Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il contrario di uno - Erri De Luca - ebook

Il contrario di uno

Erri De Luca

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Feltrinelli
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,1 MB
Pagine della versione a stampa: 128 p.
  • EAN: 9788858824535
Salvato in 9 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

18 racconti e un poemetto in versi. Cinque sono apparsi nella piccola raccolta I colpi dei sensi (Fahrenheit 451, Roma 1993) . Una partitura a segmenti narrativi per raccontare come "il due è contrario di uno". "Questa notizia che - dice De Luca - contrasta con l'aritmetica è l'esperienza di questi racconti. Da un cordone di madre ai due nodi in vita di una cordata in montagna si svolge l'avventura di un solitario che si imbatte nella forma del due. È una rivelazione non sacra, e neppure profana." Una donna entrata in una fredda stanza a portare l'inatteso calore della contemporaneità dei corpi, un padre pittore fedele alla sua pittura, al suo "pollice arlecchino", una suora in paziente attesa accanto alle membra debilitate del suo assistito, una fanciulla borghese in camicia bianca e gonna blu davanti al ciclostile "della rivoluzione". Tante emergenze umane, tante forme in cui si dichiara contraddetta la solitudine, la remissività, la morte. Fra la memoria di una generazione che per la prima volta "a diciott'anni non veniva presa per la collottola e sbattuta in guerra contro un'altra gioventù chiamata nemica" e i molti episodi che hanno ribadito la ricerca esistenziale e politica di una felicità condivisa si desta l'immagine-chiave del libro, un uomo e una donna in cordata che escono dalla nube addensata intorno al pilastro di roccia che stanno scalando: "Siamo quasi fuori, anche se non si vede la cima. Siamo due; non il doppio ma il contrario di uno e della sua solitudine sufficiente. La corda s'ammucchia sopra i piedi, lei si avvicina e io le guardo il nodo stretto in vita. Non per controllare se è a posto, ma per affetto verso un'alleanza di corda. 'Che stai guardando?' dice la sua voce. 'Guardavo il tuo nodo.' Se lo controlla: 'È a posto, no? Si può sapere che pensi?' 'Al numero due,' rispondo".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,67
di 5
Totale 6
5
4
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Parole come conchiglie

    23/09/2020 09:43:39

    Una raccolta che racconta pezzi di vita dell'autore: il lavoro come operaio, le rivolte del '68, la malaria in Africa, la passione per la montagna, gli incontri e gli amori, la solitudine. Diciannove racconti brevi. Essenziali, crudi, intimi, avvolgenti. Uno dei racconti, in particolare, mi è rimasto impresso più degli altri perché pone un interrogativo che spesso mi faccio e che faccio ad altri: che vuol dire farsi prossimo per qualcuno?

  • User Icon

    Rachele

    14/05/2020 18:19:20

    Agile libro di raccolta di racconti autobiografici. Alcuni ripetono le stesse situazioni, ma lo stile è piacevole e a volte profondo.

  • User Icon

    cristina

    24/09/2019 14:42:04

    Erri De Luca non nasce di certo con questo libro. Si tratta di una raccolta di poesie e racconti in pieno stile De Luca. Una lettura scorrevole, piacevole e che fa riflettere su diversi temi di grande attualità. Non solo amore ma anche lavoro e tanto altro.

  • User Icon

    Giorgio

    23/09/2019 19:03:05

    “Il contrario di uno” è una raccolta di racconti autobiografici che si apre con piccolo poema in versi dedicato alla madre dell’autore: perché a essere in due si incomincia da loro, dalle madri. E, in queste diciannove storie fatte di incontri, il due non è più il doppio di uno, ma il suo esatto contrario: il venir meno della solitudine. Sono brani che narrano l’imbattersi di un solitario in altre esistenze; malinconici, mai lievi, densi di vita. Inconfondibile nello stile asciutto e cadenzato, ove le parole hanno lo stesso peso degli strumenti di un’orchestra sinfonica, De Luca pesca nel proprio passato e ci porta a Roma, poi a Torino, in Tanzania e ai piedi dell’Etna; ci fa stare con lui nel bel mezzo di una carica della polizia o sulla tranquilla barca di un pescatore al largo di Ischia. Ogni storia ha il sapore di un pezzo di vita vissuto con l’intensità di una febbre malarica. E vorresti che non finisse mai.

  • User Icon

    Albert00

    20/09/2019 23:12:17

    "Il contrario di uno" di Erri De Luca Letto in poche ore, mi ha trascinata nelle intense vicende che vengono narrate, mi sono sentita avvolta nelle pagine colme di amore di uno scrittore che tramite la parola mi fa sentire così in sintonia con la sua visione. La montagna vista come "mettersi" e non come "togliersi", la sfida di un passaggio che non lascia traccia in una natura così così magnifica rispetto al passo di un umano, la lotta di una generazione che decide di reagire a suo modo. Un viaggio che consente di individuare la "nostra" misura eroica, comune a chi ci ha preceduti e a chi ci seguirà: l'essere umano, sin dagli albori, è chiamato ad essere eroe, dunque uomo animato dall' Eros della Vita, inteso come vocazione all'amore e al coraggio, un'arte riservata a chi sa e vuole ascoltarsi, scegliere se stesso accettando la prova più grande, quella di non tradirsi mai. Come si può intuire... per me stupendo!

  • User Icon

    sergio

    19/09/2019 11:28:51

    ciò che sorprende e cattura di questo libro è innanzitutto il linguaggio, linguaggio prezioso ed evocativo, che sembra andare a riempire lo spazio tra le cose come erba, traducendo per il lettore una esperienza straripante.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Erri De Luca Cover

    Diciottenne, vive in prima persona la stagione del '68 ed entra nel gruppo extraparlamentare Lotta Continua. Poi sceglie di esercitare diversi mestieri manuali in Africa, Francia, Italia: camionista, operaio, muratore. Studia da autodidatta l'ebraico e traduce alcuni libri della Bibbia. È opinionista de «il Manifesto».Ha pubblicato con Feltrinelli: Non ora, non qui (1989), Una nuvola come tappeto (1991), Aceto, arcobaleno (1992), In alto a sinistra (1994), Alzaia (1997), Tu, mio (1998), Tre cavalli (1999), Montedidio (2001), Il contrario di uno (2003), Mestieri all’aria aperta. Pastori e pescatori nell’Antico e nel Nuovo Testamento (con Gennaro Matino, 2004), Solo andata. Righe che vanno troppo spesso a capo (2005), In nome della madre (2006), Almeno 5 (con Gennaro... Approfondisci
Note legali