La conchiglia di Fibonacci

Aldo Tavella

Editore: Project
Anno edizione: 2016
Pagine: 140 p., Brossura
  • EAN: 9788899067458
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,20

€ 13,90

Risparmi € 0,70 (5%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Rosanna Perissinotto

    12/05/2016 11:52:21

    Anno 1690. Andrea Ripa, diacono della Curia di Vercelli, è incaricato dal Vescovo, suo zio, di riportare la legalità nel borgo del Vernato di Biella dove sono avvenuti episodi inquietanti: l'oratorio della locale Confraternita di San Nicola da Tolentino è andato a fuoco; il parroco don Bernardo Gremmo è fatto oggetto di gravi minacce; i membri della Confraternita ignorano gli ordini del Vescovo. In Vernato, inoltre, agisce una setta eretica, nella quale operano, nell'ombra, personaggi molto in vista nel borgo. Su questo intreccio si sviluppa la trama del libro giallo scritto da Aldo Tavella, dal titolo "La conchiglia di Fibonacci", in tal modo richiamando il nome dell'illustre matematico toscano, vissuto a cavallo tra il XIII ed il XIV secolo e noto per aver sviluppato una particolare sequenza di numeri che, dal suo autore, ha preso il nome. Don Andrea, protagonista del romanzo, è uomo di fede incrollabile e acuto investigatore; si troverà, nell'adempimento del suo mandato, ad avere a che fare con personaggi animati dai più vari intenti nei suoi confronti: dalla benevolenza del parroco di San Biagio e della novizia Angelica, al drammatico dibattito tra il diacono e la contessa Buonamici, fino al temibile livore del priore Negro, antagonista pericoloso e senza scrupoli. Il libro è scorrevole e avvincente, grazie soprattutto ai dialoghi che ne arricchiscono il contenuto. I personaggi, tutti verosimili e mai forzati, animano uno scenario denso di molte sorprese e colpi di scena. L'autore ha condensato in questa sua opera avvenimenti realmente verificatisi, intrecciati a luoghi, fatti e figure di pura fantasia, che degnamente supportano e completano la ricchezza del racconto, avviandolo progressivamente ad un finale non scontato e ben congegnato. Dunque, una lettura piacevole e, senza dubbio, da consigliare anche per la linearità della scrittura, che esalta lo stile, semplice ma, al contempo, colto dell'autore.

Scrivi una recensione