Categorie

Salvatore Abbruzzese

Editore: Il Mulino
Collana: Farsi un'idea
Anno edizione: 2001
Pagine: 128 p.
  • EAN: 9788815082770

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele Lucivero

    13/09/2011 08.48.02

    Che l'autore nutra una particolare simpatia per il movimento di Comunione e Liberazione lo si nota certamente dalle affermazioni esplicite, ma anche dalla caratteristica sovrapposizione e confusione del piano sociologico con quello ecclesiologico e quello specificamente religioso. Abruzzese si sofferma sull'origine del movimento, sul carisma del suo fondatore, sulla conflittualità con gli altri movimenti politici degli anni '70 e con l'associazionismo cattolico in generale. Tuttavia, pur mostrando le peculiarità di un sistema dall'organizzazione tentacolare, l'autore non accenna agli aspetti che vedono il braccio economico di CL, cioè la Compagnia delle Opere, al centro di numerose indagini giudiziarie. Ciò che lascia più sconcertati della lettura di questo volume, però, è l'affermazione secondo la quale l'obiettivo principale del movimento sarebbe quello di contestare la cultura moderna fondata sull'autonomia del soggetto, per rifondare, riprendere, rivangare, il principio d'autorità e rinserrare la fila della comunità di coloro che si riconoscono nel gruppo, garantendo una identità stabile. Davanti alla frammentazione moderna, più paventata che reale, CL offre un bisogno di comunità, scongiurando lo smarrimento, ma cadendo, checché ne dica l'autore, in una forma di integralismo cattolico.

Scrivi una recensione