Contro il sacrificio. Al di là del fantasma sacrificale - Massimo Recalcati - ebook

Contro il sacrificio. Al di là del fantasma sacrificale

Massimo Recalcati

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 764,73 KB
Pagine della versione a stampa: 147 p.
  • EAN: 9788832850222
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La passione per il sacrificio è solo umana. Gli uomini non si sono limitati a sacrificare sull’altare animali offerti ai loro Dei ma hanno sacrificato su quell’altare anche la loro vita. È il caso dell’uomo ipermorale che sacrifica il suo desiderio, o del martire del terrorismo che si immola per una Causa. Il sacrificio non è una semplice rinuncia al soddisfacimento ma una forma masochistica del soddisfacimento. È un fantasma che proviene da una interpretazione solo colpevolizzante del cristianesimo. La psicoanalisi, insieme alla parola più profonda di Gesù, si impegna invece a liberare la vita dal peso del sacrificio. Il che comporta un diverso pensiero della Legge: l’uomo non è schiavo della Legge perché la Legge – come sostiene la lezione cristiana e quella di Lacan – non è fatta che per l’uomo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,83
di 5
Totale 6
5
5
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gabry

    14/05/2020 19:32:25

    Libro che aiuta alla comprensione dell'idea di sacrificio in modo diverso rispetto alla visione che ne dà il Cristianesimo. Una lettura laica della parola di Dio, fa riflettere e pensare; non sempre semplicissimo,ma comunque consigliato

  • User Icon

    Fabrizio

    20/06/2019 17:56:57

    Libro veramente bello e intenso. Propone una definizione e interpretazione totalmente contraria a quella standard, con un discorso che aiuta anche a comprendere meglio anche la figura di Cristo, illustrando un approccio "rivoluzionario" alla vita che è liberante. Terapeutico e illuminante.

  • User Icon

    Idan

    15/02/2019 22:29:00

    La sfida a cui si va incontro..La sfida che condivide..tosto e bello

  • User Icon

    n.d.

    17/07/2018 15:51:06

    Non sempre di immediata comprensione, ma ricco di spunti interessanti. Riappacificante...

  • User Icon

    n.d.

    13/07/2018 14:21:49

    recalcati e' un mito, in ogni tema trattato fa sempre centro

  • User Icon

    Egome

    10/12/2017 13:54:26

    Questo non è un saggio che induce alla semplice ‘recensione’ Questa lettura coinvolge, affascina, inquieta. Si tratta certamente di un percorso impegnativo, a volte indirizzato ad esperti scalatori ( ‘addetti ai lavori’) , ma spesso reso fruibile anche per ‘inesperti’, curiosi di capire qual è la meta finale. Tutto si incentra sul ‘sacrificio simbolico’ - la Legge del desiderio, del Padre, che caratterizza la natura umana ‘nobilitandola’ e distinguendola da quella animale - in antitesi e conflitto con il ‘fantasma sacrificale’ (l’imperativo categorico di Kant, Il Super-Io freudiano ), destruente , sadica e mortifera interpretazione e deviazione, che porta l’individuo a dimenticare la Legge del desiderio per offrirsi masochisticamente al culto sacrificale che appiattisce e annienta l’Io, in nome di un’ideologia, una religione, un oggetto, un qualsiasi cosa o persona causa di asservimento totale e codardo (vedi l’esempio del cammello di Nietsche). Razzismo, terrorismo, fondamentalismo sono figli naturali perversi di questo altrettanto perverso fantasma sacrificale Recalcati sa trovare un punto di convergenza fra laicità e religiosità, fra psicanalisi e religione. Gesù emerge come figura tetragona: incarna la Legge del Padre, per ‘riformarla e portarla a compimento’, rispetto alla interpretazione che emerge nel Vecchio Testamento. Tutta la sua predicazione (attraverso parabole affascinanti , come quella del padrone della vigna) e la sua vita sono dedicate a sconfiggere il ‘fantasma sacrificale’ che ottenebra e annichlisce l’uomo nella sua vera natura, anche umana, carnale. Alla legge del Super –Io Gesù contrappone la legge del Padre (desiderio) che non è basata sulla applicazione ‘fiscale’ della stessa ( ad ogni sbaglio un pena commisurata), ma sull’ Amore, e quindi sulla comprensione e perdono per chi sbaglia.La morte di Cristo in croce mira a liberare definitivamente l'uomo dal fantasma sacrificale

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Massimo Recalcati Cover

    Massimo Recalcati è uno psicoanalista lacaniano e autore. Si è formato alla psicoanalisi a Parigi con Jacques-Alain Miller. Tra i più noti psicoanalisti in Italia, è membro analista dell’Associazione lacaniana italiana di psicoanalisi e direttore dell’IRPA (Istituto di ricerca di psicoanalisi applicata). È stato direttore scientifico nazionale dell'ABA (Associazione per lo studio e la ricerca dell'anoressia e della bulimia) dal 1994 al 2002. Ha insegnato nelle Università di Milano, Padova, Urbino e Losanna. Oggi insegna Psicopatologia del comportamento alimentare presso l’Università degli Studi di Pavia e Psicoanalisi e scienze umane presso il Dipartimento di Scienze Umane dell'Università degli Studi di Verona.Nel 2003... Approfondisci
Note legali