-15%
Dalle rovine - Luciano Funetta - copertina

Dalle rovine

Luciano Funetta

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Tunué
Collana: Romanzi
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 19 novembre 2015
Pagine: 184 p., Brossura
  • EAN: 9788867901579
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,20

€ 12,00
(-15%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Dalle rovine

Luciano Funetta

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Dalle rovine

Luciano Funetta

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Dalle rovine

Luciano Funetta

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Candidato al Premio Strega 2016. Presentato da Lorenzo Pavolini e Luca Ricci.

Il collezionista di serpenti Rivera, grazie a un video amatoriale, entra in contatto con l'insolita e seducente scena della pornografia d'arte. Questa esplorazione si trasforma ben presto nella discesa in un abisso popolato da figure oscure, tra le quali spicca un argentino a dir poco enigmatico: Alexandre Tapia. Proprio attraverso la frequentazione di Tapia, Rivera scoprirà un universo di abiezioni private e catastrofi collettive, vittime invisibili e carnefici rimasti impuniti.
2,91
di 5
Totale 11
5
1
4
4
3
1
2
3
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Lorenzo

    01/10/2018 16:05:39

    Ogni giudizio va calibrato, misurato sull'oggetto in esame: in questo caso un esordio, una prima opera. Per questo motivo il giudizio non può che essere positivo, molto. L'atmosfera di fondo, malinconica, - ma di una malinconia elettrica, viva -, i personaggi e le ambientazioni sono tutti un bellissimo e riuscito tributo a Bolaño. La lunghezza è ideale: una pagina in più o in meno avrebbe pesato. Ha senso criticare alcune acerbità tipiche di un esordiente, ma ha ancora più senso lodarne l'ingegno e lo stile.

  • User Icon

    Oneiros

    19/09/2018 13:13:13

    Difficile descriverlo. Il libro si nutre delle atmosfere più disparate, lo fa bene, non perde mai la bussola, e tutte le trovate stilistiche funzionano a meraviglia. Va letto.

  • User Icon

    L. R.

    23/11/2017 07:07:01

    Una trama che vuol essere originale ma è semplicemente inconsistente. C'è solo un esercizio di scrittura. Nessun messaggio.

  • User Icon

    Federica_89

    05/10/2017 08:14:38

    Quando ho chiuso questo libro ho pensato: "Ok, che cosa ho letto?". Non ho capito molto bene il perché di tutta questa attenzione mediatica intorno a "Dalle rovine", sebbene l'autore scriva con competenza. Purtroppo il protagonista è debole, non suscita compassione o empatia, e la narrazione a un certo punto si perde. Si respira una sensazione da "vorrei, ma non posso". Peccato.

  • User Icon

    Federica

    17/06/2016 14:56:45

    Come esordio, 5 stelle. Come libro in sé, 4 stelle. Media: 4.5, comunque molto buono, meritava la cinquina dello Strega più di un paio di altri.

  • User Icon

    Alberto

    13/06/2016 15:56:47

    Se vogliamo stupire e provocare va bene, provochiamo, se vogliamo letteratura, allora un romanzo candidato allo Strega deve avere ben altri pregi. Per fortuna mia ho letto questo libro in prestito dalla biblioteca e non ho speso un soldo. A buon intenditor poche parole, vero?

  • User Icon

    Cardiff

    12/06/2016 20:28:32

    Bello, è bello. Per carità. Scritto bene. D'atmosfera, elegante. Un po' horror un po' letterario, un po' noir, un po' poesia in prosa. Però, però, difficile non pensare....se avessi avuto anche io con il mio manoscritto pluririfiutato la possibilita' di lavorare con un genio come Vanni Santoni magari il suo destino (e il mio) sarebbe stato differente. Così va il mondo. Onore a Funetta e ai suoi personaggi sull'orlo dell'incubo.

  • User Icon

    Steve

    18/05/2016 17:58:17

    L'inizio promette bene con una trama originale, un'ambientazione atipica e uno stile di scrittura asciutto ed elegante, ma da metà libro in poi, la storia si sfalda e non si capisce dove l'autore voglia andare a parare (e il finale aperto non fa che confermare questa mia idea). Nella seconda parte infatti, i personaggi non fanno altro che vagare senza meta e imbastire discorsi sul nulla fino a trascinare il lettore in una lettura soporifera e inconcludente. Un libro che mi ha deluso perché sulla bocca di tutti, pur non avendo le qualità per spiccare. Lo stile comunque è interessante e le capacità di questo giovane autore per migliorare ci sono tutte.

  • User Icon

    Luz

    15/04/2016 03:09:26

    Esordio strepitoso di un giovane autore ''nato adulto'' che sembra figlio di Onetti e Lovecraft.

  • User Icon

    Lena

    14/04/2016 18:40:37

    Ben scritto ma con un finale deludente. Peccato, perché l'inizio è davvero promettente. Sembra Bolano, tale e quale. Forse un po' troppo.

  • User Icon

    rossano garibotti

    28/02/2016 17:31:14

    Dopo la lettura di questo romanzo mi sento defraudato. Innanzitutto perchè ad un interessante inizio, sostenuto da una capace scrittura, non segue una seconda - e conclusiva parte - minimamente degna di nota. Non ho idea di quale sviluppo il romanzo avrebbe potuto avere (vedi alla voce: scelte dell'autore) fatto sta che il romanzo cessa brutalmente di essere coinvolgente.L'altro rammarico è che episodi del genere, non capitando per la prima volta, allontanano dalla ricerca di nuovi autori.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente

Rivera collezionista di serpenti trascina la sua vita nell’irreale città di Fortezza in compagnia non solo dei suoi trenta esemplari ma anche di strane presenze, fantasmi del passato? Noi stessi?
Dalle Rovine è un romanzo complesso, perturbante, di cui è molto difficile parlare più che altro per paura di non riuscire ad utilizzare le giuste parole e perdersi così nel nulla assoluto. Sì perché questo breve ma intenso romanzo è capace di metterci davanti non solo le nostre paure più profonde, ma anche a ciò con il quale non vorremmo mai avere a che fare: noi stessi. Il lettore non conosce Rivera, non sa niente della sua vita passata eccetto il fattore serpenti per i quali ha rinunciato all’amore di una famiglia, senza troppi giri di parole  e troppi convenevoli lo vediamo catapultato nel mondo della pornografia amatoriale, affiancato ovviamente dai suoi rettili. Tutto accade improvvisamente, senza che il lettore riesca a rendersene conto, come quando davanti alla tv ci imbattiamo in film già iniziato che pur senza il background iniziale riesce comunque a rapirci. Il mondo entra in contatto con Rivera quando decide di recarsi nel piccolo cinema a luci rosse del paese, dove tutti si conoscono ma nessuno si saluta. Quando la pellicola inizia a girare gli spettatori, noi compresi, entreremo in contatto con una realtà mai considerata che innalzerà Rivera e i suoi serpenti a un livello superiore. E così in un attimo si ritrova nel mondo del cinema d’autore affiancato dal famoso produttore Birmania, anch’esso rapito dallo straordinario lavoro di Rivera, i due collaboreranno per l’uscita del secondo film che intitoleranno Lo Specchio. Il successo esplode a livello internazionale, il film viene acclamato in numerosi festival e da illustri nomi del porno, tra cui Alexander Tapia. Durante un festival a Barcellona Rivera viene a conoscenza di una scenografia snuff, scritta da Tapia, ma mai realizzata da nessuno: Dalle Rovine. Per Tapia Rivera è l’uomo giusto, se non lui nessuno riuscirà mai a mettere in scena la sua storia, una storia che lega a sé tutti gli uomini che sono un incubo per se stessi. Uomini che aspirano a sublimare le loro vite in un’ultima sanguinaria opera d’arte.

«(…) e quell’idea gli mise in testa che gli uomini guardano una cosa sola, fino alla morte. Poi se ne vanno credendo di aver guardato tutto, ma in realtà, in tutta la loro vita, hanno guardato in una sola direzione
(pag. 94)

Luciano Funetta romano d’origine fa parte del collettivo di scrittori di TerraNullius, ha pubblicato racconti su WAIT, Grande Italia, Costola e altre riviste. Scrivere è la sua vita e Dalle Rovine è il suo primo romanzo, che ha visto la luce grazie a Tunué e si guadagna un posto nel prestigioso Premio Strega. Grazie all’abilità di Funetta e alla sua padronanza delle parole Dalle Rovine riesce a catturare il lettore, e spingerlo al di la sei suoi limiti. Fino all’ultima pagina è difficile capire dove l’autore voglia portarci, cosa vuole realmente dirci facendoci immergere nella perversa storia di Rivera. Alla fine della narrazione preparatevi a restare sconvolti e in un certo qual modo turbati da un epilogo che molto lascia alla nostra interpretazione personale. È un romanzo di cui è molto difficile parlare, uno degli espedienti che più ho apprezzato è questa terza persona che ci guida nel corso della storia. Sono queste entità di cui non ci è dato sapere nulla il vero motore del romanzo, noi insieme a loro vediamo e viviamo Rivera e gli altri personaggi, loro hanno scelto di portarci dentro a questa storia e noi dovremo imparare ad uscirne.

La sessualità e la pornografia sono temi portanti in questo romanzo, tutto giro intorno a questi pilastri, non sarà forse una denuncia spietata a questo mondo di perversioni estreme? Forse, ma anche quest’aspetto non viene esplicitato nel libro, per cui ai lettori viene lasciata la sentenza. Lo stile narrativo di Funetta colpisce e rapisce, un libro che consiglio a chi vuole cimentarsi in qualcosa di nuovo e un po’ fuori dagli schemi.

Recensione di Francesca Magni

 

Nel panorama italiano è difficile imbattersi in qualcosa di simile a Dalle rovine. Luciano Funetta (classe 1986) riesce nel proposito di “divorare e digerire i maestri” e a costruire, nel suo esordio pur denso di rimandi, un immaginario autonomo e originale. Buona parte della vicenda si svolge a Fortezza, località inventata che al tramonto “inghiotte” i propri abitanti, trasformandosi in una scenografia abbandonata. Qui, in “uno dei condomini semicircolari della periferia nord”, abita Rivera, un uomo che ha rinunciato a tutto, moglie, figlio e lavoro, per la sua ossessione: i serpenti. Ne “alleva” trenta, rari e velenosi, in altrettante teche di plexiglas. Un giorno – senza motivo, quasi posseduto – decide di filmarsi durante un amplesso con due di loro, e consegna il video al gestore di un cinema a luci rosse. Ha così inizio il suo exploit nella pornografia d’autore. Rivera conosce prima il produttore Jack Birmania che fa “porno-intellettuale”, e poi il suo antagonista, il “venerabile” Klaus Traum, responsabile di “porno estremi, che mettono in scena violenze sessuali, sottomissioni, amori violenti e situazioni grottesche”. I due sono in verità amici e condividono la stessa nemesi: il “fuggiasco” Alexandre Tapia, autore di una sceneggiatura maledetta che parla di torture e che nessuno ha mai avuto il coraggio di girare. Altro monomaniaco, Tapia abbandona l’appartamento in cui vive relegato per consegnare a Rivera la fantomatica sceneggiatura, che in una straniante mise en abyme si intitola proprio Dalle rovine, e che sarà la chiave d’accesso all’angosciante universo degli snuff movie, in cui la violenza mostrata è reale. Al di là degli eventi in sé, il climax è il risultato dell’accumularsi di aneddoti, solitudini e personaggi sempre più abissali, accompagnato dalla sensazione che il loro destino inceda tra le vie di Fortezza come la Morte Rossa nel palazzo del racconto di Poe. Più che a una discesa agli inferi, Dalle rovine somiglia al sogno di un morto, e d’altronde “terminali” sono molti dei personaggi, illusi di poter risorgere (“Be’, è chiaro. Sono morto. Eppure sento che potrei risuscitare” dice Tapia) attraverso la fenice Rivera. Quest’ultimo sembra un personaggio cavo (ex-giornalista, parla poco e ignora il mondo – o l’ha dimenticato), ma è capace di battute folgoranti ed esercita l’ascendente di un messia. Come un inconsapevole eroe greco, attraversa le macerie di un impero che non gli appartiene per raccogliere le testimonianze di diavoli caduti.

Recensione di Mauro Maraschi.

  • Luciano Funetta Cover

    Luciano Funetta, classe 1986, vive a Roma. Fa parte del collettivo di scrittori TerraNullius. Ha pubblicato racconti su «WATT», «Granta Italia», «Costola» e altre riviste. È tra gli autori di Dylan Skyline – dodici racconti per Bob Dylan (Nutrimenti, 2015) e di Dalle Rovine (Tunué 2015), candidato al Premio Strega 2016. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali