Come parla un terapeuta. La ristrutturazione strategica

Bernardo Paoli

Editore: Franco Angeli
Collana: Psicoterapie
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 30 luglio 2014
Tipo: Libro universitario
Pagine: 208 p.
  • EAN: 9788891707536
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Come parla uno psicoterapeuta? Il libro intende rispondere a questa domanda. Si aprono così le porte della stanza in cui terapeuta e paziente si incontrano per raggiungere un obiettivo comune: sconfiggere il disturbo del paziente. Il lettore viene così accompagnato a osservare in che modo il linguaggio può essere modulato dal terapeuta per introdurre nella vita del paziente un cambiamento rapido. La tecnica analizzata è la ristrutturazione - modalità introdotta da Paul Watzlawick - che qui viene spiegata e approfondita a partire dal lavoro terapeutico di un suo allievo d'eccezione, Giorgio Nardone. Commentando fin dalle prime pagine la terapia su un caso ossessivo, l'autore approfondisce passo passo diverse forme di ristrutturazione strategica: alcune molto note (come il paradosso e le analogie), altre introdotte dall'autore ex-novo (come il contrasto dei contrari e la ristrutturazione dei nessi causali). Psicologi, medici, psicoterapeuti, operatori delle relazioni d'aiuto e chiunque operi nell'ambito della salute troverà preziosa la lettura di questo libro, che si propone come un manuale di retorica applicata al cambiamento, in cui fa da protagonista il linguaggio, un prisma dalle tante sfaccettature in grado di moltiplicare la stessa luce in molti differenti colori.

€ 29,00

Venduto e spedito da IBS

29 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    laura

    02/12/2015 10:37:34

    Un gioiellino. Generoso di stralci di ottima terapia, disseminato di perle letterarie. Non solo ti aiuta a capire, con rara chiarezza e sottili distinzioni, che cosa sia o non sia una ristrutturazione (parola al nocciolo della questione, in cui coincidono la forma linguistica e l'essenza stessa di una psicoterapia breve strategica). Non solo ti guida ad usarla in modo più preciso e consapevole. Ma ti dice anche come si costruisce! Prima ti accompagna ad apprezzare l'apparente semplicità di un dialogo strategico condotto ad arte da chi ormai, dopo anni di studio e ricerca, può permettersi "improvvisazioni" sul tema. Poi ti dice come si fa. Come un mago che ti svela il trucco. Certo poi ti devi esercitare...

Scrivi una recensione
Indice
Giorgio Nardone, Prefazione
Introduzione
Parte I. La magia delle parole
Dalla pratica alla teoria
(Pratica e teoria sono davvero due momenti distinti?; Da scienza a tecnologia; Cosa si intende per ristrutturazione)
Un caso di disturbo ossessivo
Parte II. Le forme di ristrutturazione e di ridefinizione strategica
Paradosso, contrasto dei contrari e credenza
(Paradosso: logica e suo utilizzo; Il contrasto dei contrari e le tentate soluzioni; La credenza e le profezie autoavveranti)
Il linguaggio analogico e aforistico
(Il linguaggio analogico e la creatività; Gli aforismi e la legge del cuore)
Domandare, riformulare, parafrasare
(Le domande con alternativa di risposta e l'indagine sul problema; La riformulazione e il potere del linguaggio; La parafrasi e "solcare il mare all'insaputa del cielo")
Ampliare il punto di vista del paziente
(Il dubbio e la ricerca dell'equilibrio; La ristrutturazione dei nessi causali e la punteggiatura degli eventi; Moltiplicare i punti di vista e il costruttivismo)
Appendici
Ironia, umorismo e la teoria dei tre livelli linguistici
(La teoria dei tre livelli linguistici)
La ristrutturazione strategica per bloccare le tentate soluzioni e sostenere le strategie terapeutiche nei disturbi fobico-ossessivi
(Controllare le proprie reazioni fisiche; Evitare, affrontare, prendere precauzioni; Chiedere aiuto e parlare del problema)
I risultati della ricerca-intervento
Glossario strategico
Ringraziamenti
Bibliografia.