Critica al giudizio psichiatrico

Giorgio Antonucci

Collana: Ospiti
Edizione: 2
Anno edizione: 2005
Tipo: Libro universitario
Pagine: 136 p., Rilegato
  • EAN: 9788889883013
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiana G.

    31/01/2008 22:21:50

    Bellissima pietra miliare dell'antipsichiatria italiana, opera essenziale, chiara e sintetica che riassume i cardini del pensiero di Antonucci, riprendendo i temi cari a Thomas Szasz (vedi "Il mito della malattia mentale") ma in modo piu' agevole al lettore anche non esperto di psichiatria e scienze sociali. Consigliato per un primo approccio alle teorie antipsichiatriche, anche a distanza dalla loro nascita storica, eppure in questo testo formidabilmente attuali. La penna di narratore e straordinario uomo di cultura di Antonucci intaglia begli aneddoti di vita vissuta, come protagonista della parabola storica del sistema manicomiale italiano sino alla chiusura delle strutture e ci restituisce il clima di fervore ottimistico di quegli anni,insieme alle difficolta' vissute in prima persona nel farsi interprete del cambiamento, sempre con sguardo prima profondamente umano che scientifico o politico. Emergono pero' anche i dubbi e la complessita' del "dopo", di fronta al quale l'Autore esprime il punto di vista critico, mantenendo uno sguardo lucido, onesto e scevro da compromessi, pur rimanendo su un piano di dissertazione teorica in merito a possibili soluzioni alternative (limite questo di gran parte dell'antipsichiatria classica).

Scrivi una recensione