La collina del vento

Carmine Abate

Editore: Mondadori
Collana: Oscar 451
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 marzo 2018
Pagine: 261 p.
  • EAN: 9788804688655
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Impetuoso, lieve, sconvolgente: è il vento che soffia senza requie sulle pendici del Rossarco, leggendaria, enigmatica altura a pochi chilometri dal mar Jonio. Il vento scuote gli olivi secolari e gli arbusti odorosi, ulula nel buio, canta di un antico segreto sepolto e fa danzare le foglie come ricordi dimenticati. Proprio i ricordi condivisi sulla "collina del vento" costituiscono le radici profonde della famiglia Arcuri, che da generazioni considera il Rossarco non solo luogo sacro delle origini, ma anche simbolo di una terra vitale che non si arrende e tempio all'aria aperta di una dirittura etica forte quanto una fede. Così, quando il celebre archeologo trentino Paolo Orsi sale sulla collina alla ricerca della mitica città di Krimisa e la campagna di scavi si tinge di giallo, gli Arcuri cominciano a scontrarsi con l'invidia violenta degli uomini, la prepotenza del latifondista locale e le intimidazioni mafiose. Testimone fin da bambino di questa straordinaria resistenza ai soprusi è Michelangelo Arcuri, che molti anni dopo diventerà il custode della collina e dei suoi inconfessabili segreti. Ma spetterà a Rino, il più giovane degli Arcuri, di onorare una promessa fatta al padre e ricostruire pezzo per pezzo un secolo di storia familiare che s'intreccia con la grande storia d'Italia, dal primo conflitto mondiale agli anni cupi del fascismo, dalla liberazione alla rinascita di un'intera nazione nel sogno di un benessere illusorio.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    angela

    19/09/2018 10:37:10

    Scritto davvero bene, una lettura scorrevole che sa tenere buona compagnia e invoglia a proseguire per scoprire i segreti della famiglia Arcuri , custoditi sulla loro collina il Rossacro . Non è certo un libro d’azione, anzi il ritmo narrativo è lento , questo a volte mi ha un po’ infastidito certo è che arrivata alla fine l’ho chiuso a malincuore, mi dispiaceva dire addio a questa saga famigliare. Abate ci apre le porte della famiglia Arcuri, ci racconta la loro storia attraverso un secolo d’Italia, partendo dalla prima guerra mondiale fino ad arrivare ai giorni nostri con il giovane Rino che raccoglie il racconto del padre Michelangelo, custode di ogni segreto. Molto bella l’ambientazione, in una Calabria colorata e fertile , abitata purtroppo da mafiosi , ma, soprattutto da gente che si spacca la schiena per mantenere quel poco che ha e vivere con dignità e non si piega al volere della malavita , ignorando anche un tornaconto economico . Davvero un bello spaccato di vita, lo consiglio vivamente per una lettura, almeno per me, un po’ diversa dai soliti schemi ma ricca di contenuti.

  • User Icon

    Clara

    16/08/2018 16:14:29

    Molto bello il racconto della storia di una famiglia calabrese legata alla propria terra (in molte pagine devo dire che ho ritrovato anche la storia della mia famiglia pur non essendo calabrese). Attraverso decenni, di generazione in generazione, ci racconta anche la storia d'Italia. Lettura decisamente piacevole che ci regala anche parecchi spunti di riflessione. Grazie all'autore.

  • User Icon

    Nobile

    24/10/2017 16:37:22

    Ci sono degli spunti interessanti, non approfonditi; piuttosto retorico, ma la lettura è scorrevole

  • User Icon

    Rosalia Ceraulo

    04/08/2017 08:07:44

    Bel libro in cui la narrazione è sempre ben equilibrata tra storia di una famiglia, magia dell'ambiente e storia dell'Italia. Mai banale, l'ho letto con molto piacere

  • User Icon

    Raffaella

    23/09/2015 16:05:15

    Bello..primo libro che leggo di questo autore e devo dire mi ha sorpreso parecchio...molto scorrevole..una descrizione di paesaggi e personaggi molto dettagliata ..ti sembra di passeggiare sulla collina immersa nei fiori di sulla..non cade mai nel banale ...consigliato!!!

  • User Icon

    Dario

    17/07/2014 11:14:39

    Molto bello, con alcuni momenti di suspense, ma nel contempo leggero e per niente pesante. Lo consiglio come libro da "spiaggia".

  • User Icon

    Idapaola

    12/07/2014 09:31:45

    Un romanzo che narra la storia di una famiglia attaccata alla sua terra , alle sue origini , alla sua storia . Sorprendente il linguaggio semplice e commuovente con cui vengono descritti i personaggi . Da calabrese, ho trovato il libro estremamente bello , ma soprattutto l'autore è riuscito a comunicare tramite semplici parole il profumo della collina , il rumore del vento , la bontà dei cibi , la semplicità dei gesti! Consigliato per una lettura diversa alla scoperta della semplicità in cui molto spesso si cela la vita quotidiana .

  • User Icon

    Aldo

    05/01/2014 14:14:49

    Questo libro, che ha vinto meritamente il Campiello della 50° edizione, è un raro romanzo epico e corale, un autentico capolavoro della nuova letteratura italiana. Impressiona la bravura dell'autore nell'attraversare un secolo di storia locale e nazionale, raccontando l'epopea di una famiglia che difende la propria collina dalle grinfie di tutti i prepotenti. Meriterebbe cinque stellette con lode!

  • User Icon

    Stefania

    16/10/2013 11:15:59

    Raramente ho letto un libro così avvincente e sincero, "leggero", nel senso calviniano del termine e impegnato, civile. I personaggi, sopratutto le donne, descritti accuratamente nelle loro psicologie, che sembrano persone vive. E' il secondo libro dell'autore che leggo - dopo il recente gioiellino "Il bacio del pane" e mi dispiace non averlo scoperto prima. Ma ne ho già acquistato un altro di cui ne ho sentito parlare un gran bene: Tra due mari.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione