso ben più profondo Walter Siti in "Resistere non serve a niente"

  • User Icon

    Ettore Colonna

    14/02/2013 15.37.42

    Tre grandi penne che in sinergia rimarcano un problema che veramente dovrebbe metterci in ansia, tutto in meno di duecento piacevoli pagine.

Vedi tutte le 19 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione