Categorie

Charles Dickens

Traduttore: O. Previtali
Collana: I grandi romanzi
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: 996 p. , Brossura
  • EAN: 9788817018661
Usato su Libraccio.it € 7,56

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    mjb

    30/01/2015 16.47.10

    sicuramente un ottimo romanzo, personaggi ben studiati e descritti ed ognuno, a suo modo, può definirsi uno stereotipo: Agnes è la fanciulla giudiziosa e paziente,U.Heep il viscido calcolatore arrivista,la simpaticissima e pragmatica zia Betsy e via via tutti gli altri; esempio del tipico "stile inglese" sempre posato e diplomatico anche quando ci sarebbe da perdere la pazienza....tuttavia do 3 perchè in alcuni punti della storia ho fatto davvero fatica a procedere...non so, potrebbe dipendere dalla traduzione ma arrivare a terminare queste 1000 pagine...è stato un traguardo!é cmq un MUST che non può mancare!

  • User Icon

    debora

    17/03/2013 12.13.16

    un libro merita il massimo dei voti quando la storia mi cattura dentro di se da subito , quando nella mia mente si profilano nettamente i personaggi della narrazione, penso a loro ed ho ben chiare le peculiarità fisiche e caratteriali come fossero persone che conosco. Questo è stato per me David Copperfield, una bella storia di vita ricca di interessanti personaggi raccontati con semplicità e maestria che non si possono dimenticare. La mole del libro mi spaventava un pò invece arrivata alla fine mi è dispiaciuto abbandonare la vita di Copperfield

  • User Icon

    Claudio

    31/08/2008 20.49.13

    Meraviglioso! Credo di non aver mai letto un capolavoro del genere. Nel romanzo, che narra la vita di uno straordinario ragazzo inglese dalla nascita all'età adulta, Dickens è riuscito ad inserire tutti i sentimenti e gli stati d'animo che possono contrassegnare l'esistenza umana: amicizia, amore, odio, passione, gioie, dolori... Le prime 200 pagine sono impareggiabili; in queste si parla dell'infanzia del protagonista e anche se è una fase sostanzialmente drammatica è pervasa da una certa ironia (come anche nel resto del libro) con battute che fanno letteralmente morire dal ridere. Imperdibile. Leggetelo ora!!!

  • User Icon

    Angelo Poggio

    19/02/2008 23.41.55

    La domanda che Dickens pone ai suoi lettori all'inizio del romanzo, e cioè che spetterà a loro giudicare se David sarà o meno l'eroe della storia, non è una domanda retorica. Se di eroi si dovrà parlare non se ne parlerà al singolare. Si evidenziano in questa storia una vasta gamma di personaggi e situazioni coi quali David si deve confrontare durante il completo arco della propria esistenza. La completezza dei caratteri, pur essendo quelli classici della produzione dickensiana e direi vittoriana in genere, si confrontano col protagonista senza necessariamente rappresentare una semplice spalla. Accadono imprevedibili circostanze nelle quali David può intervenire solo passivamente, senza mai essere risolutivo. E' il genio di Dickens che, attraverso i personaggi, anche quelli più secondari o marginali, fa si che tassello dopo tassello costruiscano la storia e gli portino a compimento la vita. Una per tutte la zia Betsey che col Signor Dik riuscirà a capovolgere completamente un'esistenza che sembrava ormai destinata alla perdizione nella miseria più tragica. Paradossalmente le scelte di Copperfield sono per lo più sbagliate e avventate, basti pensare al primo matrimonio o all'amicizia e venerazione quasi morbosta per Steerforth. Tutto alla fine si ricompone, ma solo dopo una lunga riflessione in solitudine che porterà David, ormai affermato scrittore, a rivedere molte delle sue affrettate ed impulsive decisioni e a giudicare col senno dell'uomo maturo quali siano state le vere persone positive. Si considera David Copperfiel, l'autobiografia di Dickens in particolare riguardo l'infanzia e l'adolescenza vissuta effettivamente in povertà soprattutto per colpa del padre che amministrava in modo pessimo i pochi soldi a disposizione facendo conoscere alla famiglia Dickens addirittura la vergogna del carcere per debitori. Episodio che peserà come un macigno sulla vita intera dell'autore e che ritornerà spesso nei suoi scritti. Mi permetto di considerare questo romanzo un capolavoro per l'intensità che colora ogni riga.

  • User Icon

    SARA

    29/01/2008 13.24.59

    un inizio sorprendentemente emozionante, poi David ti prende per mano accompagnandoti nelle vicende della sia vita. Meraviglioso!

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione