Concerto per violino n.1 op.6 / Concerto per violino op.26

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Direttore: Daniele Rustioni
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Deutsche Grammophon
Data di pubblicazione: 27 ottobre 2017
  • EAN: 0028948163816
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 20,90

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il nuovo CD di Francesca Dego per Deutsche Grammophon contiene due capolavori di musica italiana: il Concerto per violino di Wolf-Ferrari, di rarissimo ascolto, e il Concerto n.1 di Paganini che compie 200 anni proprio ora: tra l’altro la pubblicazione del CD cade nel giorno di nascita (27 ottobre) del mitico virtuoso e compositore.
Francesca Dego da sempre ama i repertori meno frequentati e la scelta di Wolf-Ferrari non rappresenta un’eccezione. Scritto negli anni quaranta, il Concerto è caduto nell’oblio per una serie di vicende politiche che certo non si conciliano con il valore dell’opera.
La registrazione è avvenuta dopo oltre venti esecuzioni dal vivo, e per ciò che riguarda Paganini dopo più di cinquanta.
Wolf-Ferrari è stato inciso dal vivo: l’orchestra è la celebre City of Birmingham, diretta da Daniele Rustioni, giovane ma già affermato direttore.
Proiettata verso una carriere internazionale di altissimo livello, Francesca Dego è la prima musicista classica ad essere stata scelta come testimonial dell’atelier Versace.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Niccolò Paganini Cover

    Violinista e compositore. A tredici anni, già ferrato nella tecnica violinistica, fu inviato a perfezionarsi in composizione a Parma con Ferdinando Paër. Nel 1797 iniziò la carriera concertistica e, insieme, una vita irrequieta e disordinata, ricca di avventure sentimentali e di disavventure economiche e giudiziarie (che non gli impedirono, comunque, alla sua morte, di lasciare al figlio avuto dalla danzatrice Antonia Bianchi un ingente patrimonio; mentre il suo prezioso Guarneri del Gesù fu ereditato dalla città di Genova). Nel 1810 era ormai un virtuoso senza rivali non solo nel violino, ma anche nella chitarra. Dopo aver raccolto trionfi in tutte le principali città italiane, nel 1828 intraprese una gloriosa tournée a Vienna, Praga, Varsavia e Berlino e, dal 1831, anche a Parigi e Londra.... Approfondisci
  • Ermanno Wolf Ferrari Cover

    Compositore. Nacque da August Wolf, pittore tedesco, e dalla veneziana Emilia Ferrari. Studiò pittura e musica, quest'ultima a Venezia e a Monaco (con J. Rheinbergen). Nella città bavarese fece anche eseguire il suo primo lavoro impegnativo, l'oratorio La vita nuova, e la sua prima opera di derivazione goldoniana, Le donne curiose (1903). Seguirono I quattro rusteghi (l'opera sua più nota; da Goldoni, 1906), Il segreto di Susanna (ispirato agli antichi intermezzi italiani, 1909), I gioielli della Madonna (1911), L'amore medico (da Molière, 1913), Gli amanti sposi (da Goldoni, 1925), Das Himmelskleid (1927), Sly (un dramma a forti tinte su libretto di G. Forzano, 1927), La vedova scaltra (di ambiente veneziano, 1931), Il campiello (da Goldoni, 1935), La dama boba (da Lope de Vega, 1937), Gli... Approfondisci
Note legali