Come ottenere il meglio da sé e dagli altri

Anthony Robbins

Traduttore: F. Saba Sardi
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 ottobre 2000
  • EAN: 9788845246111

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Salute, famiglia e benessere personale - Self-help e valorizzazione personale - Self-help: opere divulgative - Assertività, motivazione e autostima

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    rosa

    27/03/2018 18:05:38

    un grande lavoro

  • User Icon

    Lazzarov

    28/03/2013 10:19:15

    È un libro sulla persuasione, come si dice nel capitolo 20. E devo ammettere che i metodi per persuadere gli altri a fare qualcosa sono buoni e si ritrovano nei capitoli 8, 13, 14, 16 e 17. Tuttavia, i metodi per motivare se stessi non sono altro che una serie di inviti a "far finta che.." e "convinciti che..", mi hanno ricordato gli attori che impersonando qualcuno di triste riescono a piangere a comando. Le basi su cui Robbins costruisce i suoi ragionamenti sono proprio "scientifiche", in particolare il capitolo 10 sulla dieta è insopportabile ("le cellule sono circondate da linfa" "La maggior parte delle persone non sanno respirare"). E ora arriviamo al problema principale del 'manuale' e per cui ho veramente perso le staffe: Robbins è un bugiardo e te ne accorgi. Lo becchiamo nella prima pagina del libro a dire che anche lui era scontento, in sovrappeso e povero, a 25 anni. Poi a 21 anni, capitolo 13, si vanta di aver convinto un noto medico di Beverly Hills a firmare un contratto con la "sua azienda di prodotti dietetici". Poi (cap.6) racconta di essere riuscito a far passare il mal di testa a della gente che gli faceva da pubblico durante la registrazione di "una sua VHS" solo manipolando le loro submodalità (e non per fare lo splendido sul nastro). Parliamo del linguaggio inappropriato. Quando fa riferimento ai suoi metodi lui parla di "tecnologia", quando parla di sensazioni lui parla di "submodalità", quando parla di cambiare punto di vista diventa "reframing". Ah, e i salti di logica, vogliamo parlarne? "Molti hanno già capito che.." Cosa? Molti chi? Il risultato finale è una costruzione fittizia e caduca, completamente vuota dentro, ma bella per fuori. La domanda è: vuoi essere una persona vera o farti prendere in giro da questo venditore di fumo?

  • User Icon

    nalla

    03/12/2011 11:11:51

    Questo è un libro da avere Assolutamente e da acquistare insieme al suo "gemello" dal titolo: Come migliorare il proprio stato fisico, mentale e finanziario. I due libri si completano a vicenda.Entrambi da 110 e lode. Per cambiare sul serio, migliorare se stessi, trovare quella carica che tanto si desidera.... questo e uno dei migliori mai scritti. Ricchissimo per la propria mente...

  • User Icon

    Vanni

    18/01/2011 12:20:56

    A mio parere è una guida alla vita molto importante, questi insegnamenti possono venir applicati in tutti i campi, da quello professionale, per ottenere il successo, reti di relazioni, a quello privato che comprende relazioni di amicizia, sentimentali, senza tralasciare, ovviamente, che possiamo dare il nostro contributo al mondo in ogni momento, per esempio aiutando qualcuno in difficoltà. Un Saluto Vanni

  • User Icon

    raffaella tania

    04/01/2011 17:58:29

    è un libro che ti cambia la vita, perchè ti cambia la prospettiva e ti mostra la non ineluttabilità del proprio comportamento. Ai detrattori, di cui holetto i commenti, dico che appigliarsi a 4 parole(per esempio il discorso sulle droghe o il titolo-che poi non vedo quale sia il problema nel volere il meglio da se stessi...lui non dice mica QUALE meglio, ognuno sceglie per sè)sminuendo la portata di un discorso rivoluzionario, significa voler chiudere gli occhi davanti alla possibilità di cambiamento, che è un diritto di tutti, e al quale questo libro conduce. Robbins, ripeto, non dice quale sia il meglio, ma dice come raggiungerlo, ognuno secondo i propri ideali, le proprie aspirazioni,e se qualcuno non vuole leggerlo un libro così, è forse perchè non crede lui stesso a questa possibilità ed è bene che si interroghi su questo e non su ciò che Robbins dice. Robbins dice solo che, volendo, ognuno è artefice del suo destino, se ha il coraggio di farlo.

  • User Icon

    Marco

    22/01/2010 18:53:33

    Dal libro: "Indagini condotte dal dottor Andrew Weil hanno dimostrato che le esperienze di chi fa uso di droghe corrispondono esattamente alle loro aspettative. Il dottor Weil ha constatato che poteva riuscire a calmare una persona a cui era stata somministrata una dose di anfetamine e a provocare invece uno stato di eccitazione in individui cui fossero stati somministrati barbiturici. E la sua conclusione è che la 'magia' delle droghe risiede nella mente di chi ne fa uso, non gia nelle droghe stesse." Come fai a continuare a leggere dopo che leggi questo passo e tante altre affermazioni simili? L'autore arriva fino a dire che col pensiero si possono curare gravi malattie.

  • User Icon

    Francesco

    01/12/2009 17:11:20

    Alcuni capitoli non li capisco,tutto sommato è un ottimo libro.Consigliato

  • User Icon

    Matteo Santoro

    01/09/2009 20:41:34

    E'uno dei libri che mi hanno aiutato di più nella mia vita, veramente eccezionale!

  • User Icon

    Davide

    27/07/2009 12:08:56

    Che delusione! Avevo letto i commenti è sembrava un profeta questo robbins,ho comprato il libro con entusiasmo sperando potesse davvero aiutarmi,ma è stata una grandissima delusione,non sono riuscito neanche ad arrivare alla fine,e credetemi è raro che faccio una cosa del genere! Innanzitutto il libro è pieno di errori di traduzione,ed impostato veramente male. Ma poi che consigli da? solo esempi,il tutto spiegato veramente male,senza un minimo di accuratezza e di precisione,per non parlare di semplicità,robbins crede che a leggere il suo libro siano tutti laureati nelle migliori università mondiali. Una grandissima delusione,soldi buttati.

  • User Icon

    dedalus

    10/05/2009 15:43:32

    Uno di quei manuali inutili che suggeriscono cose ovvie e risapute. Dal "Conosci te stesso" socratico nulla è cambiato nell'ottenere il meglio da sé. Molto meglio leggere un buon manuale di cucina.

  • User Icon

    Boooooh

    09/05/2009 14:34:53

    Poi dicono che non bisogna fare l'antiamericanismo. Di questo libro è sgradevole, arrogante e americano già il titolo. Il destinatario - ma forse in casi come questi è più giusto dire "il target" - è un manipolatore perfezionista che deve rovinare l'anima a sé e agli altri per ottenerne "il meglio". E chi decide cos'è il meglio? Forse Anthony Robbins, che si definisce "un coach e un esperto di peak state"? O forse il lettore stesso? Nel migliore dei casi, questo libro non serve. Non mi ci vuole Robbins per dirmi che devo pensare positivo. Nel peggiore dei casi, invece, il libro lo legge Bill Clinton, già cliente di Robbins, e in un ritorno di fiamma con se stesso seduce una stagista.

  • User Icon

    Attila

    08/05/2009 20:54:01

    mi ritrovo tra le mani questo libro..ed il titolo già mi "intriga" effettivamente ogni giorno ho questo pensiero: Cercare di capire come ottenere il meglio di me e dagli altri... forse leggendolo... potrei capire come svegliarmi felice alle 5.45 del mattino, come ottenere il meglio da me e dal mio vicino di auto mentre alle 7.00 siamo imbottigliati nel traffico, ottenere il meglio dalla colite del mio collega, dalla precisione del mio capo che si ricorda di me solo 5 minuti prima che finisca il mio turno lavorativo... da mia moglie che mi aspetta dopo 12 ore con il sacco della spazzatura da buttare.... forse leggendolo...troverei un vero motivo per non leggerlo...!

  • User Icon

    Carlomari

    05/05/2009 20:35:07

    Trasformate la Vostra vita in una fantastica avventura. Vedrete fin da subito i risultati e rimarrete stupefatti di quanto facile sia migliorare il proprio stato d'animo e quello delle persone che Vi circondano. Anthony Robbins è una grande in tutti i sensi!

  • User Icon

    Stichi

    05/05/2009 15:08:41

    In quei momenti in cui vorresti migliorare te stesso, l'entusiasmo del cambiamento ti fa acquistare ogni genere di saggio dispensatore di consigli e ricette magiche per un assoluto successo. Anch'io ho ceduto alla tentazione, sperando di trovare in questo libro la soluzione definitiva per poter vivere al meglio, essere apprezzati e riconoscere il meglio negli altri, ma alla fine mi sono resa conto che il buon senso e la motivazione nel fare le cose sono la miglior tecnica che ognuno di noi possiede e questo libro ne è la conferma.

  • User Icon

    janji83

    05/05/2009 15:06:14

    Utile.Questa è la prima parola che mi viene in mente dopo aver letto tre volte questo libro. Robbins affronta solo questioni che viviamo ogni giorno, tutti, e mostra come potremmo, se decidessimo di farlo, affrontare il mondo, la vita e tutto ciò che ci circonda in modo da ottenerne il massimo.Non credo sia un libro da guru, ma un testo scritto da chi consiglia le sue scelte perche per lui hanno funzionato, e molte hanno funzionato anche con me.Penso che nel percorso di ognuno sia un libro da leggere, un testo che possa dare idee e far vedere cose a volte ovvie, quasi sempre ignorate.Utile, ma solo per chi non lo legge con pregiudizi e paraocchi.

  • User Icon

    Damiano

    05/05/2009 10:45:37

    Robbins è un maestro e se vuoi dare una svolta alla tua vita non puoi che partire da qui. Motivante, ricco di strumenti per imparare a controllare la propria mente e migliorare la comunicazione con se stessi e con gli altri. Non è un libro da leggere prima di addormentarsi o sulla spiaggia, ma da studiare e soprattutto applicare; i risultati però possono essere eccezionali, in grado di dare una sferzata di energia alla tua vita. Per tutti coloro che vogliono di più dalla vita ed in particolare da se stessi; le informazioni contenute possono aiutarti a tirar fuori il meglio di te. Un must per un percorso di crescita serio.

  • User Icon

    francesco

    04/05/2009 16:50:36

    Il libro che il lettore tipo non vorrebbe comprare. Il manuale che il libraio classico vorrebbe togliere dagli scaffali. E’ la cassetta degli attrezzi per chi domina la lingua ma non sa farsi capire. Chi pensa di essere il capo tribù ma non riesce a stringere la mano a più di due persone. Chi pensa di amare senza conoscere gli intoppi delle proprie incomprensioni. Robbins è lì, in quell’angolo della tua libreria che i professoroni delle belle lettere vogliono incendiare. Nella società del nulla pretende di essere l’unico libro per cui valga la pena spendere un euro e di farsi bibbia comportamentale per l’uomo privo di riferimenti. Meglio un buon vino, nel solito angolo colmo di senso.

  • User Icon

    Alessandro

    04/05/2009 09:48:03

    Anthony Robbins, insieme a Windy Dryden, Giulio Cesare Giacobbe, Philippe Larouge, Giacomo Dacquino (e qui mi fermo per via delle 700 parole), deve ringraziare il numero sempre più crescente di persone insoddisfatte di sè e della propria attività. Buon per lui. Un libro, una dieta, un seminario di 4 giorni su come raggiungere gli obiettivi, non possono cambiare la vita di una persona. Inoltre non c'è bisogno di un libro che ti dica che per stare bene devi pensare positivo e che devi trarre il meglio da te e dagli altri.Il problema stà nel fatto che questi scrittori tentano di andare oltre a delle normali linee guida, vendendo delle regole che non si possono applicare.

  • User Icon

    luke

    03/05/2009 08:56:34

    L'ho letto in tre giorni! Fantastico si potrebbe pensare visto che la mia media viaggia sulle due settimane. E non vedevo l'ora di finirlo. Il guaio però è che la mia fretta non era certo dovuta alla bellezza del racconto o dalla voglia di vedere come si concludeva la trama, ma solo dal non volere lasciare la lettura a metà e dal desiderio di riporlo in libreria. E dire che l'inizio era stato incoraggiante, ma superate le prime pagine, ogni paragrafo assomigliava sempre più ai tornanti del Mortirolo. Confesso, qualche pagina l'ho perfino saltata; il guaio è che non me ne sono nemmeno accorto. Morale: un libro certamente da comperare perche' sta divinamente nella vetrina del salotto.

  • User Icon

    neuromancer

    01/05/2009 11:44:08

    No, già letto manuali così, "a volte ritornano"! Solita "raccolta di buone banalità", raccolta di "rivoluzionari" metodi per rendere una vita "proctologica" in una "stellare", per la serie "Hey Jude... Take a sad song and make it better!" insomma, pacca sulla spalla compresa ! Il solito manuale "di felicità da comodino" che pretende di farti scoprire tutto per cambiare tutto ma che in realtà rivela poco e non cambierà nulla. Mah, magari con questa "spremuta di buon senso da quattro palanche" riuscirete a migliorare i rapporti con gli altri .. e magari il vostro capo ufficio riuscirà a dirvi, commosso, "Ti stimo molto" mentre vi sta consegnando la lettera di licenziamento ...

Vedi tutte le 45 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Un manuale che fornisce utili suggerimenti e regole d'oro per riconoscere e sfruttare al massimo le proprie capacità e ottenerne vantaggi.