Danubio - Claudio Magris - copertina

Danubio

Claudio Magris

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Garzanti
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24 settembre 2015
Pagine: VI-474 p., Brossura
  • EAN: 9788811670698
Salvato in 112 liste dei desideri

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Danubio

Claudio Magris

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Danubio

Claudio Magris

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Danubio

Claudio Magris

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore premio Bagutta 1987

Paesaggi, umori, incontri, riflessioni, racconti di un viaggiatore sterniano che ripercorre con pietas e humor il vecchio fiume, dalle sorgenti al Mar Nero, ripercorrendo insieme la propria vita e le stagioni della cultura contemporanea, le sue fedi e le sue inquietudini. Un itinerario fra romanzo e saggio che racconta la cultura come esperienza esistenziale e ricostruisce a mosaico le civiltà dell'Europa centrale, rintracciandone il profilo nei segni della grande Storia e nelle effimere tracce della vita quotidiana. Prefazione di Gian Luigi Beccaria.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,94
di 5
Totale 10
5
6
4
1
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Riccardo

    14/12/2019 01:03:21

    Questo libro mi ha cambiato. Grazie a Danubio ho percorso un viaggio indimenticabile con la persona che amo.

  • User Icon

    AdrianaT.

    26/06/2019 10:45:22

    È difficile Magris. È un po' Eco, un po' Citati: insomma, gente cazzuta. E io che pensavo di salire a bordo di un suggestivo battello e farmi un bel viaggetto nel macrocosmo danubiano interessante e rilassante alla Rumiz, alla Augias, o al limite alla Fermor, e invece sono stata risucchiata dai gorghi della mia ignoranza. Non conosco almeno il settanta per cento dei nomi illustri ivi citati (ottima opportunità per rimediare) e - non dico la percentuale per pudore - delle decine di citazioni dotte, riferimenti, collegamenti filosofico-storico-letterari, comparazioni/parallelismi, personaggi e popoli di ogni epoca, anche interessanti ricordi e note personali, fatti, aneddoti e ragionamenti acuti ed eruditi che, una volta faticosamente colti, sono di una goduria assoluta. Mi sono innamorata del Danubio (che era verde) a Vienna e ho comprato il libro del (oltre che erudito), gioviale e simpatico Magris con gli esiti che ho detto, e ora voglio andare a Trieste, all'Antico Caffè San Marco dove ha il suo posticino riservato per scrivere, (ci ha scritto pure 'Danubio') e vedere di nascosto l'effetto che fa. «Al letterato consapevole di essere, in quanto tale, uno stupido, sia dunque concesso, in virtù di quest'autocoscienza dello spirito che sa di non realizzarsi, di coltivare la sua passione per le parole scritte, che lo aiutano a tirare avanti, di nutrirsi [...] di vecchie prefazioni, programmi, locandine, necrologi, avvisi; e di scrivere come gli viene, acchiappando immagini e periodi come può. Quando il taccuino è ricoperto di scarabocchi, l'anima è più tranquilla, fischietta con noncuranza il tempo che passa.» Un grande!

  • User Icon

    Giovanni

    22/11/2017 11:54:30

    Rifflessioni, appunti e considerazioni su luoghi e uomini che hanno in qualche modo fatto e vissuto sul lungo fiume, il fiume che delimita la terra e funge da confine in contrapposizione al senso di libertà che dona il mare. Lettura compatta, ricca di spunti, che richiede attenzione per non perdere rimandi a mondi più o meno lontani, da leggere poco alla volta senza fretta.

  • User Icon

    Vincenzo Colaiacovo

    29/03/2016 18:10:49

    Ho attraversato con "Danubio" l'Europa che avrei conosciuto solo per immagini navigando lungo il fiume. Tutta la storia del continente è passata per quei luoghi senza lasciare il suo spirito; e, quindi, le citazioni, gli appunti, anche il parlare a se stesso, quindi il riflettere, sono indispensabili. Quale altro libro sarebbe stato scritto se il prof. Magris non avesse parlato di Canetti? se, vicino al luogo della relegazione di Publio Ovidio Nasone, si fosse fermato a parlare solo della Romania? "Danubio" mi ha trasmesso scenari che nessun libro di storia mi ha trasmesso; e mi ha immerso in ambienti che nessun testo di letteratura ha saputo suggerirmi. Mi ha dato la consapevolezza dell'esplorazione: dalla sorgente di Donaueshingen fino a Melk e poi al delta con la splendida citazione da Biagio Marin sull'indistinto confine del fiume con il mare. E mi ha fatto programmare di navigare al più presto da Melk al delta. Non è questa grande letteratura? Non è solo per questa via che si raggiunge la consapevolezza del viaggio?

  • User Icon

    Massimo Mazza

    08/12/2015 20:51:31

    Voto medio per il professor Magris. Ho imparato a conoscere molti scrittori ed intellettuali della Mitteleuropa grazie al suo "Danubio", tanto che mi sono appuntato alcuni titoli che mi riprometto di leggere. Non me ne voglia il prof, ma a pagine mirabili che mi hanno appassionato, si contrappongono pagine di impervie valutazioni e quasi incomprensibili citazioni; lo scrittore che dimostra di conoscere ed amare storia, storie e scritti dei popoli mitteleuropei si fa ostico e a tratti persino noioso quando indulge all'aulico stile del dotto accademico.

  • User Icon

    Monica

    04/08/2013 14:20:51

    Il viaggio della vita e la storia di un continente (Europa). Purtroppo, sembra che l'autore parli a se stesso. Non coinvolgente e pedante.

  • User Icon

    Andrea

    25/11/2010 02:46:52

    Romanzo-Saggio enciclopedico eccessivamente indulgente, o meglio auto-indulgente. Magris sarà pur vero che riesce a catturare frammenti di cultura e talvolta a sussumere, ma spesso ahimè rimane fine a sè stesso. Un vuoto esercizio di memoria culturale, pedante, dallo stile cordiale, ma in vero cattedratico, che sintetizza appunti e pensieri sparsi sul suo calepino. Un romanzo utile soprattutto per l'autore che con anti-narratività (e questo è pregio in casa mia) inasta questo grigio maquillage, ma che probabilmente risulta meno utile per un lettore scaltrito ed esigente.

  • User Icon

    aristos

    27/10/2008 13:29:50

    Ottimo e abbondante. Immagini, storie, pensieri. Un viaggio lungo il fiume, che e' anche un viaggio nella storia e nella cultura europea: lungo quella direttrice da personaggi piu' vicini, piu' noti, che ci appartengono, a storie di mondi e di libri lontani, sconosciuti, ma che di nuovo ci prendono e ci catturano, nelle spire di una lingua sapiente, adulta. Oggi e ieri si intersecano, si avviluppano in storie affascinanti e colte. Quello che il viaggiatore vede ora, quello che scopre del passato, quello che gia' conosce, tutto si tiene in questo libro magmatico e lineare al tempo stesso. Bisogna centellinarne la lettura per assaporarlo interamente; non farsi spaventare da luoghi e nomi ignoti, da considerazioni apparentemente astruse, perche' invece e' un viaggio nella nostra storia, e' un viaggio interiore, e' un viaggio nella cultura europea, e' un viaggio dei sensi, che colgono gli odori e le luci di quei luoghi, e' un viaggio del pensiero e del linguaggio, che penetra di storie e di senso la nostra interiorità, come il fiume penetra nella terra della nostra Europa. Sempre piu' c'e' bisogno d'Europa.

  • User Icon

    cinzia

    30/01/2007 13:24:57

    Viaggio di luoghi e dell'anima lungo il Danubio, grande fiume della MItteleuropa, nel cui torbido delta si depositano i disincanti per abbandonarsi all'abbraccio seducente e insidioso del mare.Così, conclude Magris, dovrebbe essere la morte, citando il poeta dialettale Biagio Marin:''fa che la morte mia Signor/la sia com'ol score del fiume/in tel mar grando''. LIbro da leggere e rileggere.

  • User Icon

    franca

    12/03/2006 08:36:12

    eccezionalmente efficace velato da una "maliconia" per il passato e dalla curiosità per il presente che è diventato. Ma l'aria e la luce di Trieste, le sue radici sono l'alimento base per la genialità di Claudio, un uomo che vive passando attraverso la vita senza possedere cose ed eventi, quasi in punta di piedi, ma attentamente. Baci Franca

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
  • Claudio Magris Cover

    Scrittore, germanista e senatore (nella XII Legislatura) italiano. Ha insegnato letteratura tedesca prima presso l'Università di Torino, poi presso quella di Trieste. Impostosi giovanissimo all'attenzione della critica con Il mito Absburgico nella letteratura austriaca moderna (1963, elaborazione della tesi di laurea), è stato fra i primi a rivalutare il filone letterario di matrice ebraica all'interno della letteratura mitteleuropea con Lontano da dove, Joseph Roth e la tradizione ebraico-orientale (1971). Danubio (1986), forse il suo capolavoro, lo consacra come uno dei massimi scrittori italiani contemporanei. Con questo libro vince il Premio Bagutta nel 1986 e successivamente il Premio Strega nel 1997 con il romanzo Microcosmi e il Premio Principe delle Asturie nel 2004 nella... Approfondisci
Note legali