Categorie

Robert Harris

Traduttore: A. Raffo
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2016
Pagine: 268 p. , Rilegato

8 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Thriller

  • EAN: 9788804665113

Il titolo non lascia dubbi. Questo romanzo è nient’altro che la serratissima cronaca, minuto per minuto, di un ipotetico conclave papale. Siamo nel 2018 e il pontefice, mai nominato per tutta la durata del libro, viene a mancare. La scelta di non dargli un nome ha un significato ben preciso, infatti, nonostante gli sforzi di Harris di sottolineare l’estraneità dei suoi personaggi rispetto alla realtà, il papa appena deceduto ha molto in comune con Bergoglio. Proverbialmente umile e poco avvezzo allo sfarzo, il pontefice, a causa del suo orientamento progressista, ha lasciato la curia spaccata a metà tra conservatori e liberali. Facile immaginare quanto sarà accesa la disputa per la nomina del nuovo Santo Padre.

Il cardinale Lomeli è il protagonista indiscusso. Incaricato alla supervisione del collegio cardinalizio, un compito tanto arduo da non suscitare alcuna invidia, l’uomo non dovrà soltanto mediare tra le diverse correnti, ma anche affrontare un’improvvisa crisi spirituale, acuita dallo scisma in vista. Sembrano infatti inconciliabili le posizioni dei due fronti; la scelta del nuovo papa potrebbe determinare uno stravolgimento all’interno della Chiesa Cattolica. Dalla baraonda dei discorsi preliminari, a dispetto dei litigi, escono i nomi dei primi quattro candidati, ciascuno dei quali tocca vette inarrivabili di narcisismo e arrivismo. Sono i personaggi più potenti del collegio, tanto che chiunque avrebbe previsto che sarebbero entrati in lizza. Tuttavia nessuno sa che il Santo Padre prima di morire ha lasciato indizi su dove reperire dei documenti che incriminerebbero ognuno dei quattro papabili, personaggi scomodi con un passato pieno di ombre.
Il compito di Lomeli sarà quello, come un Poirot con zucchetto sul capo, di indagare sugli scheletri nell’armadio dei quattro cardinali e accertarsi che vengano esclusi dalla corsa al soglio pontificio, trovando nel frattempo un candidato all’altezza del predecessore, uno che possa scontentare in egual misura entrambi gli schieramenti.

Conclave, come tutti i libri di Harris, non è soltanto un thriller. Lo scrittore britannico infatti non resiste all’abituale impulso di arricchire la trama con interessanti digressioni storiche, così ben esposte da svelare a tratti intenti divulgativi. Imparerete molto sui dettagli della vita in curia, dal numero dei bottoni della toga cardinalizia alle riforme introdotte dopo il Concilio Vaticano II, ma non temete di rimanere intrappolati in una sequela di nozioni poiché il testo è tutt’altro che noioso.
Harris è un narratore di razza, tanto da non dimenticarsi mai la caratteristica fondamentale di un thriller di successo: il colpo di scena. Ne troverete tanti, e alcuni spiccano per la fantasia ai confini del surreale, ma quello finale, quello proverbiale, vi lascerà a bocca aperta per la capacità di rimescolare le carte in tavola. Dubiterete all’improvviso di quanto letto in precedenza e non esiste finale di un thriller migliore di quello capace di farsi beffe del lettore. Stia attento Dan Brown, all’orizzonte c’è qualcuno in grado di spodestarlo.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MauBau

    21/11/2016 10.56.13

    Posso dire che a un certo punto ho intuito il finale, ma mi sono detto che non era possibile, invece...ahahah bellissimo!

  • User Icon

    zan

    21/11/2016 09.19.40

    Non eccezionale, la prosa è scorrevole ma la trama e soprattutto il finale (prevedibilissimo ...) non entusiasmano

  • User Icon

    Antonio

    16/11/2016 17.44.46

    Libro molto interessante!si legge molto bene ed è molto scorrevole.Ti catapulta nei segreti di un ipotetico conclave,davvero molto interessante.Il finale un pò meno,mi aspettavo di meglio.lo consiglio a tutti gli innamorati del genere.

  • User Icon

    quidditas

    16/11/2016 13.25.02

    Romanzo molto bello e documentato su come si elegge un Papa. Ambientato ai tempi nostri in un futuro non lontano (diciamo dopo papa Francesco) vengono descritte molto bene, con ritmo e suspense, le rivalità tra cardinali, le cordate di potere. Il finale è un poco a sorpresa, forse un poco delundente per me....ma non privo di elementi di riflessione.

  • User Icon

    Calogero

    11/11/2016 15.31.01

    Uno di quei libri che la sera ti metti comodo e leggi tutto d'un fiato. Mai banale, sempre attuale e soprattutto finali sempre a sorpresa.Consigliato. Voto 8

  • User Icon

    Annalisa

    01/11/2016 19.02.22

    Harris è sempre un grande stratega. Costruisce abilmente architetture intriganti e psicologicamente sfidanti. Libro accattivante che si legge tutto d'un fiato....finale a sorpresa

  • User Icon

    Roberto

    19/10/2016 01.07.38

    Si legge tutto d'un fiato. Soggetto molto originale. E' la cronaca immaginaria ma verosimile di un conclave e dei suoi complicati meccanismi e risvolti politico-psicologici, con un finale sorprendente. A parte breve momenti, la scrittura (o meglio, la traduzione) è scorrevole e piacevole. Consigliatissimo

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione