Cronosisma

Kurt Vonnegut

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Minimum Fax
Collana: Sotterranei
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 10 novembre 2016
Pagine: 250 p., Brossura
  • EAN: 9788875217532

nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Fantascienza - Fantascienza

Salvato in 141 liste dei desideri

€ 5,25

€ 21,00
(-75%)

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Cronosisma

Kurt Vonnegut

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Cronosisma

Kurt Vonnegut

€ 21,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Cronosisma

Kurt Vonnegut

€ 21,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 21,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel 2001 l'universo viene colpito da una crisi di autostima e decide di non espandersi più bensì di contrarsi, tornando indietro di dieci anni. Teoricamente la grande occasione che l'umanità attende da sempre: ripercorrere il passato per non commettere più gli stessi errori. Tutti però ripeteranno ogni azione, pronunceranno perfino le stesse parole e quindi sconteranno le stesse pene. E quando, passato il decennio per la seconda volta, il tempo ricomincia a muoversi, l'umanità, assuefatta a non esercitare il libero arbitrio, vivrà una crisi ancora più profonda. Toccherà a Kilgore Trout, scrittore di fantascienza e alter ego dell'autore in diversi suoi romanzi, cercare di far rinsavire la popolazione. In Cronosisma-unione di fiction e autobiografia e ideato appositamente per essere l'ultimo romanzo della sua carriera-Vonnegut propone una critica tragicomica della società contemporanea, imbrigliata in schemi preconcetti e capace, di fronte alla libertà, di reagire soltanto con il panico. Citazioni visionarie, memorie e satira rendono Cronosisma un'opera in bilico tra l'ironia e la malinconia.
4,33
di 5
Totale 3
5
1
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    n.d.

    03/07/2019 06:34:10

    Libro molto interessante. una piacevole sorpresa

  • User Icon

    Ave Kilgore

    19/09/2018 06:50:07

    Quella del cronosisma è per Vonnegut un'idea-pretesto (ideona, ed è di per sè un peccato che non sia stata sfruttata in un romanzo fatto e finito) per mettere bianco su nero un lungo excursus di ricordi e memorie più o meno interessanti. Da questo volume non è quindi assolutamente il caso di aspettarsi un romanzo di fantascienza coi controfiocchi, colpo di coda finale di un grandissimo autore; (argh, ho usato il punto e virgola! Vonnegut non l'ha mai volutamente usato... non intendevo mancarle di rispetto, Maestro!) l'avvertimento migliore è riportato in quarta di copertina e lo si deve al puntuale San Francisco Chronicle: la descrizione più azzeccata è "un bizzarro mix di fiction e memoria". Mix comunque intrigante sia nel concetto che nella sostanza, ma obiettivamente la narrazione risulta altalenante e la lettura di conseguenza può facilmente divenire scostante in considerazione che il buon Kurt salta volentieri di palo in frasca da un capitolo a quello successivo. Il leit-motif ricorrente è comunque la "santificazione" definitiva del personaggio/alter ego di Kilgore Trout, mitico scrittorucolo ricorrente nell'opera di KV e qui assurto al ruolo di semi-salvatore della patria. Consigliato prettamente ai super appassionati del lavoro del compianto Vonnegut... ma anche i non addetti ai lavori usciranno dal percorso tracciato da questo "Cronosisma" con l'immane voglia di aver voluto conoscere di persona siffatto genio della parola scritta. Una citazione finale ad hoc: "siamo sulla terra per cazzeggiare. Non credete a quelli che vi dicono che non è così!"... oh yeah!

  • User Icon

    Antonio

    17/09/2018 22:17:48

    È il 2001 quando l'universo decide di contrarsi a causa di una crisi d'autostima, portando le lancette indietro di dieci anni. È la grande opportunità che l'umanità attende da sempre: rivivere il passato senza commettere errori. Ma anche davanti a questa opportunità di riutilizzare il proprio libero arbitrio, si riafferma l'impossibilità per l'uomo di essere migliore. Tutti ripeteranno le stesse azioni, pronunciarenno le stesse parole, scontando le stesse pene. La sorte dell'umanità non si può dunque cambiare, perché è la natura stessa dell'uomo che non può essere modificata. Con un romanzo a tratti autobiografico, tra ironia e malinconia, Vonnegut ci fornisce una critica tragicomica della società contemporanea, imbrigliata nei suoi desideri e vizi, incapace di usufruire della libertà, congelata nei suoi preconcetti.

Opera con cui Kurt Vonnegut ha voluto chiudere la sua carriera letteraria, Cronosisma è un piacevole mix di romanzo e autobiografia, condito da ironia (a volte un po’ macabra) e sarcasmo. Tutto ha origine da un evento impossibile, un cronosisma appunto: l’universo blocca la sua espansione e si contrae, riportando indietro le lancette degli orologi di ben dieci anni, dal 2001 al 1991. Nel lunghissimo flashback, ogni essere umano deve replicare esattamente ciò che aveva fatto in precedenza (errori fatali compresi), perdendo così la gestione della propria vita. Quando improvvisamente “il libero arbitrio torna in sella”, l’umanità resta in una sorta di apatia totale. Spetta a Kilgore Trout, anziano scrittore di fantascienza ormai in rovina e alter ego dell’autore, ristabilire la normalità, inventando quello che diventerà un mantra globale: “eravate malati, ma adesso state di nuovo bene, e c’è un sacco di lavoro da fare”.

La narrazione, abbastanza scarna, procede per piccole dosi ed è inframmezzata da numerosi racconti di Kilgore Trout oltre che da aneddoti comici e meno comici riferiti alla vita di Vonnegut stesso, ai suoi diversi lavori, alla sua famiglia, alle sue conoscenze. Finzione e realtà si mescolano quando l’autore e Trout si ritrovano, dopo il cronosisma, a festeggiare il ritorno del libero arbitrio in un ritiro per scrittori immaginario a Xanadu, Rhode Island. In questo piccolo paradiso in cui alla fine si riuniscono i pochi personaggi della storia, i due scrittori tirano le fila della narrazione e dimostrano, con le loro battute ironiche, l’eterna idiozia umana, il non saper fare la cosa giusta al momento giusto. Notevoli a questo punto sono i rimandi alla Seconda guerra mondiale, vissuta in prima persona da Vonnegut, che partecipò alla battaglia delle Ardenne e venne poi fatto prigioniero dai tedeschi e trasportato a Dresda.

Il testamento letterario di Kurt Vonnegut risulta essere una riflessione dolceamara sulla vita, sulla morte, sul tempo passato, sulle occasioni mancate per stupidità. Non si trovano toni catastrofici o troppo polemici, ma si legge una pacata rassegnazione davanti alla crudeltà umana e all’incapacità di cambiare imparando dai propri sbagli. Alla fine del romanzo resta però in mente al lettore un piccolo (ma grande) insegnamento, quello dato a Kurt da suo zio Alex Vonnegut: “quando le cose vanno davvero bene, dovremmo fare in modo di accorgercene”.

Recensione di Chiara Armando

Aprite un romanzo di Vonnegut a vostra scelta, e quasi sicuramente vi imbatterete presto in un narratore (magari con molti punti di aderenza alla figura biografica dell’autore) che presenta, riassumendoli, racconti e romanzi di Kilgore Trout, l’immaginario scrittore di fantascienza di clamoroso insuccesso che per decenni ha fatto da alter ego, sulla pagina, allo stesso Vonnegut. In Cronosisma (unica traduzione possibile di un originale, Timequake, di registro molto meno tecnico-burocratico) – ultimo romanzo del gigante di Indianapolis pubblicato del 1997, sette anni dopo Hocus Pocus, e a cui seguiranno altri due lustri di silenzio sul fronte della narrativa lunga – questo procedimento è attuato ancora, ma con l’aggiunta di un livello che ne modifica sostanzialmente il significato. Qui non solo le trame dei racconti di Trout costellano la superficie della narrazione ma, prima ancora, questa viene ripetutamente classificata come ripresa – importazione e rielaborazione – di un precedente romanzo alla cui stesura il narratore (o il simulacro dell’autore; si chiama infatti Kurt Vonnegut) ha atteso per quasi dieci anni, prima di constatare che si trattava di un colossale aborto, di un libro inutilizzabile. Anche quel romanzo si intitolava Cronosisma; noi leggiamo dunque Cronosisma due, derivato dalla “sfilettatura” di Cronosisma uno, con l’aggiunta di una congerie di altri elementi a forte componente personale e autobiografica; e inoltre, più che in ogni altro suo romanzo, qui Vonnegut fa interferire col piano narrativo i materiali e il tono del suo stile da conferenziere (per convincersene basta leggere Quando siete felici, fateci caso, la raccolta di discorsi pronunciati in occasione del conferimento delle lauree lungo l’arco di un trentennio e più, pubblicata di recente in edizione aumentata da minimum fax).

Cronosisma è un romanzo, contrariamente a quelli immaginari di Kilgore Trout (che in queste pagine – grande e ironica forma di risarcimento – diventa finalmente famoso, dopo aver passato più di vent’anni vivendo da barbone con perfetto spirito pratico), impossibile da riassumere senza tradirne lo spirito. D’altra parte proprio l’autore fa in queste pagine una dichiarazione cruciale, scrivendo di aver creato solo caricature, e non characters, personaggi a tutto tondo da farcire con la panna della trama e delle biografie fittizie. Cerchiamo invece di delineare alcune piste di senso. Tanto per capirsi, qui siamo agli antipodi della pacificata e paradossale serenità di un capolavoro come Galapagos (che Vonnegut pubblicò nel 1985), uno dei non molti romanzi postmoderni che si potrebbero, con qualche azzardo, definire classici. Lo conferma anche la differenza tra i fondamenti dei due mondi narrativi: in Galapagos il lunghissimo processo di evoluzione che nell’arco di un milione di anni riporta la razza umana a una condizione animale; in Cronosisma il processo in qualche modo opposto di repentina contrazione dell’Universo e del tempo, che però si interrompe subito limitandosi a riportare indietro il Tutto di soli dieci anni: niente più di un «crampo temporale».

Quest’inversione di marcia appena accennata, però, se trascurabile sul piano cosmologico e metafisico (appena uno scherzetto di dubbio gusto), non lo è affatto sulla scala dell’allegoria politica e sociale, diciamo così. Immaginare (nel 1997 sul cui sfondo dobbiamo pensare l’opera) di regredire dal 2001 al 1991 significa ripercorrere tutti gli anni Novanta, minuto per minuto e gesto per gesto, ineluttabilmente, ma con in più la consapevolezza di come sarebbero andati a finire. Ricordandosi del futuro e forte del suo umanesimo misantropico (così è stato felicemente definito), Vonnegut inscena la beffarda demolizione delle utopie psicoinformatiche e cognitivo-connettive così vive in quel decennio, restituendoci della società americana un’immagine agghiacciante, l’ultima delle molte da lui imbastite.

Ma il tempo che si riavvolge serve anche a Vonnegut per parlare del suo contrario, il tempo che non torna. Cronosisma è anche un libro dolentissimo sulla vecchiaia, e sulla morte di amici e familiari, qui convocati per un pubblico congedo. Ed è infine un libro sull’amore e la fedeltà per le opere d’arte. Rileggere, rivedere, riascoltare, e trovare il tempo di farlo: questa è forse l’unica forma di cronosisma che ci si possa davvero augurare.

Recensione di Federico Francucci.

Leggi la recensione completa su Alfabeta2.it

  • Kurt Vonnegut Cover

    Di origini tedesche Kurt Vonnegut nacque nel 1922 a Indianapolis (Indiana), città in cui sono ambientate molte delle sue storie. Frequentò la facoltà di biochimica alla Cornell University di Ithaca (New York) lasciandola nel 1943 per prendere parte all'esercito alleato durante la Seconda Guerra Mondiale.Nel 1944 venne fatto prigioniero in Germania, nella città di Dresda. Qui assistette al bombardamento che nel febbraio del 1945 rase al suolo la città e causò 135000 vittime civili (si salvò poiché rinchiuso in una grotta ricavata sotto il mattatoio della città normalmente utilizzata per l'immagazzinamento della carne). Questo episodio, anni dopo, verrà ripercorso in chiave solo parzialmente fantascientifica nel suo romanzo... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali