Concerti grossi op.6 n.1, n.4, n.8, n.11 - CD Audio di Georg Friedrich Händel

Concerti grossi op.6 n.1, n.4, n.8, n.11

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: City Cat Club
Data di pubblicazione: 9 giugno 1997
  • EAN: 0782124013424
Salvato in 1 lista dei desideri
Disco 1
1
Concerto grosso op. 6 nr. 1 G-dur / a tempo giusto
2
Concerto grosso op. 6 nr. 1 G-dur / allegro
3
Concerto grosso op. 6 nr. 1 G-dur / adagio
4
Concerto grosso op. 6 nr. 1 G-dur / allegro
5
Concerto grosso op. 6 nr. 1 G-dur / allegro
6
Concerto grosso op. 6 nr. 4 A-moll / larghetto affettuoso
7
Concerto grosso op. 6 nr. 4 A-moll / allegro
8
Concerto grosso op. 6 nr. 4 A-moll / largo e piano
9
Concerto grosso op. 6 nr. 4 A-moll / allegro
10
Concerto grosso op. 6 nr. 8 C-moll / allemande: andante
11
Concerto grosso op. 6 nr. 8 C-moll / grave
12
Concerto grosso op. 6 nr. 8 C-moll / andante allegro
13
Concerto grosso op. 6 nr. 8 C-moll / adagio
14
Concerto grosso op. 6 nr. 8 C-moll / siciliana: andante
15
Concerto grosso op. 6 nr. 8 C-moll / allegro
16
Concerto grosso op. 6 nr. 11 A-dur / andante larghetto e staccato
17
Concerto grosso op. 6 nr. 11 A-dur / allegro
18
Concerto grosso op. 6 nr. 11 A-dur / largo e staccato
19
Concerto grosso op. 6 nr. 11 A-dur / andante
20
Concerto grosso op. 6 nr. 11 A-dur / allegro
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Georg Friedrich Händel Cover

    Compositore tedesco.La vita. il trasferimento a londra. Figlio di un barbiere-cerusico, ricevette la prima istruzione musicale da F.W. Zachow, organista della Liebfrauenkirche a Halle. Incominciò a comporre a dieci anni; ma poiché suo padre era contrario alla carriera di musicista, nel 1702 entrò all'università di Halle per studiarvi diritto. Lo stesso anno divenne organista del duomo; l'anno seguente lasciò Halle per Amburgo, dove suonò in orchestra sotto la direzione di R. Keiser e conobbe J. Mattheson. Il suo primo melodramma, Almira, parte in italiano e parte in tedesco, fu rappresentato ad Amburgo nel 1705; ad esso ne seguirono altri tre, ora perduti. Nel 1706 raggiunse l'Italia, dove divenne in breve famoso come compositore di melodrammi e dove rappresentò il suo primo oratorio, La Resurrezione,... Approfondisci
Note legali