Categorie

Paolo Mieli

Collana: Saggi
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 423 p. , Brossura
  • EAN: 9788817079808

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giorgio g

    07/11/2016 08.48.02

    Conoscevo Paolo Mieli come giornalista e direttore di importanti quotidiani come “La Stampa” e il “Corriere della Sera” e più recentemente come divulgatore in televisione della Storia. Questa sua opera, a cui mi ero accostato con molte speranze, mi ha alquanto deluso. Il metodo seguito è sempre uguale: riferirsi ad un testo scritto da qualcuno e commentarlo oppure criticarlo. L’autore percorre un excursus tra le varie ere della Storia: da Pericle a Spartaco, da Giuda a Costantino, da Carlo Magno a Mazarino e, per andare a tempi più vicini a noi, da Cavour a Mazzini e da Garibaldi a Mussolini. Un libro che, terminata la lettura, ho abbandonato volentieri, tranne per due passi che mi sono rimasti impressi: il primo è una citazione da Tocqueville: “L’esperienza insegna che il momento più pericoloso per un cattivo governo è in genere quando inizia a riformarsi", il secondo è “Gli abiti dei suoi governatori erano fatti solo di tasche” ha scritto Bertolt Brecht in "Gli affari del signor Giulio Cesare”.

Scrivi una recensione