La congiura dei loquaci

Gaetano Savatteri

Collana: La memoria
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 30/03/2017
Pagine: 200 p., Brossura
  • EAN: 9788838936319
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    AdrianaT.

    17/01/2018 09:34:34

    "... in questa sera di novembre, la pioggia battente, la strada che girava e rigirava allontanandosi anche dal debole chiarore dei paesi lontani, inabissandosi di nuovo nella campagna nera, nelle ombre di uomini sui muli che scartavano di lato alla luce dei fari." L'ossimorico gelo siciliano è ciò che più mi ha attratto di questo libretto ben scritto da Savatteri. Abituata all'immagine torrida e abbacinante di quella terra, la sensazione di leggerlo come un giallo scandinavo con i protagonisti che rabbrividiscono al vento gelido, è stata estraniante quanto dilettevole. Eppure è una terra che scotta sempre la Sicilia, anche sotto la pioggia fredda. Un linguaggio regionale siculo contaminato, uno stile leggermente procedurale per nulla pesante, l'arcinoto binomio Mafia&Omertà anche nella primigena accezione vagamente positiva, vengono montati con abilità su una storia vera resa efficacemente attraverso i tratti essenziali della sicilianità: "In contrast to the gay and shallow Neapolitan, the Sicilian is silent, laconic and brave." Bolton King, "History of United Italy". Bello!

  • User Icon

    Claudio

    09/07/2017 05:45:41

    Nella Sicilia dei mesi successivi allo sbarco alleato, in un paese dell'entroterra, viene ammazzato il sindaco, proprietario di miniera e ammanicato con la mafia. Potrebbero essere molti a volerlo morto, ma il colpevole viene subito trovato in un povero zolfataro, Centoedieci, spesso ubriaco e spesso disoccupato. Dalla mafia vengono istruiti diversi personaggi per testimoniare a suo carico, un fatto che va contro la famosa omertà di quei luoghi. In questa vicenda entra trasversalmente anche un tenente dell'esercito americano, inviato per cercare di scoprire la fine di diversi camion rubati.

  • User Icon

    Fabio

    08/06/2017 07:22:52

    Savatteri prima di inventarsi il personaggio Lamanna era uno scrittore diverso,più sensibile,profondo e pessimista,forse anche troppo. Questo romanzo è del 2000 ed è ambientato nella Sicilia occupata dagli alleati alla fine del 1944,in tempi di transizione fra il fascismo e l'indipendentismo con l'affermarsi progressivo della mentalità mafiosa nelle istituzioni,nel clero,nella politica,come un'infezione inarrestabile destinata a propagarsi anche nel resto del paese. Il ritratto della Sicilia e dei siciliani è impietoso,il giudizio negativo e senza speranza. A mio parere forse c'è troppo pessimismo e rassegnazione,quasi un romanzo a tesi e quindi un po' noioso e lento,una cronaca fredda degli eventi e una dichiarazione di impotenza dell'Autore a interpretare gli avvenimenti al di là dello sconcerto e del disgusto che provocano.

  • User Icon

    Anna

    21/01/2011 15:38:22

    Troppi libri di Camilleri, ultimamente discutibili rispetto alla qualità, mi hanno allontanata dalla letteratura siciliana contemporanea. Questo piccolo capolavoro mi ha decisamente e felicemente riconciliata. Superlativo per stile, atmosfere, struttura narrativa.

  • User Icon

    sat

    11/02/2005 21:03:27

    questo è un bel libro. Peccato che sellerio non l'abbia pubblicato ne La memoria. Ottimo Savatteri.

  • User Icon

    ciccio da messina

    10/03/2001 15:14:11

    complimenti a savatteri per aver scritto un libro originale su un argomento cosi'brutto come quello della mafia e delle ingiustizie che ci sono

  • User Icon

    tino

    07/03/2001 10:21:45

    Questo libro personalmentemi è piaciuto perchè mi ha portato a riflettere sulla società di oggi.Infatti spesso vengono accusati o arrestati persone ingiustamente in base alla "maschera" che la società ha dato a questa persona. Spero che in futuro le cose cambino e che non ci siano delle ingiustizie di questo tipo.

  • User Icon

    Simona

    06/03/2001 11:09:54

    Questo è un libro che tratta fatti realmente accaduti,è mi ha colpito molto perchè ci fà capire quante ingiustizie ci siano nel mondo della mafia e quanto le persone siano deboli difronte ad essa. Questo è il mio commento.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione