Concerti per pianoforte - CD Audio di Aaron Copland,Giancarlo Menotti,Jorge Mester,Earl Wild

Concerti per pianoforte

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Direttore: Jorge Mester
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Vanguard Classics
Data di pubblicazione: 15 giugno 2015
  • EAN: 0723918402925

€ 10,50

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Aaron Copland Cover

    Compositore statunitense. Nato a Brooklyn da genitori ebrei russi immigrati (il loro nome originale era Kaplan), iniziò gli studi musicali a New York, per poi continuarli, dal 1921, a Parigi con N. Boulanger. Tornato negli Stati Uniti, organizzò con R. Sessions concerti di musica contemporanea. Dal 1927 al ''37 insegnò alla New School for Social Research di New York, e negli anni 1935-44 e 1951-52 alla Harvard University. In seguito insegnò composizione al Berkshire Music Center. Nei primi lavori si mostrò sensibile alle manifestazioni della musica d''avanguardia; come nelle Variazioni per pianoforte, del 1930, nelle quali l''uso percussivo dello strumento e l''organizzazione geometrica dei moduli ritmici richiamano Bartók e Stravinskij. Poi, verso la metà degli anni Trenta, optò per una scrittura... Approfondisci
  • Giancarlo Menotti Cover

    Compositore. Iniziati gli studi al conservatorio di Milano, si trasferì negli Stati Uniti, dove li proseguì al Curtis Institute di Filadelfia, con R. Scalero. Alla sua intensa attività di compositore ha affiancato quella di regista (soprattutto delle sue opere) e di organizzatore; ha creato e diretto dal 1958 il festival dei Due Mondi di Spoleto. Come operista ha raggiunto notorietà internazionale sin dalla sua prima opera, Amelia al ballo (1937), nella quale sono già individuabili i caratteri di un linguaggio che nella produzione successiva troverà compiuta espressione: una inventiva melodica di immediata comunicabilità; una scaltra scrittura musicale, ecletticamente improntata a moduli operistici ottocenteschi e pucciniani; la conoscenza dei meccanismi del mestiere teatrale, che si coglie... Approfondisci
Note legali