Come sposare una figlia

The Reluctant Debutante

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Reluctant Debutante
Paese: Stati Uniti
Anno: 1958
Supporto: DVD
Salvato in 36 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 6,00 €)

Jane, figlia di Lord Broadbent, raggiunge a Londra il padre. La matrigna Sheila vuole far partecipare la ragazza al ballo delle debuttanti, ma Jane non è interessata ai possibili accompagnatori che le vengono proposti. I suoi sentimenti sono per David, un giovane batterista americano che gode fama di dongiovanni. Fortunatamente si scopre che il giovane americano possiede anche un titolo nobiliare.
5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marpit2

    12/05/2020 18:54:37

    Premettendo che è uno dei miei film preferiti, è una commedia "di una volta" dove nulla è fuori posto. Il cast è in stato di grazia e i momenti di vera comicità sono esilaranti. La storia è semplice: giovane ragazza americana di padre inglese, destinata al debutto in società a Londra, male accetta le regole e i riti della high-society britannica. Casualmente si innamora di un musicista conosciuto ad una festa ma la famiglia osteggia la relazione perchè lo giudica non allo stesso livello sociale di lei...salvo scoprire poi che...

  • User Icon

    Dora

    14/11/2018 08:21:51

    Magnifica commedia, cast perfetto. Assolutamente da vedere.

  • Produzione: A & R Productions, 2014
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 96 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: foto; manifesto originale: poster - locandine; trailers
  • Rex Harrison Cover

    "Nome d'arte di Reginald Carey H., attore inglese. Dal teatro, in cui ha alterna fortuna, passa al cinema con la commedia spiritosa e superficiale (Patrizia e il dittatore, 1937, di V. Saville); dopo la parentesi bellica e Spirito allegro (1945) di D. Lean, in cui dà eccellente prova di brio e leggerezza, si trasferisce a Hollywood per Anna e il re del Siam (1946) di J. Cromwell, in cui si dimostra attore solido, ma non calibrato quanto nel successivo Infedelmente tua (1948) di P. Sturges, sottile slittamento della commedia farsesca nel mélo. «Sexy Rexy», come viene chiamato (quattro matrimoni e la stellina C. Landis forse suicida per lui) inaugura quindi un sodalizio con J.L. Mankiewicz attraverso prove di assoluta «leggerezza» (Il fantasma e la signora Muir, 1947) o mirabile mistificazione... Approfondisci
  • Kay Kendall Cover

    Attrice inglese. Figlia d'arte, ha il suo primo ruolo nel 1944 ma senza successo. Non si lascia scoraggiare e continua a recitare in film inglesi minori, così come in teatro. È solo nel 1953 che le sue doti di commediante di classe trovano il veicolo ideale in La rivale di mia moglie di H. Cornelius, gioiello di elegante humour che la trasforma in una star. Titoli come Les Girls (1957) di G. Cukor e Come sposare una figlia (1958) di V. Minnelli danno lustro a una carriera composta da molti film mediocri, che non rendono giustizia alla sua bravura. Moglie amatissima di R. Harrison, muore di leucemia a trentatré anni, dopo aver girato Ancora una volta con sentimento di S. Donen. Approfondisci
  • John Saxon Cover

    Nome d'arte di Carmine Orrico, attore statunitense. Bruno, aitante, fascino latino e musicista di un certo talento, esordisce sul grande schermo alla metà degli anni '50 imponendosi quasi subito in parti di primo piano: è lo studente affascinato dal rock'n'roll nella commediola Gli indiavolati (1956) di R. Bartlett, l'affascinante batterista innamorato di S. Dee nel sofisticato e divertente Come sposare una figlia (1958) di V. Minnelli, il misterioso Blake Richards nel cupo Ritratto in nero (1960) di M. Gordon. Svanita la prestanza giovanile, continua la carriera d'attore come caratterista soprattutto in pellicole gialle e orrorifiche, ma non ottiene più il successo precedente. Lo ricordiamo ostinato Albertelli nel violento poliziesco Italia a mano armata (1976) di F. Martinelli, fosco Bullman... Approfondisci
Note legali