Da cosa nasce cosa. Appunti per una metodologia progettuale. Ediz. illustrata

Bruno Munari

Editore: Laterza
Edizione: 2
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
Pagine: 385 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788858128770

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Arte, architettura e fotografia - Arte e design industriale e commerciale - Design dei prodotti

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Il fatto che un designer possa progettare tanti oggetti diversi non è dovuto a una sua (presunta) spiccata genialità: semplicemente, ha un chiaro metodo di progettazione a guidarlo durante le fasi della creazione.

Creatività non vuol dire improvvisazione senza metodo: in questo modo si fa solo della confusione. - Bruno Munari, Da cosa nasce cosa

Per fare dei buoni oggetti di design, infatti, non serve un designer famoso. Non sappiamo chi abbia progettato il leggio a tre piedi, il lucchetto per le serrande o il cartone del latte: nonostante questo, sono solo alcuni esempi, dice Munari, di oggetti ben disegnati - come lo sono gli strumenti professionali.

Da cosa nasce cosa è divisibile in due sezioni. Nella prima, Bruno Munari illustra i passaggi utili alla risoluzione di un problema e l’importanza, per il lavoro del designer, della semplificazione e della coerenza formale. Nella seconda, invece, ripercorre alcuni dei progetti a cui ha preso parte o diretto, scomponendo ogni lavoro nelle sue parti progettuali e commentandole.

Progettare è facile quando si sa come si fa. - Bruno Munari, Da cosa nasce cosa

È come un libro di ricette, ma per il design: per ricordarsi che è inutile buttare la pasta se non si è acceso il fornello. Worth a read.