Categorie

Valerio Evangelisti

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: 440 p. , Brossura

50 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Di ambientazione storica

  • EAN: 9788804564393

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    daniele64

    24/01/2013 09.30.08

    Bellissimo titolo e magnifica copertina per questo interessante romanzo storico ambientato nel sanguinoso Messico della seconda metà dell'Ottocento.Sembra di rivedere la serie di spaghetti western sulle rivoluzioni messicane tanto di moda negli anni 60-70. E' il primo libro di Evangelisti che ho letto e l'ho scelto perchè forse è quello più nelle mie corde di amante del western.Sicuramente ne leggerò altri perchè mi pare un autore che ha rilanciato in Italia la vecchia narrativa di genere avventuroso tanto cara a Salgari,a cui per qualche verso può essere assimilato,anche se qui non possono non notarsi inevitabili connotazioni politiche.Scrittura chiara e trama scorrevole e molto ben documentata,che non risente troppo dei tanti salti temporali tra un capitolo e l'altro e dei molti protagonisti e comprimari che si avvicendano nelle oltre 400 pagine del libro.Straordinario come la maggior parte siano personaggi storici realmente vissuti e come la loro storia vera venga abilmente miscelata con particolari e vicende immaginari ma realistici.Insomma,nel complesso,un bel libro che mi ha avvinto e convinto,nell'attesa di leggerne il seguito.

  • User Icon

    Mario

    13/07/2011 18.56.41

    Mi spiace per Evangelisti - di cui ho letto "Antracite" e "Black flag" - ma questo non è un romanzo, non nel puro senso del termine. E' piuttosto una storia del Messico western romanzata. Tanti, troppi personaggi realmente esistiti si muovono nel contesto politico dell'ultima metà del XIX secolo messicano: socialisti, liberalisti, anarchici, conservatori, rivoluzionari, peones, soldati, ecc. Non c'è una trama, non c'è quasi mai tensione. C'è, e si vede, un'ampia documentazione e questo libro è la versione romanzata-drammaticizzata di tale ricerche. E' bello, per carità, lo stile è fantastico sia come sceneggiatura che come scrittura, ma io personalmente non lo considero un romanzo.

  • User Icon

    mixtli

    20/07/2007 14.30.04

    E' vero che l'unico protagonista è la storia ma come la capisci se i personaggi e le storie che interagiscono sono ingarbugliati?

  • User Icon

    carlo

    15/04/2007 20.08.32

    La critica ai troppi personaggi è assurda! Il romanzo è uno dei migliori di Evangelisti, e non ci sono troppi personaggi: personaggi non ve ne sono, se non uno: la Storia.

  • User Icon

    Gianca

    09/02/2007 08.51.20

    In questo romanzo i troppi personaggi fanno perdere il filo del discorso. Vi sono continui salti da una situazione all'altra ed alcune volte, se il lettore non ha provveduto ad annotare i vari nominativi ed il ruolo che essi svolgono, non si capisce chi combatte per cosa e contro chi. Nettamente superiore e molto più organico il romanzo "Noi saremo tutto", qui il buon Evangelisti ci stordisce con i suoi innumerevoli personaggi ben poco delineati e per questo sfuggenti ed a volte irritanti.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione