Cronache del dopobomba

Philip K. Dick

Traduttore: T. Pincio
Editore: Fanucci
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 31 agosto 2017
Pagine: 294 p., Brossura
  • EAN: 9788834734285

75° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantascienza - Fantascienza

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Che cosa accade dopo la fine del mondo? Cosa avviene quando la Bomba - quella di cui tutti parlavano dal 1945 - viene finalmente lanciata? Apparso nel 1963, "Cronache del dopo bomba" narra il mondo dopo il lancio dell'ordigno che ha messo in ginocchio l'umanità, cancellando dalla faccia della terra città ed esseri viventi. I sopravvissuti non sono più uguali a prima, ma rappresentano l'embrione di una stirpe che ha innestato sulle malinconie di una civiltà al crepuscolo il vitalismo confuso di una razza agli albori. L'intero pianeta viene rappresentato da una piccola comunità californiana, in cui i superstiti vivono aggrappati alle onde radio che provengono dallo spazio. Il loro profeta è Walt Dangerfield, l'astronauta rimasto bloccato in orbita prima della catastrofe atomica, e che dal cielo trasmette alla Terra nastri musicali e pedagogici. Introduzione di Carlo Pagetti. Postfazione di Antonio Gnoli.

€ 8,42

€ 9,90

Risparmi € 1,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Paolo

    19/09/2018 13:48:37

    Uno dei libri più incoerentemente belli di Philip Dick che abbia letto fino ad ora. La storia comincia in un futuro più o meno prossimo rispetto all'epoca di Dick, in periodo particolare poichè c'è stato, da pochissimo, il fallimento di un test nucleare che ha portato alla nascita di alcuni individui deformi, tra i quali anche uno dei protagonisti principali del libro: Hoppy. Come spesso accade, Dick senza alcun preavviso scaraventa il lettore, dal quarto capitolo in poi, sette anni nel futuro dove ritroviamo alcuni dei personaggi, che ci aveva presentato nei primi capitoli del libro, che sono sopravvissuti ad un olocausto nucleare e che si sono organizzati una piccola comunità al di là della baia di San Francisco. Anche il questo libro Dick si ritrova ad anticipare temi che hanno segnato profondamente l’immaginario letterario degli ultimi decenni. Questo fa di "Cronache del dopobomba" uno dei libri che assolutamente bisogna leggere per comprendere il genio di Philip Dick.

Scrivi una recensione